Alberi di Natale vip, decorati e… social

E’ arrivato con largo anticipo il Natale di Fedez e Chiara Ferragni che hanno addobbato il loro altissimo albero verde con finta neve da qualche settimana nella loro casa milanese. Anche Alessandro Cattelan, Michelle Hunziker e Federica Panicucci incalzati dai figli non si sono attenuti al tradizionale 8 dicembre, mentre Belen è riuscita ad attendere fino a Sant’Ambrogio. Scopriamo le decorazioni natalizie nelle case dei vip, da Simona Ventura, Elisa d’Ospina, Bianca Guaccero e non solo…

C_2_articolo_3110514_upiImagepp (1)

Come ogni anno gli addobbi in casa Panicucci non deludono. L’atmosfera è quasi surreale tra l’albero bianco con pupazzetti in stoffa e i classici bastoncini, l’enorme villaggio di Natale in movimento e un presepio di grande effetto.
Si intravede un grande abete anche nella nuova casa di Filippo La Mantia e Chiara Maci mentre la food blogger mostra il suo pancione al settimo mese. Anche Melita Toniolo in dolce attesa si è portata avanti e mostra l’albero snello e alto sui social.
Bianco e oro è quello di Simona Ventura, mentre bianchi e rossi sono le decorazioni di casa Inzaghi-Lucariello e di Laura Torrisi che indossa pure calze natalizie in coppia con la figlia Martina.
Immensi sono gli alberi Oltreoceano di Britney Spears e di Mariah Carey. Sfoglia la gallery e guarda anche l’abete di Nancy Brilli, Michelle Hunziker e tanti altri vip.

Indonesia, il bambino più grasso del mondo ha 10 anni e pesa 192 chili

Ha 10 anni e pesa 192 chili: Arya Permana è il bambino più grasso del mondo. È indonesiano ed ha lasciato la scuola in terza elementare perché non riusciva a camminare e stare seduto tra i banchi. Rokayah, la mamma, ha raccontato che il figlio ha iniziato ad aumentare di peso in modo anomalo quando aveva soltanto due anni.

Arya-Permana

La situazione è andata degenerando nel tempo e adesso Arya non fa che mangiare e dormire per tutto il giorno. Al massimo trascorre qualche ore in ammollo nella piscina di casa. Si lamenta spesso perché gli manca l’aria; ma quelli respiratori non sono gli unici problemi di chi fa i conti con una grave forma di obesità. I genitori, comprendendo il pericolo di morte, lo hanno costretto a diverse diete senza, però, ottenere grandi risultati.  Poi, Hasan Sadikin, medico dell’ospedale di Bandung, si è interessato al caso e sottoposto il paziente ad una serie di accertamenti durati una settimana. Il team di medici non ha riscontrato alcuna disfunzione o anomalia; così è stato sufficiente iniziare Arya ad un programma di dieta e attività fisica effetto urto: “Il programma deve essere aggiornato periodicamente. Per adesso abbiamo ridotto i carboidrati e aumentato fibre e verdure. Abbiamo cambiato le sue abitudini riguardo il sonno e puntiamo molto sull’attività fisica: più cammina, più gioca, più brucia”, ha dichiarato Nia Nantia, la sua dietista. Arya ha cominciato a perdere peso e adesso riesce a camminare fino a scuola e giocare, per un po’, con i compagni di classe senza avvertire la necessità di stare continuamente sdraiato: “È bello essere di nuovo a scuola. Mi piace tutto qui e gli insegnanti mi trattano bene. Anche gli amici sono buoni con me, amo giocare con loro”, ha detto il bambino. Grazie al nuovo stile di vita è stato ammesso alla scuola elementare del villaggio di Cipurwasari per ottenere un’istruzione gratuita (in questi anni, invece, ha studiato con un insegnante privato a casa) e la scuola sta costruendo una scrivania e una sedia ad hoc perché prenda posto accanto agli altri bambini.

Nasce senza muscoli nel collo e rischia la vita, ma oggi arriva la buona notizia

Nato senza i muscoli del collo rischiava di morire, oggi per Mahendra Ahirwar ci sono invece nuove speranze. Il ragazzo di 13 anni originario di un villaggio della regione di Madhya Pradesh, in India centrale era in condizioni disperate, ma dopo che la sua storia è diventata nota è stato operato e adesso avrà la possibilità di vivere una vita migliore.

1749423_muscoli-collo

«Preferivamo morisse», hanno detto i genitori in un’intervista choc raccolta dal Daily Mail, la sua vita era terribile e le possibilità di sopravvivenza basse. Il dolore e la sofferenza erano arrivati a un punto tale da far pronunciare ai genitori quelle parole tanto dure.  Il ragazzo, affetto da miopatia congenita, non riusciva a controllare i muscoli del collo e quindi la testa che restava sempre poggiata sul petto. A 13 anni pesa 15 chili e non riesce né a stare in piedi e camminare, né a nutrirsi da solo. Grazie alle 12 mila sterline raccolte sul web il giovane è stato operato, e sembra che potrà migliorare. La famiglia è molto povera e non poteva permettersi le cure necessarie, oggi sembra nascere per loro una nuova speranza. «La gente dice cose terribili su di lui, lo deridono. Non va a scuola, lo vengono a trovare solo alcuni cugini. Abbiamo tentato tutto, senza risultati. Se i medici riescono a curare bambini con due teste, perché non salvano la vita a mio figlio? Nutro ancora sogni e speranze per lui. Vorrei che vivesse una vita normale», ha concluso la madre del 13enne.