Scoperto un batterio resistente agli antibiotici: allarme dopo la morte di una donna

E’ allarme dopo la scoperta di un super batterio resistente a qualsiasi tipo di antibiotico. Si tratta di una specie di ‘escherichia coli’ rinvenuta nelle urine di una donna morta in Pennsylvania. Non è stata resa nota la condizione della donna portatrice del batterio, ma si sta cercando di capire come abbia potuto contrarre il micro-organismo. Forse anche in seguito a un ricovero in ospedale.

Escherichia-coli-patogenicità

“L’agente patogeno in questione – spiega il rapporto pubblicato sulla rivista della Società americana di microbiologia ‘Antimicrobial Agents and Chemotherapy’ – è resistente persino all’antibiotico di ultima generazione ‘colistin'”. E’ stato definito dagli esperti “il batterio degli incubi”, che in alcuni casi può arrivare ad uccidere il 50% delle persone che ne vengono contagiate.”La razza letale di escherichia coli – spiegano i media Usa – è stata successivamente individuata in altre zone dell’Europa”. Gli scienziati stanno cercando di capire se l’infezione si è diffusa tra amici e parenti della vittima.

Un solo abito per 11 spose: la 30enne che per le nozze ha scelto un cimelio di 120 anni fa

Una tradizione di famiglia lunga 120 anni circonda l’abito da sposa scelto da Abby Kingston per il giorno del suo matrimonio. La sposa 30enne di Bethlehem, in Pennsylvania, ha deciso di indossare quello che prima di lei ha vestito altre dieci donne della famiglia a partire dal 1895, quando la bis-bis-bis nonna Mary Lowry Warrenche lo fece confezionare per le sue nozze.

20150927_107581_abigail-kingston1La tradizione, in verità, non è partita da subito, ma è stato nel 1946 che altre donne della famiglia hanno riportato sulla navata l’abito dalle ampie maniche a sbuffo. negli anni, però, le spose hanno apportato modifiche per renderlo più al passo con le mode del momento, mentre Abby voleva indossarlo nella sua versione originale, così come lo aveva ammirato in una fotografia quando aveva solo cinque anni.

20150927_107581_abigailLa determinata sposina ha così prima dovuto rintracciare l’abito che fu anche di sua madre dall’ultima indossatrice, una zia sposatasi nel 1991, e poi passare alla fase di restauro per adattarlo al suo corpo e riportarlo alla forma delle origini.  Abby celebrerà le sue nozze con il fidanzato Jason il prossimo mese, ma ha specificato che indosserà il cimelio di famiglia solo per qualche ora durante il cocktail, poiché è un abito molto delicato e non vorrebbe danneggiarlo.