Genova, è arrivata la zanzara coreana: “Pericolosa e resiste al freddo”

Per la prima volta la zanzara ‘coreana’, molto simile alla ‘tigre’ e in grado di trasmettere all’uomo malattie, è arrivata in Liguria. Lo rilevano l’Istituto Zooprofilattico e la Regione dopo aver compiuto un monitoraggio.La zanzara coreana (Aedes koreicus), specie d’origine asiatica mai segnalata finora in Liguria, è arrivata in Italia nel 2011. Da allora è stata censita in Veneto, Trentino-Alto Adige, Friuli-Venezia Giulia e Lombardia.

Esemplare-di-zanzara-coreana_imagefull

La sorveglianza ha permesso di intercettare precocemente l’arrivo della nuova specie di zanzara, al momento la presenza della zanzara coreana sembra essere limitata ad un solo quartiere di Genova (zona portuale), ma non si può escludere una sua maggiore diffusione.
Da giugno in Liguria l’Istituto ha analizzato le zanzare tigre catturate da 21 trappole posizionate in luoghi a maggior rischio, nessun esemplare è risultato positivo al virus Zika. COSA SI RICHIA Come detto la zanzara ‘coreana’ è potenzialmente perciolosa, è poco aggressiva, ma resiste al freddo. Se infetta, può trasmettere altri morbi della famiglia cosiddetta Flaviviridae. I più gravi sono l’Encefalite giapponese (nell’uomo) e la Dirofilariosi (negli animali, cani e gatti compresi).

Piumini invernali: riparano dal freddo e sono sempre di tendenza

La tendenza è, ormai dalla scorsa stagione, un vero classico.Parliamo del piumino, capospalla tanto amato quanto detestato che, nel corso degli anni, è tornato più volte in voga.Per le strade lo incontriamo nella nuance del verde pisello, corto e sportivo, si porta con un paio di skinny jeans.

C_4_foto_1237291_imageNon mancano le versioni nere, più o meno lunghe e più o meno imbottite, caratterizzano sia i look più semplici che quelli più sofisticati, come i due sfoggiati dalle modelle con pantaloni in pelle.

C_4_articolo_2078028__ImageGallery__imageGalleryItem_0_image C’è anche chi preferisce il pattern, oppure in versione patchwork e ancora double face con interno arancione ed esterno celeste. Le alternative che potrete acquistare sono di Acne Studios, con elastico stringibile in vita, a bomber in pelle imbottito di Burberry Brit oppure con cappuccio, e silhouette più tecnica di Duvetica.

C_4_foto_1237286_imageSe vi piacciono i classici, per voi c’è il piumino blu navy di Moncler, e come opzione bizzarra quello con stampa fotografica di Peter Pilotto o mimetico di Valentino.

Idratare e massaggiare il viso

pelle,pelle tendenzialmente secca, palpebra,attaccatura dei capelli,guance,zigomi,fredo,freddo, vento, sole, zigomi,principi attivi,crema specifica,idratanti, rivitalizzanti,elementi nutritivi, vitamine,  vegetali, pelle fresca e tonica, pelle sensibile, Per una pelle più bella e per ottenere dei buoni risultati, (che con un po’ di costanza si apprezzano giorno dopo giorno!) è indispensabile prima di tutto scegliere con cura il tipo di crema giusto!
Ricorda infatti di usare al mattino un tipo di crema idratante, mentre alla sera scegli prodotti nutrienti, che possano donare sollievo e morbidezza alla tua pelle!

La scelta dell’idratante giusto
1) Se hai la pelle normale e non particolarmente sensibile
scegli idratanti a base di principi umettanti (ad esempio: estratto di latte di cocco e glicerina), di grassi e principi che aiutano la pelle a trattenere l’acqua, indispensabile per mantenere la pelle fresca e tonica.

2) Se hai la pelle tendenzialmente secca
puoi usare idratanti dalla formula arricchita con principi nutrienti (ad esempio: oli vegetali, karité, latte di riso e ceramidi) per aumentare l’idratazione della pelle e tenerla sempre tonica ed elastica.

3) Se la tua pelle è molto stressata e secca
e subisce gli effetti degli agenti atmosferici (freddo, vento, sole …) ti consigliamo trattamenti più energizzanti dei normali idratanti.
In questo caso esistono creme idratanti a base di elementi nutritivi come vitamine, oligoelementi (ad esempio: ferro, rame, zinco, magnesio) efficacissime come tonici e rivitalizzanti.

L’importanza del massaggio del viso
Massaggiare la pelle del viso nel modo giusto aiuta il perfetto assorbimento della crema idratante o nutriente in modo che i principi attivi contenuti riescano ad agire al meglio!
La crema va applicata con un delicato massaggio, da effettuare con i polpastrelli, che vada a seguire la direzione dei muscoli: dall’interno verso l’esterno e dal basso verso l’alto.

Segui i nostri consigli!
• fronte: stendi la crema tra le sopracciglia e massaggia in direzione dell’attaccatura dei capelli.
• contorno occhi: massaggia molto delicatamente, utilizzando una crema specifica, sulla palpebra inferiore dall’angolo interno dell’occhio verso l’esterno, continuando il movimento sulla palpebra superiore verso l’angolo interno.
• guance: applica la crema sugli angoli della bocca e del labbro superiore, eseguendo il massaggio con movimenti circolari verso gli zigomi.
• mento: distendi la crema dal centro in direzione delle orecchie.
• collo: massaggia con movimenti circolari dall’alto verso il basso e dall’interno verso l’esterno.

L’olio naturale giusto per la tua pelle

Gli oli di origine vegetale sono da sempre un punto fermo nel benessere e della cura personale, ma negli ultimi anni stanno vivendo un vero e proprio boom. Ci aiutano a rendere la pelle più elastica a idratare i punti più critici come mani, piedi, décolleté che possono essere inariditi da sole, vento, freddo.L’olio_naturale_giusto_per_la-2b22eb10f1802da689f4d37a6543afca.jpgGli oli naturali, ricavati da piante e fiori, offrono il vantaggio di garantire una protezione dolce, adatta anche alle pelle più sensibile poiché non contengono conservanti o elementi chimici.image-articolo-a-ogni-pelle-il-suo-olio.jpgConoscere gli oli vegetaliIl componente principale, quello che determina i benefici di questi prodotti cosmetici, è la ‘frazione insaponabile’ cioè quella parte dell’olio che a contatto con la soda non si trasforma in sapone. Questo componente è foto protettivo e ricco di fitosteroli, vitamine lipofile come il betacarotene ma anche lo squalene che stimola la formazione di nuovo collegane e favorisce la rigenerazione cellulare. Vitamina E ed acidi grassi essenziali sono gli altri ingredienti che contribuiscono a rendere gli oli cosmetici dei potenti anti–age.Gli oli sono quindi fondamentali per riportare benessere nelle pelli troppo secche oppure opache grazie alla loro azione emolliente e restituiva. Sono gli acidi grassi a fare da collante nello strato più profondo della pelle, rinforzano anche le cellule dello strato più superficiale e diminuiscono le perdite d’acqua. Questi prodotti sono anche molto utili per eseguire un massaggio tonificante o drenante ma donano lucentezza anche ai capelli secchi ed alle chiome dai colori spenti.I vari tipi di oli e i loro beneficiOlio di macadamia – è un rinforzante della pellicola idrolipidicaOlio di borragine – cementa il tessuto intracellulareOlio di argan – difende dalle aggressioni ambientali e dalla secchezza cutaneaOlio di enotera – indicato per lenire i rossori dopo la depilazioneOlio di mandorle dolci – ottimo per calmare il prurito e prevenire le smagliatureOlio di kigelia africana – contrasta il rilassamento della cute delicata del senoOlio di crusca – agisce come filtro UVAOlio di palma – è ricco di betacarotene.Trucchi e consigli utiliL’olio può anche venire aggiunto allo stato puro alla crema idratante quotidiana per il viso nella dose di 2/3 gocce. Molto indicati sono gli oli di argan o jojoba che hanno un effetto rigenerante mentre nel caso la pelle tenda ad essere grassa bisogna preferire le formulazioni che contengono essenze aromatiche come il limone che ha un’azione sebo-normalizzante. Le pelli più mature troveranno beneficio nell’olio di elicriso che agisce come elasticizzante.Sui capelli sono indicati impacchi di oli specifici come quello di lino, alle mandorle dolci e monoi, una miscela di olio di cocco e fiori polinesiani: bastano alcune gocce sui capelli asciutti da avvolgere poi in un asciugamano per 15 minuti, al termine si procede allo shampoo abituale.Perché non perda la sua efficacia l’olio cosmetico va conservato al buio e lontano da fonti di calore.