La nuova frontiera dei massaggi per vip. Ecco Dorothy e la “tecnica del morso”

Un rilassante massaggio, a morsi. E’ l’anomala (ma super richiesta) tecnica della massaggiatrice delle celebrità Dorothy Stein. Conosciuta come ‘Dr. Dot’ – soprannome che le ha dato Frank Zappa – la 48enne lavora esercitando profondi morsi sulla schiena dei clienti comodamente distesi sul lettino.

Dorothy SteinLa prima volta in cui ha usato professionalmente la sua particolare capacità aveva 15 anni, nel backstage di un concerto dei Def Leppard. Da giovane, infatti, la donna ha usato la sua dote per andare gratis ai concerti.  Ma il primo vero ‘morso terapeutico’ lo ha dato a 5 anni, incoraggiata dalla madre hippy. Quella volta, racconta Dorothy Stein, “lei voleva che le massaggiassi il fondoschiena ma le mie mani non erano abbastanza forti, così continuò a dirmi ‘mordimi, mordimi'”. E lei lo fece, scoprendo una dote unica. Tra i suoi clienti (presi a morsi) famosi, secondo quanto si legge sul ‘Mirror’, ci sono Kanye West, David Bowie,Rihanna, Keith Richards, Gwen Stefani, Eminem e gli Oasis. In tutta la sua carriera, tra un morso-massaggio e l’altro, ‘Dr. Dot’ ha scambiato il suo servizio con oltre 3mila concerti gratis.  Scambio alla pari che le ha permesso di crearsi una reputazione, che ora le permette di chiedere fino a 130 euro per una sessione di massaggio. Originaria del New Jersey, oggi è riuscita a creare un esercito di aspiranti ‘Dot Bots’ che si allenano nel massaggio a morsi, offrendo il servizio in tutto il mondo.

Riduce col bisturi il suo seno “extralarge”: “Mi dava dolori alla schiena e al petto”

10424250_735050846582727_2483011597002224655_nLa sua ‘malattia’ è chiamata gigantomastia e rappresenta una vera e propria ‘degenerazione’ dei seni, causata dalla produzione eccessiva di ormoni femminili.Questo provocava a Kerisha Mark, una 39enne originaria del Texas (Stati Uniti) moltissimi problemi di salute: mal di schiena, dolori lancinanti al petto, emicranie.  All’inizio la donna credeva che questo suo malessere fosse causato da altre problematiche fisiche, come un attacco di cuori e un cancro. Ma dopo una visita specialistica, i medici le hanno detto che tutto dipendeva dalla gigantomastia, una condizione eccezionalmente rara.  “Non potevo correre, saltare, o fare le attività di tutti i giorni – ha commentato Kerisha – quindi ho deciso di operarmi per migliorare la mia condizione”.  “Non ho mai visto seni più grandi – ha dichiarato il dottor Franklin Rose, il chirurgo plastico che ha operato la donna – Ora che il suo seno è ridotto, potrà vivere meglio e con più serenità. Anche ridotto, comunque, non può lamentarsi: il suo seno può fare invidia a chiunque”, ha concluso.

Bacino e gambe

La bellezza delle gambe dipende essenzialmente da tre fattori:Una corretta alimentazione, un esercizio fisico mirato costante e continuo, l’idratazione e la nutrizione della pelle.In alcuni casi tuttavia è necessaria un’attenzione ancora maggiore: varici, cellulite e smagliature rappresentano i maggiori problemi che purtroppo interessano proprio gli arti inferiori di molte donne.In questa sezione potrai approfondire ciascuno dei seguenti argomenti:esercizio 11) Sdraiarsi con le gambe unite e le braccia distese, larghe dal busto.2) Mantenere la schiena ben distesa sul pavimento.3) Allargare e flettere le ginocchia, unendo le piante dei piedi.4) Inspirare, mantenere le gambe unite e piegarle verso l’addome.5) Espirare, unendo le ginocchia e poggiare i piedi al suolo.6) Far scivolare i piedi fino a tornare nella posizione di partenza.– esercizio 21) Sdraiarsi con le gambe piegate e i piedi poggiati a terra; tenere le braccia ben larghe dal corpo.2) Far scendere lentamente le ginocchia fino a terra verso destra.3) Rilassarsi in questa posizione per qualche secondo.4) Tornare nella posizione iniziale e ripetere l’esercizio a sinistra.– esercizio 31) Sdraiarsi con le gambe unite e le braccia distese, molto larghe dal busto.2) Sollevare la gamba destra, mantenendola distesa.3) Far arrivare il piede destro a toccare la mano sinistra.4) Tornare nella posizione iniziale e fare l’esercizio con la gamba sinistra– esercizio-41) Sdraiarsi con le gambe distese e unite, le braccia allargate.2) Piegare le gambe verso sinistra, torcendo il bacino e nello stesso tempo girare la testa verso destra.3) Distendere le gambe verso sinistra.4) Riportare le gambe distese nella posizione iniziale.5) Ripetere il movimento delle gambe verso destra– esercizio-51) Sdraiarsi sul fianco destro con il braccio destro disteso sotto la testa, il braccio sinistro poggiato a terra e le gambe unite e distese.2) Piegare le gambe unite verso lo sterno.3) Distenderle leggermente sollevate.4) Piegarle di nuovo appoggiate a terra e distenderle di nuovo, sempre appoggiate a terra.5) Fare attenzione che durante l’esercizio i muscoli di schiena e addome lavorino correttamente.– esercizio-61) Sdraiarsi sul fianco destro con il braccio destro disteso sotto la testa, il braccio sinistro poggiato a terra; la gamba sinistra piegata e poggiata a terra.2) Distendere la gamba sinistra e portarla verso dietro.3) Mettere la gamba in asse con il corpo e alzarla.4) Riportare la gamba nella posizione di partenza e rilassarsi.5) Durante tutto l’esercizio la schiena non deve essere inarcata.6) Si può semplificare l’esercizio iniziando con entrambe le gambe distese, alzando lentamente la sinistra e riportandola in posizione iniziale.7) Ripetere sull’altro fianco.– esercizio-71) Sdraiarsi unendo le gambe e allargando le braccia.2) Far salire il piede destro fino all’altezza del ginocchio sinistro, muovendo la coscia destra verso l’esterno.3) Tornare nella posizione iniziale.4) Ripetere il movimento, facendo ruotare però la coscia destra verso l’interno e portando il piede destro verso l’esterno.5) Ripetere i due esercizi con la gamba sinistra– esercizio_81) Mettersi in ginocchio con le braccia alzate e la schiena dritta.2) Portando le braccia a sinistra, sedersi a destra dei piedi.3) Tornare in ginocchio e ripetere l’esercizio per l’altro lato.