Seno e lato B, grandi o piccoli? Ecco cosa preferiscono gli uomini intelligenti

Décolleté prosperoso e lato B a mandolino, secondo il sentire comune sarebbero questi i canoni della bellezza. Ma per la scienza non è proprio così.  Il giornalista Michele Monina in un articolo sul Fatto Quotidiano ha fatto il punto della situazione, sostenendo che gli uomini intelligenti preferirebbero un seno piccolo e un sedere grande.

gisele (1)

“Gli uomini più intelligenti – afferma – sono quelli che si concentrano sui culi grossi e le tette piccole. Lo dicono gli scienziati, noi non siamo scienziati, ma giornalisti, quindi ci limitiamo a riportare la cosa, accompagnando il tutto con un segno di compiaciuto assenso. Il seno piccolo è più sensibile e delicato, non è mai volgare. Se vediamo una bella donna con una piccola scollatura, dobbiamo chiederci, sempre che abbia senso porsi certe domande, se è naturale, o se è ricorsa alla chirurgia estetica. Il seno piccolo è più sincero ed elegante e non invecchia mai. I grossi seni invece stanno lì, sotto gli occhi di tutti, si vantano, quasi, distraggono, cercano vanesiamente di attirare l’attenzione. Ricordano il porno e quindi fanno finire tutto nel volgare”.  E infine il giornalista conclude con una considerazione sul lato B. “Il culo grosso è il vero senso delle forme italiane. È sincero e non si deturpa. Quindi gli uomini intelligenti sanno cosa devono cercare e apprezzare in una vera donna”.