Dieci strategie per svegliare il metabolismo

Con la bella stagione la stanchezza si fa sentire? Fra le cause alla base della spossatezza è facile riscontrare una carenza di magnesio, in grado di influire sul cattivo umore e la concentrazione. Scegliere gli alimenti giusti è la chiave per trovare un nuovo equilibrio. Migliora l’alimentazione e scopri come dare la sveglia al metabolismo grazie a una dieta in grado di darti energia.

uid_15018172d76.650.340

1 MAGNESIO – Voglia di dolci accompagnata da un costante senso di stanchezza? Potresti avere una carenza di magnesio. Punta su frutta secca, yogurt e vegetali da consumare crudi. In borsa tieni una banana, ricca di potassio e in grado di aiutarti a superare gli attacchi di fame.
2 CONDIMENTI – Olio extravergine di oliva, ma non solo. Zenzero fresco, rafano (tipico nella cucina giapponese), aglio, erbe aromatiche e cipolla ti aiutano a condire con gusto e semplicità. Attenzione, leggi con attenzione l’etichetta prima di scegliere le salse a base di aceto balsamico: molte contengono zucchero! Meglio scegliere l’aceto balsamico originale.
3 COLAZIONE – A colazione per iniziare la giornata con energia puoi sfruttare le proprietà idratanti e nutrienti dello yogurt, da accompagnare con frutta fresca a pezzi, fiocchi d’avena, un cucchiaio di miele e tè verde o una tazzina di caffè.
4 ATTENZIONE – Le insalatone rischiano di trasformarsi in una bomba calorica quando si esagera con gli ingredienti: impara a scegliere cotture sane e punta sulla moderazione. Aggiungi nell’insalata semi, avocado, mandorle, nocciole, pistacchi ma… non tutti insieme!
5 NO AL DIGIUNO – Vietato saltare i pasti. Se nell’ultimo periodo senti di aver esagerato cogli l’occasione per facilitare il lavoro del fegato: sì a zuppe calde e fredde, succhi di frutta al naturale, frullati, tè e tisane non zuccherate, centrifugati di vegetali e frutta.
6 MENO… PIÙ – Meno sale, più erbe aromatiche e spezie. Meno zucchero, più miele: un’alternativa sana, in grado di rafforzare le difese immunitarie e agire da antibiotico naturale. Il caffè? Amaro, grazie. Riscopri le buone abitudini e il gusto dei sapori al naturale.
7 CEREALI INTEGRALI – Le farine raffinate sono prive di nutrienti fondamentali e possono aumentare il rischio di allergie, intolleranze, spossatezza, cali d’energia. Sperimenta cereali integrali e nuove alternative con farro, avena, amaranto, quinoa. Grazie alla cucina naturale ti senti sazia a lungo e riscopri alti livelli di energia.
8 PIATTO COLORATISSIMO – Verdure al vapore con il pesce, legumi in insalata, erbe aromatiche, un piatto di pasta con un cucchiaio di olio extravergine a crudo, peperoncino, aglio e basilico: la cultura del Mediterraneo è una medicina naturale ricca di antiossidanti e qualità. L’importante è… usare la moderazione!
9 MANGIA! – Secondo le ricerche mangiare entro mezzora dopo il risveglio e prima dell’attività sportiva aiuta il metabolismo. A metà mattina e durante il pomeriggio prevedi due spuntini a base di frutta di stagione o yogurt.
10 SCEGLI LA QUALITA’ – Cucinare con le proprie mani ti consente di ridurre sale e grassi, oltre a incrementare la possibilità di scegliere cibi di qualità più alta, evitando i prodotti già pronti. Alcolici, cotture elaborate e alimenti con un’alta quantità di zucchero o sale dovrebbero costituire il menù speciale di un giorno di festa anziché l’abitudine. Muoviti ogni giorno, mangia solo quando hai fame, nutriti con una cucina semplice e naturale, ricca di erbe aromatiche e spezie: ti sentirai in forma e piena d’energia.

Capelli e alimentazione

La salute dei capelli passa anche dalla tavola.
Una dieta equilibrata, variata e povera di grassi saturi costituisce un’importante premessa per mantenerli sani,
forti e lucenti e per prevenire la loro caduta e mantenere
nel tempo l’intensità del colore naturale.
Carenze dietetiche e squilibri alimentari, uniti a stress, consumo di alcolici e fumo, sono invece fattori che ne possono minare la salute e, di conseguenza, anche la bellezza.
I capelli sono costituiti prevalentemente da proteine, la
cistina e la lisina, due aminoacidi essenziali. La parte restante, invece, è costituita da acqua, lipidi, pigmenti
e oligoelementi. Il termine essenziali indica l’incapacità dell’organismo di sintetizzarli, è necessario, pertanto,
che la nostra dieta fornisca ai capelli le stesse sostanze di cui sono composti, favorendo in questo modo il loro stato di salute.
Gli alimenti che favoriscono maggiormente la salute e la bellezza dei capelli sono quelli che contengono vitamine, proteine e zuccheri integrali.

Le vitamine più importanti per i capelli sono:

    – La vitamina A, presente principalmente nel tuorlo d’uovo, nel fegato, nei pesci grassi, nelle verdure a foglia verde e nei latticini, fondamentale anche per la salute della pelle.
    – La vitamina B2, presente nelle uova, nel lievito di birra, nei latticini, nei broccoli e nei fagiolini, regola la secrezione sebacea e favorisce il ricambio cellulare.
   vitamine,minerali e oligoelementi utili per la salute dei capelli,capelli opachi,capelli grassi,vitamina b2,antiossidanti – La vitamina B4, presente nella carne, nei cereali, nel tuorlo d’uovo, nelle patate, nei cavoli e nei pomodori, regola l’attività del follicolo pilifero. – La vitamina B5, presente nel fegato, nelle uova, nelle arachidi, nei funghi e nei broccoli, contribuisce ad aumentare la robustezza e ad accelerare la crescita dei capelli.
    – La vitamina E, presente negli oli vegetali, nei cereali integrali e nel germe di grano, è in grado di contrastare i radicali liberi, responsabili dell’invecchiamento e della caduta dei capelli.

Altrettanto indispensabili sono i minerali e gli oligoelementi come:

    – Ferro, indispensabile per l’ossigenazione dei tessuti e del cuoio capelluto. Carne rossa, spinaci e frutta secca ne sono ricchi.
    – Zinco, presente nei fagioli secchi, nella carne e nel pesce, favorisce la crescita fisiologica dei capelli.
    – Zolfo, di cui è ricco il germe di grano, rende i capelli lucidi e soffici.
    – Rame, contribuisce alla formazione della melanina importante per la colorazione dei capelli. Lo si trova negli spinaci, nei crostacei e nelle patate.

Anche gli zuccheri rivestono un ruolo importante nel mantenimento di una chioma forte e sana. È preferibile sceglierli integrali, come la pasta e il riso, e limitare quelli raffinati presenti soprattutto nei dolci.
Una dieta povera di vitamine, minerali, proteine ed oligoelementi può ridurre il diametro del bulbo dei capelli provocandone un’atrofia, e, se la carenza di queste sostanze è cronica, gli effetti sono ancora più gravi.

La dieta per avere capelli sani
Per curare e migliorare la salute dei nostri capelli, possiamo servirci dell’alimentazione a nostro favore. Anche se non esistono cibi in grado di arrestare la caduta dei capelli, che va curata da dermatologi e tricologi, l’alimentazione gioca un ruolo fondamentale par la salute di tutto l’organismo, compresi i capelli. Una dieta bilanciata e ricca di sostanze nutrienti è in grado, quindi, di mantenerli sempre sani e in forma.

Ecco alcuni alimenti consigliati per affrontare a tavola le più diffuse problematiche dei capelli:

    – Caduta: germe di grano fresco e olio di germe di grano, semi e olio di girasole, nocciole, mandorle e olio di mandorle, cereali integrali, tuorlo d’uovo e fegato di merluzzo. Tutti questi alimenti sono ricchi di vitamina E, in grado di contrastare i radicali liberi e di prevenire la calvizie.
    – Forfora: se la cute è coperta di forfora, in alcuni casi la situazione può risolversi con l’assunzione di Selenio, che, non deve però superare i 55 mcg al giorno, ne sono ricchi il germe di grano, il lievito di birra, carne e pesce.
    – Capelli opachi: indispensabili sono Colina e Inositolo, che, associati alle vitamine del gruppo B, in particolare Biotina e Acido Pantotecnico, ridanno tono alla capigliatura prevenendone lo sfibramento. Questi elementi sono contenuti nel lievito di birra, nei cereali integrali non trattati e negli agrumi.
    – Capelli grassi: è utile la vitamina B2, contenuta nel miglio integrale, nel lievito di birra, nei pinoli, nelle arachidi, nelle noci, nei pistacchi e nel germe di grano.
    – Capelli bianchi: non esistono cibi in grado di arrestare l’incanutimento dei capelli, tuttavia esistono alimenti che contengono un’elevata percentuale di antiossidanti che svoglono un’attività anti-radicali liberi, cioè anti-invecchiamento. Tè verde, fragole, mirtilli, uva nera, cavolo verde, spinaci e olio d’oliva sono alcuni degli alimenti più ricchi di antiossidanti.