Il seno piccolo piace di più, ecco 9 motivi per i quali è meglio di quello grosso

Il seno, croce e delizia di tutte le donne, ha dato sempre un gran da fare al gentil sesso, impegnato, nei casi in cui sia oversize a comprirlo e nei casi sia minimal a valorizzarlo. Come riporta il Corriere della Sera, su diversi siti americani è più accesa che mai la discussione sulle dimensioni del décolleté. E il risultato non lascerebbe spazio a dubbi: secondo i ricercatori sarebbe meglio un lato a piccolo. Ed ecco spiegato perché in 9 motivi.

376289-995x680

1) Ci si può addormentare a pancia in giù senza problemi.

2) Un seno piccolo fa sembrare più giovani.

3) Con un buon allenamento in palestra, non è a rischio cedimento.

4) Nessun inconveniente “ballerino” neanche durante la corsa.

5) Il seno piccolo garantirebbe una postura più corretta.

6) Chi ha il seno piccolo ha l’imbarazzo della scelta in fatto di reggiseni.

7) Gli studi dimostrerebbero che le donne meno formose hanno minori possibilità di contrarre il tumore alle mammelle.

8) È possibile non indossare il reggiseno.

9) Secondo il magazine Psychology Today, gli uomini d’affari sarebbero più attratti dalle donne col seno piccolo, simbolo di sicurezza e intimità.

Lacey, 36 operazioni per un seno oversize: “Voglio essere una Barbie adulta”

20140703_73370_2

Si chiama Lacey Wildd ha subito 36 operazioni chirurgiche per raggiungere il suo obiettivo: avere un seno oversize. Si descrive con una Barbie adulta ed è divenuta la stella di un reality tv. Il suo motto è: “La plastica rende perfetti”.Si chiama Lacey Wildd ha subito 36 operazioni chirurgiche per raggiungere il suo obiettivo: avere un seno oversize. Si descrive con una Barbie adulta ed è divenuta la stella di un reality tv. Il suo motto è: “La plastica rende perfetti”.”Voglio essere una Barbie adulta – spiega – sono conosciuta come uno dei pazienti di chirurgia plastica più estremi al mondo e voglio continuare a spingermi oltre i limiti”. Il suo ultimo intervento sul volto è stato talmente duro da costringerla sulla sedia a rotelle nei giorni successivi. “Ero preoccupata per l’esito, ma alla fine il risultato è stato perfetto”. Oltre i limiti, ma soprattutto oltre i rischi per la sua salute.