Wanda Nara superhot su Instagram: il body bianco fa impazzire i followers

Mentre il suo Mauro Icardi corre e suda per la preparazione estiva con la maglia dell’Inter, Wanda Nara si dedica ai suoi post per i 3,6 milioni di followers che la seguono su Instagram.

le-chiappe-di-wanda-nara-1041984

La ex showgirl argentina, procuratrice del centravanti nerazzurro, ha postato qualche ora fa uno scatto bollente, con un body bianco che lascia davvero poco all’immaginazione.
Il post sponsorizza prodotti e trattamenti di bellezza: pochi giorni fa Wanda fu immortalata in spiaggia con Maurito, e gli scatti non la mostravano esattamente in formissima. Ma per essere la madre di ben cinque figli, la sexy Nara si mantiene decisamente bene.

Combatti la cellulite… con i vestiti giusti

Se c’è una democrazia nel mondo, giusta, imprescindibile, severa, quella è la democrazia della cellulite. Non risparmia proprio nessuna, e tutte noi la combattiamo con ogni mezzo possibile: creme, trattamenti, sport, alimentazione sana, chirurgia e biancheria intima curativa (sì, esiste anche questa e non la utilizzano solo le star). Quello che in tante non sanno però è che anche l’abbigliamento può fare la sua parte nella lotta.

C_2_fotogallery_3001224_5_image

Ci sono vestiti che sono nemici della nostra forma fisica: i jeans molto attilati, ad esempio, sono il modo giusto per farsi venire la cellulite, così come tutti i pantaloni particolarmente stretti e fascianti: la nostra pelle e la nostra circolazione vengono messe a dura prova, compresse tra i tessuti. Anche i tacchi alti, se indossati per molte ore durante la giornata, così come le scarpe super flat, possono alterare la buona circolazione delle gambe e creare gonfiore e cellulite. Se siete particolarmente colpite da questo problema, ecco i vestiti “amici” sui quali fare affidamento.

Abiti pencil: scendono morbidi lungo il vostro corpo senza stringere in nessun punto né comprimervi quando vi sedete.
Gonne corte: lasciano le gambe libere di respirare e senza costrizioni, per lo stesso principio per cui in estate vi sentite più leggere, la libertà della pelle è la migliore cura.
Gonne lunghe: se con le gonne corte non vi sentite a vostro agio, quelle lunghe sono una buona alternativa coprente ai pantaloni che lasciano le vostre gambe libere.
Pantaloni roulotte e sneakers: da quando la moda li ha riscoperti sembra non se ne possa più fare a meno. Stanno bene anche con le sneakers e lasciano le vostre gambe senza costrizioni grazie alla larghezza.
Pantaloni palazzo: comodi, classici, eleganti, non passano mai di moda e li potete portare con o senza tacchi. Libertà infinita.
I pantaloni a taglio classico: per intenderci, quelli che mettere in ufficio. Danno sempre una certa libertà di movimento e sono sempre un po’ morbidi.
Gli shorts di cotone: più morbidi rispetto ai jeans, che – anche se corti – comprimono le gambe, soprattutto quando vi sedete. I pantaloncini di cotone, invece, sono perfetti per le giornate estive.
I pantaloni taglio maschile: perfetti per l’ufficio o indossati con un look casual, sono eleganti ma morbidi, quasi ad effetto tuta. Niente di più indicato per le gambe che soffrono.
Abiti lunghi casual: sono una buona alternativa ai look da città, non comprimono, vi coprono e potete portarli con le sneakers.

Chirurgia “fai da te”, Apryl perde mani e gambe: “Non voleva un sedere piatto”

20140707_73639_apryl7Apryl Brown, canadese di 47 anni, ha imparato a sue spese che la ricerca disperata della bellezza non sempre porta i risultati sperati. La donna, infatti, ha perso le braccia, le gambe e la carne intorno alle natiche in seguito a un’iniezione di silicone nel suo posteriore. Un piccolo intervento fatto nel tentativo di sbarazzarsi del suo sedere piatto.   Brown era una parrucchiera stimata e madre felice di due figli. Un’unica fissazione: non era soddisfatta del suo lato B e lo vedeva come un difetto. Così, quando un cliente un giorno le ha offerto una iniezione di silicone a buon mercato, ha colto l’occasione. Era il 2004.”Dopo due trattamenti i miei glutei hanno cominciato a indurirsi e poi a scolorirsi – ha spiegato al Daily Mail. – Nel 2006 è iniziato il prurito e poi il dolore. Non riuscivo a dormire, non riuscivo a mangiare, non riuscivo nemmeno a concentrarmi”.
Più in là si è scoperto che alla Brown era stato iniettato un silicone di tipo industriale più comunemente usato nei bagni.Nel 2010 il ricovero in ospedale con un’infezione da stafilococco. Agli arti i segni inconfondibili della necrosi. I medici, tuttavia, sono stati in grado di salvare la vita di Apryl amputandole le mani, le gambe e la carne intorno a fianchi e ai glutei.  Apryl ha imparato la lezione e sta cercando con la sua storia di mettere in guardia le persone attratte dalla chirugia estetica ‘facile’ e a buon prezzo. Non si sa mai cosa può accadere se ci si affida alle persone sbagliate.

Trattamento all’oro per Bar Refaeli

bar-refaeli-300x237Se seguite Bar Refaeli su Instagram vi sarete accorti che alla top-model piace vivere la bella vita. Vacanze in posti fantastici, party mondani, passerelle modaiole e… trattamenti di bellezza molto costosi.La star ha voluto condividere con i suoi fans una foto che la ritrae sdraiata sul lettino di un centro estetico con il volto ricoperto di oro liquido da 24 carati.Bar non è la prima star a provare questo tipo di trattamento che, a quanto si dice, funziona davvero: l’oro fa da anti-infiammatorio, da anti-acne e soprattutto aiuta a combattere l’invecchiamento della pelle.

Il risultato..

1525649_309685922515063_1037081553_n

Metodi e trattamenti per contrastare la couperose

 bellezza, capillari, couperose, disturbi epatici, inestetismi, medicina estetica, salute, trattamentiLa couperose affligge donne e uomini e rientra nella categoria degli inestetismi più diffusi. Si tratta di una dilatazione dei capillari (può colpire tutti i tipi di pelle, a qualsiasi età) che si manifesta con un rossore localizzato e cronico soprattutto su zigomi, guance e naso. Ad oggi non si è in grado di dare una risposta definitiva sull’origine della couperose e oltre a diagnosticare una fragilità dei vasi ci si orienta verso un’eziologia multifattoriale: pare, infatti, che contribuiscano alla sua formazione cause di natura emotiva, neuro-vegetativa, endocrine e ambientali; va sottolineato inoltre che spesso i soggetti che presentano questo inestetismo soffrono anche di disturbi epatici. Pur essendo un problema soprattutto estetico è bene non sottovalutare la couperose perché in alcuni casi può evolvere in una dermatosi nota come rosacea. Con la collaborazione del Dott. Giuseppe Fabrizio Ferraro- Flebologo e Medico estetico – abbiamo indagato i rimedi e le cure adatte al miglioramento e alla risoluzione di questo inestetismo.La prevenzioneAlcuni accorgimenti possono aiutare a prevenire la comparsa o l’evoluzione della couperose: occorre adottare uno stile di vita sano e regolato, seguire un’alimentazione appropriata, evitando gli alimenti che favoriscono la vasodilatazione a livello generale e periferico (tipo: salumi, cioccolato, fritti, alcolici, cibi piccanti) e integrando la dieta con cibi ricchi di vitamina C che proteggono i capillari. E’ buona regola, inoltre, non utilizzare cosmetici troppo aggressivi o irritanti per la pelle e proteggersi sempre dai raggi UV e dagli sbalzi di temperatura, meglio evitare anche lampade abbronzanti che danneggiano il microcircolo e l’uso di creme a base di cortisone.

Gwyneth Paltrow: nel blog i segreti della mia bellezza

bellezza,Julia Roberts,la donna più bella al mondo,attrice,trattamenti,alimentazione corretta,palestra,lavoro,viaggio,shopping,ricette,news,notizie,vipGwyneth Paltrow, l’adolescente che sognava di essere Julia Roberts, quest’anno è stata premiata dal settimanale People come la donna più bella al mondo. L’attrice dà il merito a trattamenti e rituali di bellezza, a un’alimentazione corretta e alla palestra (è yoga-addicted).E sul suo famosissimo blog goop.com, che considera ormai il suo vero lavoro, regala a tutti consigli di bellezza e di stile. Suddiviso in categorie (ricette, appunti di viaggio, idee di shopping e di bellezza), il blog in America è seguitissimo.E’ la stessa attrice, che dice di sentirsi meglio oggi di quando aveva 24 anni, a sperimentare le ricette che vengono pubblicate settimanalmente. Si va dai pancakes con farina di cocco alle insalate agli hamburger di pollo sino ad arrivare alla polenta con parmigiano. Avrà conquistato il marito Chris Martin in cucina?