Il sesso orale può aumentare il rischio di cancro a testa e collo. Lo studio choc

Non solo tumore alla gola, come quello che ha colpito l’attore Michael Douglas. Il sesso orale può favorire la diffusione di virus che possono causare i tumori di testa e collo. La ricerca, riferisce l’Independent, mostra una forte connessione tra il Papillomavirus umano (Hpv), che può trasmettersi attraverso il sesso orale, e i tumori di testa e collo. Il virus può aumentare il pericolo di contrarre queste neoplasie di 7 volte.

20141015_c4_1397391582-sesso

La ricerca è stata condotta sulla base di due studi che hanno coinvolto circa 97 mila persone, dagli scienziati dell’Albert Einstein College of Medicine di New York, ed è pubblicata online su ‘Jama Oncology’. Tutte le persone coinvolte hanno fornito campioni di saliva per dimostrare che non presentavano tumori. Poi i ricercatori hanno esaminato i partecipanti nei successivi 4 anni, scoprendo 132 casi di tumori di testa e collo. Ogni paziente è stato confrontato con tre volontari sani.  I ricercatori hanno scoperto che le persone che avevano l’Hpv-16 nei primi campioni orali erano 22 volte più a rischio di sviluppare un tumore orofaringeo. L’Hpv però è all’origine anche del 70% dei tumori di testa e collo, secondo gli esperti. Il nuovo studio è il primo a mostrare che questo virus precede anche questo tipo di cancro.

“Gli uomini preferiscono morire di fame che rinunciare al sesso”. Ecco la ricerca choc

Per tutte le donne che pensavano che i maschietti hanno un solo pensiero fisso, arriva la scienza a dar loro ragione. Infatti secondo uno studio dello University College e dell’Albert Einstein College of Medicine di Londra, gli uomini rinuncerebbero anche a mangiare pur di fare sesso. Insomma, una vera e propria ossessione.

Tradimento

La ricerca è stata condotta su vermi Nematodi e pare che solo negli esemplari maschi ci siano dei neuroni che farebbero preferire l’accoppiamento alla nutrizione. In pratica i vermi preferirebbero morire di fame piuttosto che rinunciare al sesso. Al momento l’analisi è stata condotta solo su animali da laboratorio, ma gli scienziati concordano sul fatto che questa ricerca possa “fornire una prospettiva per comprendere meglio le differenze tra i sessi, l’orientamento sessuale e l’identificazione di genere”. Anche nel caso di maschietti umani.

Fantasie erotiche: imparare a raccontarle fa bene al sesso

Secondo le statistiche le donne disposte a rivelare ai compagni le fantasie erotiche costituiscono una piccola minoranza. Anche fra i maschietti questo argomento costituisce di frequente un vero e proprio tabù sessuale. I motivi?

C_4_foto_1169729_image

Oggi si parla con più facilità di sesso, ma eliminare il retaggio secolare dell’educazione di un tempo non è facile. E il tipo di produzione culturale attuale non aiuta perché le scene dei film sono distanti dalla vita reale. Ecco perché è importante distinguere i siparietti ad alto tasso erotico del grande schermo e l’eros della vita di coppia nella realtà quotidiana. Il primo passo da fare? Inizia a cambiare la comunicazione fra te e il partner.

UN AIUTO PER IL PIACERE – Le fantasie erotiche ci mettono in contatto con un territorio inconscio in cui vige la regola del “come se”. È grazie all’immagine se una certa situazione può approdare alle emozioni di un’esperienza a tutto tondo. L’effetto? Una vera e propria operazione di autoerotismo a livello mentale che possiede importanti conseguenze anche a livello fisico. La situazione, benché puramente immaginaria, produce un eccitamento in grado di migliorare la lubrificazione femminile e comportare l’erezione nell’uomo.

QUANDO IL SESSO È DIFFICILE – Dai dati si evince che circa il 30% delle donne presenta problemi di anorgasmia o ha difficoltà a raggiungere l’orgasmo: problematica che scende al 5% per la fascia maschile. L’immaginario erotico è saldamente legato al piacere e può costituire un aiuto importante nel facilitare l’orgasmo, tuttavia di frequente non si tiene conto di questo aspetto, fondamentale per una vita sessuale felice. Non esistono pensieri proibiti: datti il permesso di giocare con la tua fantasia e lasciati trasportare dall’immaginazione.

GIOCA CON UNA MENTE LIBERA – Una situazione fantasiosa anziché essere vissuta con il senso di colpa, viene esplorata in libertà proprio perché collocata a livello mentale. Questo non significa quindi doverla tradurre in pratica! Come affrontare il discorso con il partner? Non esiste un’unica modalità, perché la comunicazione è diversa per ogni coppia. Sì al tono malizioso, vietato invece trasformare la confidenza in uno sfogo sulle proprie frustrazioni sessuali: realizzare le proprie fantasie non è la soluzione. Quando esistono problematiche importanti a livello sessuale è importante saperne parlare con sincerità e tatto, facendosi aiutare da uno specialista.

NO AL SENSO DI COLPA – La censura e il senso di colpa spesso avvolgono le fantasie sessuali. Al contrario, è bene sottolineare anche con il partner che una certa fantasia non comporta necessariamente una volontà di realizzazione. Desiderio e fantasia erotica costituiscono due ambiti differenti. In questo senso potremmo considerare le fantasie un vero e proprio afrodisiaco capace di agire dalla mente al corpo. L’immaginario erotico può essere una miccia potente per il desiderio, ma costituisce anche una modalità privilegiata per esplorare i propri percorsi mentali e il nostro rapporto con la passione, ha inoltre una ricaduta diretta sulla libertà con cui viviamo il corpo.

OSARE… DIRE – Fra le fantasie più comuni appare il sesso di gruppo, che secondo le statistiche riguarderebbe il 36% degli intervistati, scambi di coppia, voyeurismo, dominazione, oltre a esperienze come legare, o essere legati e bendati. Combattere il senso di colpa può essere un processo lungo e difficile, tuttavia è essenziale iniziare a permettersi di vedere i propri pensieri con onestà. Andare oltre l’educazione, spesso rigida, ricevuta durante l’infanzia e verbalizzare le proprie fantasie dando voce al proprio mondo interiore è una scelta e accade quando con il partner riesce a crearsi un’atmosfera di sincerità, fiducia, comprensione. Scegli consapevolmente cosa hai voglia di condividere e ciò che preferisci serbare nel profondo di te. Usa l’ironia e un registro scherzoso, che si fondi sulla complicità: l’obiettivo finale è arrivare a un livello più profondo di intimità con l’altro.

SEI TU A DECIDERE COSA DIRE – Secondo alcune ricerche dopo circa due anni di vita di coppia, soprattutto per il sesso femminile, accade di frequente di immaginare persone della vita quotidiana, per esempio amici o vicini di casa, in situazioni erotiche. Questo non significa che si ami meno il partner, né che ci si senta in dovere di confessare una certa fantasia. In realtà, l’immaginario erotico permette di coltivare uno spazio mentale segreto in cui lasciarsi andare. Per questo è importante scegliere cosa condividere con il partner e farlo non per senso di colpa, bensì nella volontà di giocare insieme, fantasticando. Le fantasie erotiche costituiscono uno stimolo creativo in grado di arricchire l’eros e permettere a ognuno di rimanere in contatto con la parte profonda di sé, grazie a cui esplorare il proprio corpo e raggiungere una sessualità più libera e felice.

Sesso e donne , ecco i 5 segnali per capire che lui non è quello giusto per fare l’amore

Quando fare l’amore si rivela un flop. Il sesso è visto dalla maggior parte delle donne come il momento più romantico e appagante del rapporto a due. Ma in realtà le cose non vanno sempre per il verso giusto. Dopo aver fatto sesso una donna può sentirsi triste e insoddisfatta. E questo capita quando il partner non è quello giusto.   Ecco quindi cinque segnali che fanno capire al gentil sesso che è ora di cambiare “lui”.

pellegimg-8190-778401_650x0-e13335222898311) Dopo aver fatto l’amore non si fa sentire. Sarebbe naturale condividere le emozioni provate in quel momento, ma lui sparisce. Forse è meglio chiedersi perché.

2) Quando fai sesso con lui, non provi piacere e simuli l’orgasmo? Questo è sicuramente il segnale che manca sintonia ed è meglio correre ai ripari.

3) Non andate d’accordo sulla dinamica del rapporto. Tu preferiresti un momento romantico, lui un incontro mordi e fuggi. Ecco un altro campanello di allarme.

4) Vorresti gridare ai quattro venti della vostra notte d’amore e lui non vuole? Ha qualcosa da nascondere, gatta ci cova.

5) Ti spinge a fare sesso anche quando non ti senti bene, facendo leva sul tuo senso di colpa? Vuol dire che desidera solo un rapporto fisico, scappa a gambe levate.

Sesso, in aiuto alla disfunzione erettile boom della pillola made in Italy: agisce subito e con forte dosaggio

Continua inarrestabile il boom di vendite dell’Avanafil, la nuova molecola italiana per il trattamento delle disfunzioni erettili.

Consigli-per-un-weekend-romantico-cominciate-la-giornata-con-un-sorrisoLanciata sul mercato da poco più di un anno, la nuova pillola dell’amore Made in Italy ha superato la cifra di 1,3 milioni di pillole vendute in Italia. La pillola è al centro dei riflettori nel XXXI congresso della società Italiana di Andrologia, in corso di svolgimento a Napoli: «Il successo della nuova molecola – spiega Carlo Bettocchi, professore di urologia al Policlinico di Bari – dipende dalla sua forte tollerabilità anche al dosaggio massimo. Senza dimenticare l’orgoglio di un prodotto italiano di grande efficacia».  Tra le cause del successo della nuova pillola, evidenziate dagli intervenuti al congresso di Napoli, anche la possibilità di non dover pianificare il rapporto sessuale vista la rapidità d’azione della pillola.

Chirurgia estetica, tra le donne arriva una nuova tendenza: ecco di cosa si tratta

Labbra, zigomi, seno, liposuzioni, sono tutte operazioni piuttosto richieste in materia di chirurgia estetica dalle donne, ma quello che sorprende è una nuova tendenza.
Il gentil sesso, chiede sempre con più frequenza di modificare le dimensioni della prorpia vagina. In dato si riferirebbe al Regno Unito, come riporta il Daily Mail.20150130_ringiovanimento_della_vagina

Il “National Health Service” britannico dichiara che simili interventi, dal 2010, sono quintuplicati, e un chirurgo londinese conferma che tra il 2013 e il 2014, nel suo studio, sono aumentati dell’80%.  Alcune donne hanno le labbra vaginali troppo lunghe e non riescono ad andare a fare alcune attività sportive come andare a cavallo o in bici, per loro il sesso è doloroso, anche solo indossare jeans provoca irritazioni. In più in alcune di loro ci sono forti ripercussioni sull’attività sessuale, spesso assente, per vergogna. La chirurgia per loro è una soluzione, l’intervento si può fare al laser, dura circa un’ora e prevede anestesia totale.

Gli orrori della chirurgia estetica: dal cemento nel viso al trans che rivuole il suo pene

Jodie Marsh, modella e conduttrice tv britannica, è una vera e propria celebrità nel suo paese.

20141010_80543_jodiemarshcIl suo fisico perfetto è merito di un grandissimo lavoro in palestra ma anche della chirurgia estetica, che le ha permesso di avere un seno piuttosto grande, ma nel suo show-documentario mette in guardia sui possibili rischi.

20141010_80543_jodiemarshgTante le storie che Jodie racconterà nel suo programma. Da Walt, uomo che ha deciso di cambiare sesso ma ora se ne è pentito e dice di voler indietro il proprio pene, a Rahjee, diventata donna dopo un’operazione ma pentita di aver esagerato nel voler raggiungere la massima bellezza possibile.Dopo il cambio di sesso, infatti, Rahjee si è voluta regalare anche un seno esageratamente grande ed una serie di operazioni al viso. Purtroppo, i chirurghi si sono spinti oltre i limiti accettabili, iniettandole al volto del cemento e deturpandola.

20141010_80543_jodiemarsh_rahjee2«Col mio show non voglio solo allertare sui pericoli della chirurgia estetica, ma voglio anche che si conoscano le storie di chi si è pentito. Non è giusto giudicare queste persone senza sapere il dolore interiore che provano», ha spiegato Jodie.

Ebola, per gli Uomini sopravvissuti niente sesso per tre mesi

slide_348264_3705090_freeGli uomini che guarisco da Ebola non possono fare sesso per i tre mesi successivi alla scomparsa dei sintomi. A sancirlo, l’Organizzazione Mondiale della Sanità, dopo aver verificato che il virus sopravvive per almeno 82 giorni nel liquido seminale. Che è dunque altamente contagioso.   Stesso discorso per il sesso orale o la masturbazione, dal momento che il virus si trasmette attraverso il contatto con i liquidi. E tra questi appunto lo sperma.  L’Oms ha scoperto che, su tre uomini sopravvissuti a Ebola, nel primo il virus era presente nel liquido seminale 40 giorni dopo la guarigione, nel secondo dopo 61 e nel terzo dopo 82 giorni.

Ecco le cinque donne più belle del mondo che sono nate uomini

Hanno un fisico perfetto, lavorano generalmente come modelle o attrici e alcune hanno anche avuto dei figli, coronando il sogno di sposarsi e mettere su famiglia.   C’è solo un piccolo dettaglio: molte di queste donne stupende sono in realtà nate uomini e, a seconda del proprio vissuto, hanno deciso di cambiare sesso, generalmente perché prigioniere di un corpo che non sentivano loro. Alcune sono famosissime in tutto il mondo, altre meno: ecco la top 5.

20141202_84998_charriez

1) Lea T: nata Leandro Medeiros Cerezo, è la figlia 33enne dell’ex campione brasiliano Toninho, che in Italia ha giocato (e vinto) con le maglie di Roma e Sampdoria. Ha iniziato come modello maschile, poi a 25 anni ha deciso di cambiare sesso ed oggi è uno dei nomi più altisonanti della moda mondiale.

20141202_84998_leatlap2) Claudia Charriez: questa bionda dal fisico mozzafiato alla nascita era un maschietto, ma questo non le ha impedito di diventare una top model e di sposare un aitante vigile del fuoco.

20141202_84998_leat

3) Isis King: classe 1985, è nata Darren Walls ma dopo il cambio di sesso ha ottenuto la massima popolarità diventando il primo concorrente transgender nella storia dei reality show. Da allora la sua carriera è decollata.

20141202_84998_florenciadelav24) Florencia de la V: 38 anni, è nata Roberto Carlos Trinidad. Da quando ha cambiato sesso è diventata una celebrità in tutto il mondo, lavorando come modella, attrice e giornalista. Oggi è felicemente sposata con un uomo e ha avuto due bambini nati da una madre surrogata.

20141202_84998_carolinecossey2

5) Caroline Cossey: nota anche con il nome d’arte di Tula, questa modella inglese è un’icona transgender. La massima popolarità è arrivata con un ruolo in un film di James Bond, The Living Daylights, e con un’autobiografia dal titolo decisamente eloquente, Io sono una donna.

Sesso, strano ma vero: per gli uomini è più importante del cibo

sesso-disinformazione-panorama.it_Per gli uomini il sesso potrebbe essere piu’ importante del cibo.   Ne e’ convinto un gruppo di ricercatori dell’Universita’ di Rochester che ha dimostrato questa teoria in uno studio condotto sui C. elegans che, a loro avviso, potrebbe valere anche per gli esseri umani. I risultati, pubblicati sulla rivista Current Biology, dimostrerebbero che il cervello maschile sacrifica la capacita’ di individuare il cibo al fine di concentrarsi sulla ricerca di un compagno.  Leggi anche: “Sesso, gli uomini con la pancia durano di più. Lo studio: ecco qual è il segreto”  “Mentre sappiamo che il comportamento umano e’ influenzato da numerosi fattori, tra cui le norme culturali e sociali, questi risultati indicano che esistono meccanismi biologici di base che possono, non solo aiutare a spiegare alcune differenze di comportamento tra maschi e femmine, ma anche perche’ i due sessi possono essere diversamente piu’ suscettibili ad alcuni disturbi neurologici”, ha detto Douglas Portman, autore principale dello studio. Lo studio ha focalizzato la sua attenzione sull’attivita’ di una singola coppia di neuroni presenti nei C. elegans – chiamati AWA – che controllano la percezione dell’odore. L’odore, insieme con il gusto e il tatto, sono fattori sensoriali critici che aiutano i C. elegans a comprendere e a muoversi nel loro ambiente alla ricerca di cibo e di un compagno. Nei C. elegans ci sono due sessi, i maschi e gli ermafroditi. Anche se gli ermafroditi sono in grado di auto-fecondarsi, sono anche partner di accoppiamento per i maschi. E’ stato precedentemente osservato che i maschi e gli ermafroditi si comportano in modo diverso quando esposti al cibo. Se posti dinanzi a una fonte di cibo, gli ermafroditi tendono a rimanere li’. I maschi, invece, lasciano il cibo preferendo vagare alla ricerca del compagno con cui accoppiarsi. I ricercatori hanno scoperto che i meccanismi sensoriali – chiamati chemiorecettori – dei neuroni AWA vengono regolati dall’identita’ sessuale di queste cellule, che, a loro volta, controllano l’espressione di un recettore chiamato ODR-10.  Questi recettori si legano all’odore chimico sprigionato dal cibo e altre sostanze. Negli ermafroditi, vengono prodotti piu’ recettori ODR-10 che, secondo i ricercatori rendeno i vermi piu’ sensibili – e quindi piu’ attratti – dal cibo. Nei maschi, invece, vengono prodotti meno recettori ODR-10, diminuendo cosi’ il desiderio di trovare cibo a favore del desiderio di accoppiamento.