Guardarsi il sedere dopo la doccia e lavare capelli puliti: i segreti inconfessabili delle donne

Tutti hanno dei segreti inconfessabili e ogni donna ha dei piccoli segreti nel quotidiano che gli uomini proprio non conoscono. Tutte le donne controllano il loro fondoschiena dopo la doccia. Uno sguardo per controllare cellulite, smagliature e fare un po’ di autocritica.  Dopo la doccia spesso si utilizza la carta igienica come assorbente.

beautify-back1_0

Un rimedio temporaneo per la fase dell’asciugatura usato per evitare di macchiarsi prima ancora di potersi mettere gli slip. Correre in bagno per controllare se sono tornate le mestruazioni è un’altro piccolo segreto del mondo femminile. È capitato a tutte, almeno una volta, di aver percepito che qualcosa non andava e di dover andare in bagno per valutare se tutto era “in ordine”.  Le più prosperose hanno poi un altro segreto inconfessabile: quando si scendono le scale si tiene il seno con le mani se non si indossa il reggiseno. Tutte le donne vanno nel bagno degli uomini. Ebbene sì, quando la fila è troppo lunga e si ha prorpio urgenza la soluzione immediata è il bagno degli uomini.  Lavarsi i capelli, anche se puliti, solo perché hanno preso una brutta piega e per poterla sistemare è un altro grande segreto, così come quello di sbirciarsi il decoltè prima di uscire da casa.  Non solo il decoltè, le donne, sbriciano anche le parti intime maschili. Inutile negarlo, come l’occhio di un uomo cade sulle grazie femminili, succede anche l’opposto.

Le donne con il lato B grosso sono più intelligenti

Avete il lato b più pronunciato? Niente paura, gli scienziati di Oxford dicono che siete delle privilegiate. Si, avete capito bene.

il lato b di alessandra sorcinelliInfatti, in uno studio condotto dagli scienziati della University of Oxford e del Churchill Hospital, sono stati messi in relazione intelligenza femminile e il fondoschiena pronunciato.Secondo gli studiosi, il sedere ‘grosso’ deriva da un eccesso di grassi Omega 3, i quali favoriscono lo sviluppo del cervello.  Oltre a questo, c’è da mettere in evidenza un altro aspetto: il sedere ‘abbondante’ è legato, molto spesso, a livelli di colesterolo più bassi e aiuta il corpo a produrre ormoni che metabolizzano lo zucchero, andando a creare una difesa davvero imponente contro il diabete.

Le donne con il sedere grosso e i fianchi larghi sono più intelligenti: lo rivelo lo studio

Donne, avete i fianchi larghi e il sedere non troppo magro? Non abbiate paura: uno studio rivela che siete più intelligenti rispetto alle vostre ‘colleghe’ più slim.

C_4_foto_1075175_imageGli scienziati dell’Università di Oxford, infatti, hanno eseguito un esame su 16.000 donne sposate e ragazze madri:  “Le donne con il sedere grosso sono più intelligenti della media ed anche più sane, almeno stando ai risultati che emergono dal nostro studio. Tutto merito degli acidi grassi omega 3, che oltre a migliorare le performance intellettuali ed abbassare i livelli di colesterolo e glucosio, sarebbero i diretti responsabili dei fianchi larghi e contribuirebbero allo sviluppo dei glutei”. Ad affermarlo è stato il dottor Konstantinos Manolopoulos, coordinatore dello studio e ricercatore presso l’Università di Oxford.

Chirurgia “fai da te”, Apryl perde mani e gambe: “Non voleva un sedere piatto”

20140707_73639_apryl7Apryl Brown, canadese di 47 anni, ha imparato a sue spese che la ricerca disperata della bellezza non sempre porta i risultati sperati. La donna, infatti, ha perso le braccia, le gambe e la carne intorno alle natiche in seguito a un’iniezione di silicone nel suo posteriore. Un piccolo intervento fatto nel tentativo di sbarazzarsi del suo sedere piatto.   Brown era una parrucchiera stimata e madre felice di due figli. Un’unica fissazione: non era soddisfatta del suo lato B e lo vedeva come un difetto. Così, quando un cliente un giorno le ha offerto una iniezione di silicone a buon mercato, ha colto l’occasione. Era il 2004.”Dopo due trattamenti i miei glutei hanno cominciato a indurirsi e poi a scolorirsi – ha spiegato al Daily Mail. – Nel 2006 è iniziato il prurito e poi il dolore. Non riuscivo a dormire, non riuscivo a mangiare, non riuscivo nemmeno a concentrarmi”.
Più in là si è scoperto che alla Brown era stato iniettato un silicone di tipo industriale più comunemente usato nei bagni.Nel 2010 il ricovero in ospedale con un’infezione da stafilococco. Agli arti i segni inconfondibili della necrosi. I medici, tuttavia, sono stati in grado di salvare la vita di Apryl amputandole le mani, le gambe e la carne intorno a fianchi e ai glutei.  Apryl ha imparato la lezione e sta cercando con la sua storia di mettere in guardia le persone attratte dalla chirugia estetica ‘facile’ e a buon prezzo. Non si sa mai cosa può accadere se ci si affida alle persone sbagliate.