Da Madonna alla Stone: 2018 by C. Ferragni?

Chiara Ferragni conquista il mondo. Dopo un 2017 magico dal punto di vista personale e lavorativo, sarà sicuramente anche questo un anno straordinario: il parto e il matrimonio renderanno il 2018 indimenticabile e il suo personale brand otterrà risultati di vendità encomiabili. I primi segnali per Chiara Ferragni Collection sono legati allo star system mondiale: molte vip di altissimo livello hanno dimostrato di apprezzare vestiti e accessori con l’occhietto.

C_2_box_51042_upiFoto1F (1)

L’ultima in ordine di tempo ad avere indossato un capo ideato da Chiara Ferragni è stata Madonna. Il selfie nel bagno di un aeroporto rivela l’outfit scelto per il viaggio: una felpa Chiara Ferragni Collection con cappuccio profilato di perle.
Il vero core business del marchio sono però le scarpe. Qualche settimana fa era stata Sharon Stone a farsi immortalare con un paio di sneakers firmate dalla blogger italiana. Prima di lei Heidi Klum aveva scelto i suoi sandali argentati per presentare un festival musicale. Infine, anche Katy Perry agli MTV Video Music Awards ha voluto ai piedi le scenografiche calzature glitter della collezione Find Me In Wonderland.
Chi sarà la prossima ambasciatrice per Chiara Ferragni?

Melissa Satta e Luca Argentero inaugurano lo shopping di City Life tra i selfie

A Milano, l’altra sera, tra la folla che ha invaso i cento negozi del City Life Shopping District per gli acquisti natalizi, c’erano anche Melissa Satta e Luca Argentero, rispettivamente testimonial e special guest di un brand di gioielli.

melissa-satta-playboy-5

Per l’attore e la showgirl una marea di fan a caccia di selfie. Luca, elegante e bellissimo, in total look nero con dolcevita e pantalone, si è concesso a tutte le ammiratrici in delirio. La Satta ha incantato tutti con il suo abitino nero sotto il quale si intravedevano le curve del seno.

Angelina Jolie, insolito look da teenagers

Un’inedita Angelina Jolie fotografata a Los Angeles mentre firma autografi ai fan: inedita non per il total black ma per le gambe in mostra.
Magrissima, sicura e solare, l’attrice ha indossato un minidress in maglia di Valentino, abbinato a un paio di stivaletti in pelle nera Givenchy. Le gambe esili e nervose erano esposte più di quanto la Jolie si conceda di solito.

C_2_box_46618_upiFoto1F (1)

Messa da parte l’eleganza sobria che la contraddistingue, Angelina Jolie sembra aver ritrovato la leggerezza forse momentaneamente sospesa per via malattia e dal recente divorzio da Brad Pitt. Il suo fisico perfetto, spesso tacciato di anoressia e sovente celato sotto abiti lunghi, caftani e mantelle sembra prendersi la rivincita con questo street style da teen agers.
Occhiali Christian Dior a proteggere lo sguardo, Angelina Jolie si è concessa di buon grado ai fan che le chiedevano selfie ed autografi. L’ultima sua fatica da regista, Per primo hanno ucciso mio padre, il film che racconta il genocidio cambogiano, sta avendo grande riscontro ed è stato selezionato per rappresentare la Cambogia ai premi Oscar 2018. La strada, adesso sembra tutta in discesa: forza Angelina!

Simona Ventura, compleanno romantico a Venezia con Gerò

Compleanno all’insegna del romanticismo e dell’amore per Simona Ventura. La presentatrice ha spento la sua candelina insieme al compagno Gerò Carraro in una cornice spettacolare come Venezia e ha scritto: “Si diventa più ‘maturi’… l’importante è farlo insieme @lagerla1” con tanto di cuoricino. Lui tra video e selfie ha risposto: “Ciao Amore mio happy bday”.

C_2_fotogallery_3010565_15_image

In gondola o a pranzo in laguna, la coppia si é scambiata promesse d’amore e sguardi languidi. Simona Ventura, che ha compiuto 52 anni, su Instagram ha dedicato a Carraro pensieri pieni d’affetto e passione: “Il percorso di un amore è lastricato di tante cose: emozioni forti, compromessi, sacrifici… Ma anche felicità, obbiettivi comuni e momenti indimenticabili. Avanti così @lagerla1 per il tempo che ci aspetta”.

Selfie terribilmente brutti: ecco quando è meglio evitare di scattareuna foto

framing-is-importantIl selfie è una mania che si è sviluppata negli ultima anni con una velocità impressionante. Nessuno di noi è riuscito a resistere al richiamo e, nelle più disparate situazioni si è ritrovato a scattarsene uno.

watch-out-for-kids-too

Molte volte, però, qualcosa va storto e allora il nostro selfie di trasforma in una foto ironica, un contenuto divertente e virale, un epic fail.

“Sono troppo grassa per voi?”, il duro post della commessa di H&M sulle taglie del negozio

Una dipendente di H&M prova un paio di pantaloni del negozio in cui lavora, ma qualcosa va storto. Ruth Clemens ha provato quella che doveva essere la taglia 48 di un paio di jeans, ma come mostra lei stessa in un selfie, poi pubblicato su Facebook, i pantaloni sono visibilmente troppo piccoli.

13428025_10154209496612482_4149240048216435239_n

La taglia 48 è la più grande presente in negozio, ma è decisamente ben lontana dall’essere una effettiva 48. Ruth ha così voluto far presente il problema alla casa di moda con un post sui social che è stato condiviso oltre 8 mila volte. «Cara H&M sono una taglia 44, occasionalmente una 48, così ho deciso di provare i pantaloni della taglia più grande, sicura che sarebbero entrati, invece non è stato così», scrive sulla sua pagina Facebook, «Non sono sovrappeso, non sono particolarmente alta o bassa e la mia corporatura è media. Perché stai facendo taglie non veritiere? Sono troppo grassa per la moda low cost?». Il post è stato decisamente duro ma non è tardata ad arrivare la risposta di H&M: «Siamo spiacenti per la tua esperienza negativa, il nostro interesse è far trascorrere momenti piacevoli a tutti i nostri clienti. Facciamo abbigliamento per ogni corporatura, ma i tagli possono variare a seconda del modello e del tessuto. Apprezziamo la segnalazione e provvederemo a risolvere».

Selfie più pericolosi di una lampada: ecco gli effetti sulla pelle nel tempo…

Macchie sulla pelle e rughe in aumento, scattarsi troppi selfie ha lo stesso effetto sulla pelle di una lampada.  Mehreen Baig, blogger 26enne di Londra, si scattava fino a 50 selfie al giorno per postarli sul suo blog e su Instagram. Ma con il passare del tempo, si legge sul ‘Mail online’, la giovane si è accorta di come quella luce blu (HEV) emessa da cellulari, computer portatili e tablet sia dannosa per la pelle visto l’invecchiamento precoce del suo viso.

Kim-Kardashian.png

Danni che ricordano molto da vicino quelli provocati dai raggi UVA e UVB.  La ragazza aveva notato come sul suo viso fossero comparse nuove lentiggini, i pori fossero più dilatati e le occhiaie più marcate. Il trucco era ormai diventato indispensabile per coprire certi ‘difetti’. Così ha deciso di rivolgersi al dermatologo Simon Zokaie il quale le ha spiegato in modo semplice ma dettagliato cosa può provocare la sovraesposizione alla luce HEV.  Ci sono tre fattori principali, ha spiegato l’esperto, che recano danni alla pelle: l’inquinamento, il sole e la luce HEV. La combinazione di questi tre fattori provocano calore e infiammazione sotto la pelle, rallentando la sua capacità di guarire e proteggere se stessa.  La pelle della 26enne è stata poi ‘scansionata’ da un macchinario che ha analizzato la dimensione dei pori, i danni del sole, pigmentazione, linee e rughe, l’umidità e, naturalmente, i danni luce HEV. Un’analisi approfondita dalla quale è risultato come la sua pelle fosse stata danneggiata dalla luce HEV e di quanti danni in realtà non fossero ancora visibili.  Il fatto è che la protezione solare non può proteggere la pelle dalla luce HEV, almeno per ora. La cosa migliore da fare, ha spiegato l’esperto alla ragazza, è proteggerla 24 ore su 24 con sieri e creme antiossidanti durante il giorno.

Kendall? Kylie Jenner regge il confronto!

Kylie Jenner ricasca nel selfie bombastico in costume nero: le forme prosperose messe ben in evidenza dai tagli sul tessuto, capelli turchini (o grigi) tagliati all’altezza delle spalle e volto maliziosamente nascosto, dalla chioma e dall’angolazione della foto.

Kendall-Jenner-Allure-costume-Agent-Provocateur

Kylie Jenner, l’ultima del clan Kardashian, non perde tempo e a dispetto della sua giovanissima età si mostra sui social network sempre più disnibita.

Kylie-Jenner-costume-Agent-Provocateur

Ma stavolta lo scatto non è passato inosservato per via di un precedente. Intrigante, sensuale e strizzatissimo, il costume intero Dakotta di Agent Provocateur è lo stesso che aveva indossato proprio sua sorella in un servizio fotografico per una rivista . Modella richiestissima e it girl, Kendall Jenner aveva posato a marzo per la copertina di Allure: all’interno una sua intervista, accompagnata da scatti posati di lei in costumi da bagno, che aveva fatto scalpore per la presenza di una scimmia. Prestito tra sorelle o gara di sensualità in famiglia? Probabilmente entrambi.

Dolce&Gabbana porta i selfie in passerella: la sfilata di Milano diventa social

Omaggio all’Italia al selfie show di Dolce e Gabbana: le modelle escono in passerella e si fermano per farsi uno scatto con il pubblico, che va subito online.

20150927_107607_dgselfie8

Le ragazze interpretano infatti delle turiste straniere appena sbarcate nel Belpaese, rappresentato da un set allestito con tanto di ristorante con tavolini, negozio di ceramiche e di souvenir e persino un teatro dei pupi.

20150927_107607_dgselfie5

E la collezione Italia is love è proprio un tributo al paese di monumenti come il Colosseo e di posti incantevoli come Capri o Portofino, le cui immagini da cartolina sono riprodotte su abiti, bluse, gonne e completi.

Malia Obama al Lollapalooza coi girasoli

Malia-Obama-Chicago-Lollapalooza-Music-Festival-top-gonna-American-Apparel“Chillin with Malia” lo possiamo tradurre con “Mi rilasso con Malia”. Un selfie come tanti altri, scattato al Change the Rapper, uno degli eventi del festival Lollapalooza, a Chicago: due ragazze sorridenti che si divertono tra musica e balli.

gonna-American-ApparelQuella Malia però di cognome fa Obama. E’ la figlia del presidente degli Stati Uniti, l’uomo più potente del mondo. Versione inedita dunque per la First Daughter: capelli legati in due trecce e un completo con girasoli stampati di American Apparel, composto da top corto (32 euro) e gonna a ruota (60 euro).
Stupore dei presenti alla manifestazione e critiche dei media, che ora si chiedono se i bodyguard delle sedicenne.