“Ho aspettato 18 anni per indossare il mio primo bikini”, il post diventa virale su Facebook

Riuscire ad accettare il proprio corpo, nonostante qualche naturale imperfezione, nonostante i modelli di ‘bellezza’ imposti dai mass media siano molto distanti dal proprio aspetto. Ne sa qualcosa una ragazza di 21 anni, Lesley Miller che ha pubblicato una foto del suo fisico sulla pagina Facebook di ‘Love What Matters’.

1786140_3335711_1150560034966393_4828519171262271926_n

La ragazza compare in costume da bagno e, nella didascalia dell’immagine, ha raccontato i suoi dissidi interiori, la sua battaglia con il proprio corpo e il duro allenamento esercitando su sè stessa per riuscire ad accettarsi, nonostante qualche imperfezione.  “Ho passato gli ultimi 18 anni della mia vita aspettando. Ho tenuto nascosto e coperto il mio corpo – scrive Lesley Miller -. Ho detto a me stessa che un giorno l’avrei finalmente lasciato guardare, che avrei finalmente fatto tutte le cose che sognavo quando sarei stata ‘abbastanza’. Magra abbastanza, felice abbastanza, sicura abbastanza. Quando il mio corpo sarebbe apparso nella maniera in cui sarebbe dovuto apparire. Ho combattuto contro il mio corpo ad ogni passo, vergognandomi e restando in silenzio costantemente”. Il post è piaciuto moltissimo al pubblico e rapidamente è diventato virale su Facebook, riuscendo a raccogliere più di 30.000 likes e svariati commenti positivi scritti da persone rimaste ammirate dalla sua storia.  “A undici anni il chirurgo mi ha operato allo stomaco e mi detto che sarei stata finalmente felice – ha continuato Lesley Miller nel suo post -. Ero la persona più giovane che operava per perdere peso. A quindici anni ho iniziato a tagliarmi. Pensavo di meritarlo. A 20 ho perso metà del mio peso in soli nove mesi e la mia unica ricompensa era vedere che ero scesa rispetto al giorno precedente. E adesso sono stanca di aspettare. Ora ho 21 anni e ho comprato il mio primo bikini. Il mio primo bikini di sempre. Potete vedere tutto. Le bizzarre sporgenze e i rotoli di grasso, l’eccesso di pelle. Le smagliature, la cellulite, le cicatrici della chirurgia e dei tagli. Voglio imparare ad amare tutto di me stessa, non solo le parti che mi viene detto siano ‘accettabili’. Perché il segreto è questo: sono sempre stata abbastanza. E anche voi lo siete”.

Tutte dal chirurgo per snellire polpaccio e ginocchio per indossare il must have: gli stivali alti

stivaliDal chirurgo per poter indossare gli stivali di tendenza. È la nuova mania delle donne che stanno facendo decollare il numero di interventi di chirurgia plastica per “snellire” il polpaccio.
Non hai le gambe abbastanza magre per mostrare agli uomini un bel tacco accompagnato da un “must have” alla moda? La nuova soluzione trovata dal gentil sesso è quella di procedere alla liposuzione del grasso superfluo presente nel polpaccio.  D’altronde la volontà delle donne di somigliare sempre più alle modelle che sfilano in passerella è in continuo aumento. Dalle diete di ogni tipo, agli interventi in ogni parte del corpo, la nuova tendenza rischia di aprire una vera e propria mania. Ma il dottor Schulman, esperto del settore, smorza gli entusiasmi: “È una procedura difficile – dice – con questo intervento è possibile rimuovere solo una piccola parte di grasso e non è praticabile per diversi tipi di persone”.  In particolare a rischio sarebbero le sportive. “Se il polpaccio risulta molto muscoloso, è impossibile intervenire”. Inoltre i tempi di recupero dall’operazione non sono inferiori ai 10 mesi. Ne vale davvero la pena?