Vip in costume da bagno: guarda le belle stese al sole

La prova costume l’hanno superata tutte alla grande: sia sul bagnasciuga che a bordo piscina, sia sull’amaca in montagna che nella spa in città. Colori e modelli ce ne sono per tutti i gusti, di location anche e di fisici mozzafiato pure.

C_2_articolo_3143129_upiImagepp (2)

Clarissa Marchese sceglie l’intero, Laura Cremaschi indossa il cappello di paglia, Chiara Ferragni sfoggia il rosso, Maria Perrusi (Miss Italia 2009) mostra il lato B, Anna Safroncik si stende sull’acqua…
Alessia Marcuzzi gongola a Ibiza con le amiche sfoggiando bikini e interi. Elena Barolo, reduce dalla vacanza a Mykonos, posta scatti sensuali. Stessa località scelta da Federica Nargi e Alessandro Matri per un po’ di relax di coppia. Le curve del fondoschiena distraggono l’attenzione dei follower di Cristina Marino. E poi ci sono le forme di Natasha Tozzi, Rosaria Cannavò ed Elisabetta Canalis, Aida Yespica, Cecilia Rodriguez e Sarah Nile. Guarda la gallery e scopri tutte le belle in costume…

Francesco Monte, Magnolia: “Nessuna prova sugli spinelli all’Isola dei Famosi”

Su Leggo.it continuano gli aggiornamenti relativi al caso “Cannagate” all’Isola dei Famosi. Magnolia, società produttrice del programma, in una nota riferisce di “avere appreso da organi di informazione che alcuni partecipanti, una volta rientrati in Italia, avrebbero dato credito alle dichiarazioni della signora Eva Henger riportate nelle scorse settimane dai media, secondo le quali, prima dell’inizio del gioco, uno dei partecipanti si sarebbe procurato e avrebbe fumato ‘spinelli'”.

landscape-1517872516-isoladeifamosi

Qualora queste dichiarazioni fossero confermate, Magnolia fa sapere che prenderà le debite distanze e sottolinea che la versione dell’ex pornostar è stata più volte contraddetta da altri partecipanti rientrati dal gioco.
“La produzione – spiega Magnolia – ha esaminato il materiale video e ha sentito il personale presente in Honduras e non è emersa alcuna evidenza che siano state consumate droghe e, a maggior ragione, che il personale avesse conoscenza di una simile circostanza, che, per inciso, è indipendente dal programma e ininfluente sul meccanismo del gioco”.
“La produzione – conclude la società di produzione – si riserva ogni ulteriore accertamento e tutelerà le proprie ragioni in caso di dichiarazioni che risultino lesive di Magnolia o che determinino discredito sull’operato del personale della produzione e sul programma”.