Aida Nizar e il tuffo nella Fontana di Trevi: «Ma come si è permessa? Colpa della D’Urso»

Aida Nizar non passa inosservata e i fan del Grande Fratello lo hanno capito subito appena ha varcato la porta rossa. E con la spagnola nella casa più spiata d’Italia ne sono successe di cose. Dalla piscina del reality alla Fontana di Trevi però ci è voluto poco: quando si è tuffata, la starletta probabilmente credeva di essere Anita Ekberg. Il gesto è stato oggetto del talk di Pomeriggio 5.

http_media.gossipblog.itee1daida_nizar_grande_fratello_2018

Gli ospiti nel salotto di Barbara D’Urso hanno commentato l’episodio disprezzando l’atteggiamento di Aida e facendo scoppiare la polemica. «Mi sta molto simpatica, ma non doveva deturpare un nostro monumento», «Se ha fatto questo è anche colpa tua Barbara»: sono stati alcuni dei commenti.
Il video della donna nella fontana ha fatto il giro del web e mostra anche la discussione con la polizia municipale. Il motto «Adoro la mia vita» rivolto ai vigili non le è bastato per evitare una multa di 450 euro.
La spagnola desiderava far parlare ancora di sé, non è un mistero che voglia essere parte integrante della televisione italiana.

Eleonora Pedron e l’addio fra Max Biaggi e Bianca Atzei: “Io non c’entro”

MILANO – “Io non c’entro”. Dopo la rottura fra Max Biaggi e Bianca Atzei, in molti hanno parlato della zampino della sua ex, Eleonora Pedron, madre dei suoi figli Inés e Leon, ora fidanzato con il deejay produttore ex gieffino Tommy Vee.

pedron-biaggi-atzei

La Pedron è state categorica e a “Novella2000” ha assicurato di non aver nulla a che fare con quanto accaduto “Non sono tornata con Max. Mi mettono in mezzo senza motivo”.
Il suo attuale fidanzato invece non vuole proprio entrare nella discussione: “Non voglio assolutamente rilasciare dichiarazioni, non ho niente da dire su me ed Eleonora”.

Parapiglia per una blefaroplastica, donna sfregiata al volto: chirurgo estetico nei guai

13A-Plastic-Surgery-Vanity-vs-Insanity«Se non firmi questo documento, non ti opero». Avrebbe spacciato il foglio come un classico consenso informato per procedere all’intervento di blefaroplastica. Alcune frasi hanno però insospettito la paziente. Niente firma e da quel momento lo studio di via Carducci è diventato un circo. Da una parte il professor Aldo Cellini, chirurgo estetico falconarese, che insieme a un’infermiera avrebbe tentato di recuperare il foglio dalle mani della paziente. Dall’altra, la 57enne anconetana che voleva portare via il documento per sottoporlo a un legale. Inseguimenti intorno al lettino, urla e mani che si intrecciavano.
Nella concitazione del momento, la paziente avrebbe subito un graffio al volto. Il medico è ora sotto processo per violenza privata. La donna ha raccontato di aver subito un intervento di blefaroplastica alla palpebra sinistra. L’occhio sarebbe rimasto arrossato ed infiammato per quasi un anno fino al secondo intervento, quello previsto per il 19 febbraio 2010. «Sono salita sul lettino, quando il dottore mi ha sottoposto un foglio stampato da pc – ha raccontato la paziente – Mi aveva detto che era un normale foglio di consenso, ma c’era scritto che io mi ero tolta i punti da sola. Non sono una bambina e ho deciso di non firmare». Da qui sarebbe nata l’accesa discussione.