Gerry Scotti in lacrime a Tu si que vales per l’omaggio inedito di un concorrente

Momento di commozione durante la puntata di ieri di Tu si que vales. Le lacrime che scorrono in questo caso sono quelle di Gerry Scotti, che ha pianto per l’omaggio che il concorrente Denys Dytyniuk gli ha dedicato.

C_4_articolo_2134543__ImageGallery__imageGalleryItem_1_image

L’artista ha omaggiato il conduttore con un dipinto eseguito al momento, mentre sullo sfondo si inseguivano immagini salienti della carriera di Gerry che alla fine, incredulo, ha lasciato andare qualche lacrima e si è alzato in piedi per abbracciare il concorrente.
“Sono emozionato come un bambino a Natale. Io non ho mai avuto un omaggio come questo, sono commosso veramente. Grazie veramente bello”, ha detto Gerry sinceramente colpito dall’omaggio.

Pubblicità occulta: Belen si mette in regola

Le lettere di “moral suasion” sono partite e alcune celebrities iniziano ad adeguarsi. L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato si sta occupando del fenomeno dell’influencer marketing nei social media, a tutela degli internauti.

belen-e-melissa (1)

Le terme gratis, il vestito regalato, persino l’etichetta del vino sulla tavola, se omaggio del ristorante: tutto ciò che è sponsorizzato va esplicitato in maniera chiara pure sui social network.
L’Antitrust ha chiarito che la pubblicità deve essere chiaramente riconoscibile come tale, anche sui profili social dei personaggi famosi. Ogni volta che un blogger-influencer gode di un vantaggio (siano essi prodotti regalati, servizi omaggio o contratti pubblicitari) pubblicando un prodotto o un marchio, ciò deve essere chiaramente specificato ai follower-consumatori, tramite l’uso di diciture apposite, sotto forma di hashtag.
Affinché l’intento commerciale di una comunicazione sia chiaro al consumatore e non percepito come consiglio personale e disinteressato del proprio beniamino, andranno usati #sponsorizzazione, #spot, #pubblicità, #inserzioneapagamento, #advertising, #prodottofornitoda.
L’Autorità Antitrust, con la collaborazione del Nucleo speciale Antitrust della Guardia di Finanza, ha inviato delle lettere ad alcuni influencer invitandoli ad adeguarsi al codice di comportamento contro la pubblicità occulta. Lettere che hanno subito dato i propri frutti: le prime a mettersi in regola sono stata Belen Rodriguez e Melissa Satta.
L’argentina ha subito inserito “#advertising” a fianco ad una foto in cui compare con una maglietta McDonalds; stesso hashtag usato dalla Satta di fianco al marchio Boy London e nel post successivo con un bikini EffeK. Tutto tace sui profili social di Chiara Ferragni, che dell’influencer marketing ha fatto una professione, mentre il fidanzato Fedez ha usato un timido #ad: sarà l’abbreviazione di advertising?

Dolce&Gabbana porta i selfie in passerella: la sfilata di Milano diventa social

Omaggio all’Italia al selfie show di Dolce e Gabbana: le modelle escono in passerella e si fermano per farsi uno scatto con il pubblico, che va subito online.

20150927_107607_dgselfie8

Le ragazze interpretano infatti delle turiste straniere appena sbarcate nel Belpaese, rappresentato da un set allestito con tanto di ristorante con tavolini, negozio di ceramiche e di souvenir e persino un teatro dei pupi.

20150927_107607_dgselfie5

E la collezione Italia is love è proprio un tributo al paese di monumenti come il Colosseo e di posti incantevoli come Capri o Portofino, le cui immagini da cartolina sono riprodotte su abiti, bluse, gonne e completi.