Capelli ricci e morbidi

Il taglio giusto perchè non assumano un aspetto arruffato è quello che consente di mantere un certo “peso”. Un carrè che arriva alle spalle è il taglio ideale, facile da mantenere. Un taglio così permette al parrucchiere il maggior numero di variazioni, scalando alcune ciocche per arrotondare il volume della capigliatura ed evitare l’effetto a triangolo che indurisce i lineamenti del viso.capelli-ricci-e-morbidi.jpg
I capelli ricci sono naturalmente più secchi di quelli dritti. Occorre quindi utilizzare specialità ricche e nutrienti, dallo shampoo al balsamo, ai prodotti modellanti per renderli morbidi e brillanti.
Per asciugare i capelli ricci usare un phon con moderatore di temperatura in modo che il getto non sia troppo caldo. L’asciugatura deve essere eseguita sollevando le radici e lasciando che le punte si asciughino da sole per evitare che “sparino in fuori”. Il prodotto ideale che modella e disciplina i ricci è la mousse: da applicare sia sulle ciocche ancora umide dopo lo shampoo sia sui capelli asciutti per definire ancora di più il risultato finale.

Se i capelli sono grossi e spessi

Da evitare i tagli geometrici, che non risultano mai perfetti quando i capelli sono grossi e spessi. Se sono dritti, corti e di media lunghezza, si può cambiare l’acconciatura scegliendo un taglio leggercapelli-grossi-300x225.jpgmente scalato realizzato dal parrucchiere con particolari forbici dentate. Se invece sono lunghi e ricci, è meglio sfoltirli, più che tagliarli. soprattutto intorno al viso proprio per evitare l’effetto “casco” creato da una capigliatura eccessivamente voluminosa. Per rendere i capelli grossi più docili è bene utilizzare principalmente maschere e impacchi dall’effetto ammorbidente.
Consiglio:
Applicare il balsamo sui capelli asciutti, prima di lavarli. E’ un modo per nutrirli, ma anche per renderli ancora più docili senza però appesantirli. Procedere poi con l’abituale lavaggio: shampoo e ancora balsamo.