Natalia Estrada, la nuova vita dopo ‘Il Ciclone’: ecco come vive oggi lontano dalla tv

Che fine ha fatto Natalia Estrada? Se avete avuto un po’ di nostalgia nel rivederla ne Il ciclone andato in onda il 26 dicembre su Italia 1, sappiate che l’ex showgirl ha cambiato completamente vita. Ecco cosa fa da qualche anno a questa parte.
Anno dopo anno – in seguito alla fine della storia d’amore con Paolo Berlusconi, durata dal 2001 al 2006 – la bella Natalia si è allontanata (e disintossicata) dal mondo dello spettacolo. Da qualche anno a questa parte, infatti, vive in un ranch immerso nella natura e circondata dai suoi adorati cavalli.

natalia-estrada-lascia-la-tv-638x425

Come scriveva nel 2014 a DiPiù, in una lettera indirizzata al suo amico giornalista Gigi Reggi, ora è una cavallerizza affermata che non ha più nulla a che fare con la televisione:
“A casa non ho la TV, non vado in città a prendere aperitivi o a fare la spesa. Vivo in campagna con cani, cavalli e bestiame. Nei fine settimana – continua – mio marito e io ci spostiamo per l’Italia tenendo corsi di equitazione”.
Appese le scarpette al chiodo, Natalia Estrada oggi si dedica con tutta se stessa al benessere dei suoi animali e ha un rapporto tutto particolare con i cavalli che monta.
“Mi auguro che qualcuno, pur non avendo contatto con i cavalli, riesca a capire quanta cultura e ricchezza ci sono nell’andare a cavallo, nel praticare l’equitazione, così potrei smettere di dovere spiegare e quasi giustificare come è la mia quotidianità”.

Miss Italia 2017, vince la 21enne Alice Rachele Arlanch

Si chiama Alice Rachele Arlanch, ha 21 anni e arriva da un piccolo paesino del Trentino Alto Adige: è lei la Miss Italia 2017. Alice Rachele, numero 29 e miss Trentino Alto Adige, è stata la più votata tra le trenta ragazze giunte alla finale. Al secondo posto la 18enne Laura Codén, arrivata da Jesolo con la fascia di Miss Romagna (n.29). A lanciare l’appello finale per l’ultimo voto sono state, per la prima volta, le mamme delle due concorrenti.

alice-rachele-arlanch-foto-680x400

La prima dichiarazione: “Sono distrutta, ma felice” – Alice Rachele ha affidato a Instagram Stories la prima dichiarazione “ufficiale” dopo essere stata coronata Miss Italia: “Sono distrutta, veramente stanca morta, ma sono altrettanto felice. Ringrazio tutte le persone che mi hanno scritto e che mi hanno sostenuto. Vi mando un bacione!”. Infine la 21enne, facendo vedere la corona tra le sue mani, sussurra: “E’ mia!”.
La nuova miss arriva da un paesino di 14 anime – Studentessa di giurisprudenza con il sogno di diventare avvocato per tutelare i diritti delle minoranze, Alice arriva da una piccola frazione del comune di Vallarsa (Tn), un paesino di sole 14 anime. Dopo avere praticato nuoto per molti anni fin da piccolissima, ora si dedica alla corsa e alla palestra per mantenersi in forma. Tifosa del Milan e amante dei viaggi, ha da poco comprato una macchina fotografica professionale che le piacerebbe imparare ad usare. Ha la fobia dei serpenti.
La 21enne – fidanzata con Andrea – si ispira ad Angelina Jolie, e si definisce “creativa e intraprendente”. Ama inoltre cantare, anche se “completamente stonata”. A proposito del titolo, la nuova Miss Italia confessa: “Per me la bellezza non è un fattore esclusivamente esteriore, contano le doti caratteriali e di spirito, ma anche l’intelligenza e la cultura. Voglio rappresentare questo modello femminile per sfatare lo stereotipo secondo il quale la donna bella sarebbe priva di sostanza”.
Terza classificata Samira, di origine senegalese – Samira Lui, la 19enne di Udine figlia di mamma italiana e papà senegalese, ha sfiorato il sogno di diventare Miss Italia come fu per Denny Mendez, unica reginetta di bellezza italiana di colore. La ragazza, premiata come Miss Italia chef, è stata incoraggiata da Christian De Sica a studiare cinema per la sua innata simpatia e spontaneità.
Alice Rachele è la seconda miss dal Trentino – Con Alice Rachele il Trentino conquista il titolo per la seconda volta nella storia del concorso, dopo la vittoria di Claudia Andreatti nel 2006. La Sicilia, invece, continua a guidare la classifica delle Regioni con maggiori bellezze (ben 11 vincitrici a Miss Italia); seguono il Lazio e la Lombardia con 10, il Veneto con 6, il Friuli e la Calabria con 5, il Piemonte e la Toscana con 4, Campagna e Marche con 3, Emilia Romagna, Liguria, Sardegna e Umbria con 2, Puglia e Abruzzo con una sola miss.

Sesso anale pericoloso? Ecco cosa dice l’esperto

Il sesso anale, croce e delizia degli amanti più focosi, è tuttora uno dei tabù della cultura contemporanea. Il sessuologo Roberto Bernorio risponde al quesito più diffuso e che tiene ancora in bilico gli indecisi: “Si tratta di una pratica pericolosa?”. Ecco cosa dice l’esperto. “La sessualità anale viene spesso affrontata con una certa difficoltà perfino dagli esperti del settore a causa di un’influenza culturale negativa che negli anni l’ha circondata di tabù.
La visione giudaico cristiana l’ha sempre considerata un comportamento anomalo, deviato, che andava contro natura sia per l’utilizzo improprio di una parte del corpo deputata ad altro sia per la disgiunzione dalla finalità riproduttiva della sessualità.

ridere-insieme

Eppure riferimenti a questo tipo di pratica sono presenti nei reperti storici più antichi: la sessualità anale è da sempre parte del repertorio comportamentale della specie umana. Alcuni considerano i rapporti anali come qualcosa di sporco perché coinvolgono una parte del corpo deputata all’eliminazione di escrementi, altri ancora la considerano una forma di prevaricazione convinti che chi li riceve subisca la cosa (con dolore) solo per appagare la soddisfazione ed il piacere di chi li agisce. Le cose non stanno propriamente così e spesso la penetrazione anale viene vissuta come estremamente piacevole anche da chi la riceve, a patto che la cosa avvenga con la dovuta attenzione e delicatezza. Considerando che l’introito anale non è in grado di lubrificarsi è necessario compensare questa carenza con un umettante artificiale; inoltre la distensione dei fasci muscolari peri anali, per non suscitare dolore, deve essere effettuata il più progressivamente possibile. Diciamo che questo è un tipo di rapporto in cui l’affiatamento e la capacità comunicativa tra i due partner sono importantissimi. Il piacere si genera sia per componenti fisiche che psicologiche. Dal punto di vista anatomico la regione anale è riccamente innervata dai rami del nervo pudendo, lo stesso che trasporta le sensazioni di piacere provenienti dai genitali esterni; da qui la possibilità neurofisiologica di trarre piacere da un’adeguata stimolazione di questa zona. Dal punto di vista psicologico, il rapporto anale può avere valenze di trasgressività, di intenso scambio intimo, di completa fusione con l’altro che ne condizionano il vissuto esperienziale positivo. Ricordati però che il sesso anale necessita di protezione con il preservativo per evitare malattie a trasmissione sessuale che trovano in questa modalità una più probabile modalità di contagio. Molte malattie sessualmente trasmissibili, infatti, si contagiano attraverso il sesso anale. Altri problemi che possono emergere possono essere infezioni, lesioni o ematomi. L’uso di un lubrificante e delle giuste precauzioni, per questa ragione è molto importante”.

Gli uomini intelligenti preferiscono una partner con il seno piccolo: ecco perché

Gli uomini intelligenti preferiscono le donne con un seno piccolo. È la rivincita delle donne non formose quella spiegata dai ricercatori di Psychology Today che affermano come gli uomini mentalmente più sviluppati e colti prediligano una partner con un seno più piccolo.  Il motivo non è solo sociale, e quindi legato all’apparenza e al desiderio di voler “mostrare” una donna più bella ma psicologico.

vantaggi-seno-piccolo-6

Gli uomini a cui piacciono le donne con il seno piccolo hanno un minor fabbisogno materiale, vale a dire che si sentono realizzati e completi, mentre a prediligere le donne più formose sono gli uomini con cultura minore e che ricoprono, lavorativamente parlando, impieghi di minore pregio e responsabilità.  La ricerca ha dimostrato che gli uomini che prediligono donne longilinee e dall’aspetto raffinato sono solitamete più ricchi della media, tutto il contrario si predilige in caso di stipendi più bassi, come se il corpo femminile desse loro il senso di opulenza che materialmente manca.