Paola Barale: “Voglio bene a Raz ma a Capodanno sarò con un altro”

Paola Barale non insegue il successo. In tv è pronta a tornarci solo con un bel progetto, intanto gira il mondo, nella nuova veste di “travel influencer” raccontando i viaggi sui social. Al settimanale “Chi” la showgirl 50enne racconta però di più, confessa che non le manca niente, “neanche l’amore”. “Natale l’ho passato con i miei, Capodanno invece in dolce compagnia”, spiega.

C_2_articolo_3114165_upiImagepp

Paola parla del rapporto, ormai archiviato, con Raz Degan: “La gente ha sognato il nostro incontro ed è un bene, c’è voglia di amore e l’amore muove tutto. Ma tra noi è finita da tempo. Ci sarà un motivo se noi non stiamo più insieme? Ci sentiamo, certo. Ma tutto qui”. La Barale affronta anche l’argomento maternità: “Oggi è un argomento chiuso. Forse avrei dovuto pensarci prima. Ma non l’ho coltivato come desiderio. Non ho rimpianti. Oggi dico no in modo fermo e deciso, ma in questa vita di passaggio non si può davvero calcolare nulla…”.

Paola Barale furiosa: “Basta parlare di Raz”. E su Instagram attacca: “Chi ha scritto il titolo forse ha bevuto troppo”

Paola Barale, in un’intervista rilasciata al settimanale ‘Chi’, smentisce ancora una volta un ritorno di fiamma con l’ex compagno Raz Degan. “Ma ancora parliamo di Raz! – commenta la show girl – Un anno fa sono andata all’Isola dei famosi ma due giorni mi sono bastati. Mi mancava l’aria”. “La gente ha sognato con il nostro incontro ed è un bene, una necessità – aggiunge – c’è voglia di amore e l’amore muove tutto. Ma tra noi è finita da tempo”. Ma per la Barale l’amore non è certo un capitolo chiuso.

1490654875_58d9969a0bb8f

“Diciamo che sono piena d’amore, non mi manca – racconta al settimanale di Signorini – Capodanno, l’ho già detto, sarà in (dolce) compagnia”.
La neo “travel influencer”, che gira il mondo raccontando i viaggi sui social, affronta anche il tema della maternità. “Forse avrei dovuto pensarci prima, ma non l’ho coltivato come desiderio. Non ho rimpianti – confessa – Però le svelo un segreto: io oggi dico no in modo fermo, deciso. Ma in questa vita di passaggio non si può davvero calcolare nulla…”
Sul suo profilo Instagram però la Barale precisa in merito al titolo del settimanale in merito al suo nuovo amore: ” Ma dai? Dalla faccia non si direbbe e infatti non è vero. ‘Chi’ ha scritto questo titolo, avra’ forse bevuto un po’ troppo per le feste di Natale ? e Chi” e’ la “dolce compagnia” di cui si parla nell’intervista ? Si sa, i diretti interessati sono sempre gli ultimi a sapere le notizie, ma questa notizia non c’è.. #cirisiamo. Peccato doveva essere una buona occasione per parlare d’altro.. auguri a tutti anche a “Chi” mi vuole fidanzata a tutti i costi.. #lanoia ?”

Sesso non protetto, insetti e acqua contaminata: le principali cause di infezioni estive

Punture di insetti, acqua contaminata e sesso non protetto. Sono queste le tre principali cause di infezioni che rischiano di rovinare le vacanze estive, facilitate dallo spostamento di milioni di persone. A fare il punto sono gli specialisti della Società Italiana di Malattie Infettive e Tropicali (Simit).

627x0

«Durante i viaggi e le vacanze – spiega Massimo Andreoni, responsabile dell’Unità Operativa Complessa di Malattie infettive del Policlinico Tor Vergata di Roma e past president Simit – la possibilità di avere degli incontri sessuali occasionali aumenta. Non è un caso che, nel periodo successivo a quello estivo, si registri il picco assoluto annuale di pazienti con infezioni e malattie sessualmente trasmissibili. Il preservativo è indispensabile, per qualsiasi tipo di rapporto».
Altri pericoli si nascondono nelle acque dolci e provocano la cosiddetta “diarrea del viaggiatore”, il guastafeste principale dei turisti che viaggiano in paesi dal clima caldo e a basso tenore igienico-sanitario.
«Per quanto riguarda il cibo – spiega Massimo Galli, vicepresidente Simit – quando le condizioni non sono ritenute sicure, è bene seguire quattro indicazioni semplici ma efficaci: lavalo, cuocilo, sbuccialo o dimenticalo. Mentre per le bevande, meglio limitarsi al contenuto di bottiglie sigillate ed evitare il ghiaccio perché conserva i microrganismi». Senza dimenticare di guardarsi dalle larve di schistosoma che risiedono in acque dolci.
In estate infine aumenta il rischio delle malattie trasmesse dalle punture di insetti. In particolare, per chi viaggia in paesi tropicali, le zanzare possono essere pericolose in quanto capaci di trasmettere malattie gravi quali Malaria, Dengue, Zika e Chikungunya. Ma, sottolinea Andreoni, «si deve fare attenzione anche alle punture di zecche capaci di trasmettere sia infezioni virali che batteriche. Per evitare le punture di questi insetti, coprire il più possibile le parti del corpo e usare repellenti cutanei. Infine bisogna fare attenzione alle punture di ragni e scorpioni che possono determinare lesioni fastidiose e in rari casi anche malattie sistemiche gravi».

Il virus Zika diventa emergenza internazionale. L’Oms lancia l’allarme: “Serve grande sforzo”

​Il virus Zika è un’emergenza internazionale di salute pubblica. Lo ha deciso il comitato di esperti convocato dall’Oms, che ha dato l’annuncio durante una conferenza stampa a Ginevra.

122758284-6a88fd5c-6423-491a-87ea-510dfbcabd8d

«Serve uno sforzo internazionale contro il virus», ha affermato il direttore generale Margaret Chan. «Gli esperti – ha spiegato Chan – sono stati d’accordo nell’affermare che la relazione causale tra l’infezione da virus Zika in gravidanza e la microcefalia è ‘fortemente sospetta’, anche se non è ancora scientificamente provata».  Il comitato, ha aggiunto Chan, non ritiene al momento che ci siano le condizioni per chiedere restrizioni nei viaggi o nei commerci per prevenire la diffusione del virus.

Lexi Bates, la mini-reginetta di bellezza: a 13 anni ha già vinto 25 premi

20141017_81144_lexi5Ha solo 13 anni ma in fatto di bellezza potrebbe dare lezioni a molte. Lexi Bates va ancora alle medie ma parallelamente alla carriera scolastica ne ha intrapresa un’altra che le sta dando grandi soddisfazioni: quella di reginetta di bellezza.L’adolescente di Dudley, Inghilterra, ha infatti all’attivo 25 primi premi di altrettanti concorsi di bellezza per giovanissime: tra gli altri, l’anno scorso ha vinto il titolo di «Miss Pre-Adolescente perfetta nel mondo». La sua famiglia è fiera di lei e felice di investire migliaia di sterline nell’«hobby» della figlioletta. Tra costumi e viaggi, la fissazione di Lexi per i concorsi di bellezza non è certo una spesa da poco.  Soldi ben spesi secondo la madre di Lexi, April, che giura di non averla spinta in nessun modo ad entrare nel mondo delle miss. «Lexi adora partecipare alle gare di bellezza – racconta – appena è sul palco si illumina. E’ orgogliosa di essere una reginetta e vuole essere d’esempio agli altri».  Da grande Lexi vuole fare la modella e la stilista. Nell’attesa, ha appena vinto il titolo nazionale a Birmingham. E non ha intenzione di fermarsi.

Melissa Satta da donna a donne: “Scegliete l’acconciatura giusta con me”

melissa-satta-capelli-645Melissa Satta è molto attiva sul suo sito personale. Un blog in cui dispensa consigli pratici di moda, beauty, fitness, animali domestici, viaggi. Insomma, una sorta di diario che cerca e vuole essere utile alle sue follower. Nel concreto. Nella loro vita di tutti i giorni. quasi.

«AMO GIOCARE CON I LOOK» – Melissa, la promessa sposa di Kevin Prince Boateng qui i loro scatti bollenti, firma allora una sorta di decalogo sull’acconciature più giuste. Postando le sue foto come esempi. «Oggi vi mostro le mie preferite tra quelle che ho potuto sfoggiare ultimamente! Ci sono i capelli raccolti utilizzando lacca e gel che donano un look preciso, si tratta di una pettinatura classica e pulita adatta a serate eleganti da sfoggiare con un bell’abito da sera».

CAPELLI LISCI ED EFFETTO DISORDINATO – E poi: «Il capello sciolto, lasciato naturale o estremamente liscio, è invece adatto un po’ a tutte le situazioni in cui ci si vuole sentire se stesse e naturali», afferma la Satta, «oppure, l’ultima tendenza che io adoro sono i capelli raccolti ma che sembrano disordinati e poco curati… un effetto “appena sveglia” che però è molto adatto a serate importanti e per quando si vuole creare un forte contrasto con l’abito che si indossa!». Il risultato? Magnifico, almeno su Melissa Satta. «Che ne pensate? Qual è la vostra acconciatura preferita? Divertitevi anche voi con i miei consigli!», conclude Mely.