Se i capelli sono sottili e “svolazzanti”

E’ perfetto il taglio a caschetto che arriva appena sotto le orecchie, diritto e netto. Alcuni parrucchieri realizzano un “effetto degradé” interno cioè con i ciuffi all’altezza della nuca e ai lati del viso più corti. In questo caso le ciocche esterne vengono sostenute e l’acconciatura risulta più vaporosa acquistando un effetto leggero e fluttuante caratteristico delle chiome più folte.
Se oltre ad essere fini i capelli sono anche deboli e particolarmente inconsistenti, si può migliorare il risultato finale puntando su tagli scalati mentre sono da evitare quelli sfilati anche se vanno molto di moda, perchè impoveriscono e alleggeriscono eccessivamente la capigliatura.
Quando i capelli sono sottili bisogna puntare su prodotti con formule ristrutturanti in grado di fornire sostegno, specialmente alle radici. Indispensabile anche la lacca che, vaporizzata alle radici dona maggiore volume all’acconciatura.
Consiglio:
Dopo il brushing utilizzare il phon con getti di aria fredda per fissare la piega