Vacanza in jet privato per Melissa Satta, Boateng e altri amici: sui social scoppia la polemica

Vacanza in jet privato per Melissa Satta, suo marito e alcuni amici, ma è subito polemica. “Ostentare ostentare ostentare … ma che non avete altro da farci vedere?”. Melissa Satta come la signora Bonolis. L’ex velina e moglie del calciatore Kevin Prince Boateng, in partenza per festeggiare il Capodanno, è diventata bersaglio di ferocissime criticheper uno scatto pubblicato su Instagram.

3458139_1409_satta_jet_insta

Esattamente come accaduto solo pochi giorni fa a Sonia Bruganelli, la showgirl è stata infatti sommersa di critiche e insulti per ‘eccesso di ostentazione’. Ad attirare le ire del web, una foto che la ritrae in compagnia di amici e marito su un jet privato in partenza per Dubai.
Tanti e pesanti i commenti: “L’ostentazione della loro ricchezza è inversamente proporzionale alla loro pochezza. Nessuna invidia solo l’augurio di trovare nel 2018 un vero senso alla loro inutile vita”, “possono avere tutti i soldi del mondo ma cafoni restano”, “quanta pochezza in questi scatto. Non c’è povero più povero di chi ostenta ricchezza!”, “questo troppo ostentare lusso..vi rende ridicoli..punto”, sono solo alcune delle decine di critiche mosse al calciatore e alla moglie. Che, almeno finora, hanno deciso di non rispondere, godendosi la vacanza senza polemiche.

Melissa Satta: “Mamma? Mi piacerebbe. Da Kevin voglio un figlio ‘cioccolatino’

Melissa, Satta, figlio,gossip,news,notizie,vip,modella,social network, cioccolatino, mamma, kevin, prince, boateng“Nessuno si è mai permesso di dirmi nulla, anche se sui social network qualcuno ha scritto insulti di denuncia. Sono felice se avremo un bel figlio “cioccolatino”, io sono bianca bianca, spero prenda da lui”, a parlare Melissa Satta, fidanzata di Kevin Prince Boateng, che in un’intervista a “Chi” nega di essere in stato interessante, anche se la cosa, qualora capitasse, non sarebbe certo un problema: “Le sembra che abbia la pancia? Porto sempre maglie morbide, ripeto che non sono incinta. Ho detto che entro i 30 anni diventerò mamma, ne ho quasi 28, ogni momento potrebbe essere buono”.Il piccolo non le impedirebbe di lavorare (” Diciamo che oggi non c’è più l’attenzione di prima e, se dovesse capitare, ben venga, non mi sconvolgerebbe la vita. Non cambierebbe il mio lavoro. La gravidanza non è una malattia, non mi metterei a letto. Farei come la Hunziker,- la Blasi, la Marcuzzi: potendo avere qualcuno che ti aiuta e non dovendo fare un lavoro troppo faticoso, se una se la sente può conciliare il lavoro con l’arrivo di un bambino”), anche perchè la vita da mamma non la spaventa: “Mi piacciono i bambini, certo è divertente giocare con quelli degli altri, un po’ meno quando sono tuoi e ti svegliano alle due di notte, ma non mi spavento: con gli adulti non sono paziente, con i bambini sì”.