Fabrizio Frizzi, la lettera commossa di Gerry Scotti: “Ora non siamo più rivali”

“Caro amico ti scrivo, e sinceramente non avrei mai pensato di scriverti le cose che sto per dirti”. Dopo il messaggio scritto su Instagram Gerry Scotti ha voluto ricordare Fabrizio Frizzi in una commovente lettera inviata a La Stampa.

3634769_1020_frizzi_gerry_scotti

Ha voluto ripercorrere il loro rapporto attraverso gli sms che si scambiavano. “Li ho conservati tutti – scrive Gerry Scotti – dai semplici auguri di Natale o di Pasqua, ai tuoi auguri per i miei sessant’anni, alle nostre prese in giro su quando cominciavano i nostri programmi: «in bocca al lupo ma non esagerare perché dall’altra parte ci sono io…». E per finire quelli molto stringati, ma colmi di affetto, di quando è iniziata la tua malattia ed insieme è iniziata la tua lotta per stare attaccato a questa vita”.
Parole che fanno scendere una lacrima e che proseguono nell’ammirazione nei confronti del collega e “rivale” amico nelle conduzioni televisive. “Ho ammirato la tua semplicità, la tua normalità, il tuo garbo, la tua correttezza e il tuo sorriso. È stupefacente, queste che sono le cose che più ricordo di te, sono quelle che oggi sono sulla bocca di tutti. Una persona per bene può ancora lasciare il segno. Tu, Fabrizio credimi, il segno lo hai lasciato”.

Natalia Estrada, la nuova vita dopo ‘Il Ciclone’: ecco come vive oggi lontano dalla tv

Che fine ha fatto Natalia Estrada? Se avete avuto un po’ di nostalgia nel rivederla ne Il ciclone andato in onda il 26 dicembre su Italia 1, sappiate che l’ex showgirl ha cambiato completamente vita. Ecco cosa fa da qualche anno a questa parte.
Anno dopo anno – in seguito alla fine della storia d’amore con Paolo Berlusconi, durata dal 2001 al 2006 – la bella Natalia si è allontanata (e disintossicata) dal mondo dello spettacolo. Da qualche anno a questa parte, infatti, vive in un ranch immerso nella natura e circondata dai suoi adorati cavalli.

natalia-estrada-lascia-la-tv-638x425

Come scriveva nel 2014 a DiPiù, in una lettera indirizzata al suo amico giornalista Gigi Reggi, ora è una cavallerizza affermata che non ha più nulla a che fare con la televisione:
“A casa non ho la TV, non vado in città a prendere aperitivi o a fare la spesa. Vivo in campagna con cani, cavalli e bestiame. Nei fine settimana – continua – mio marito e io ci spostiamo per l’Italia tenendo corsi di equitazione”.
Appese le scarpette al chiodo, Natalia Estrada oggi si dedica con tutta se stessa al benessere dei suoi animali e ha un rapporto tutto particolare con i cavalli che monta.
“Mi auguro che qualcuno, pur non avendo contatto con i cavalli, riesca a capire quanta cultura e ricchezza ci sono nell’andare a cavallo, nel praticare l’equitazione, così potrei smettere di dovere spiegare e quasi giustificare come è la mia quotidianità”.

Barbara D’Urso: “Che orgoglio il picchetto d’onore per me”. Ira polizia e lei rimuove il video da Instagram

Ha suscitato polemiche il video postato dalla conduttrice tv Barbara d’Urso in cui si vedono alcuni agenti della Polizia schierati nel cortile della Questura di Milano in occasione di una sua visita. Secondo quanto riportato da alcuni media, si sarebbe trattato di un picchetto d’onore, ma dalla Questura precisano che «non è affatto così». «Si trattava solo di un cambio turno e i ragazzi si sono messi in posa per fare una foto, non certo per fare un picchetto».

3376620_1357_picchetto3 (1)

Sarà, ma la conduttrice tv che aveva pubblicato il video si è affrettato a rimuoverlo quando però ormai la frittata era fatta. Molte testate lo avevano infatti già copiato ed è quello che qui vi proponiamo dove si sente la presentatrice tv dire “che orgoglio, ragazzi”.
Tuttavia c’è chi non ha gradito il video. Il Movimento dei poliziotti democratici e riformisti ha scritto una lettera aperta di protesta al Capo della Polizia, Franco Gabrielli. «Chiediamo a lei Sig. Capo della Polizia se è lecito predisporre un picchetto d’onore per la visita di una conduttrice televisiva presso la Questura, per quanto brava, simpatica, famosa e bella questa signora possa essere». «Oggi la Polizia di Stato è su tutti i siti web e i giornali italiani non per una brillante operazione di p.g. ma per il fatto che la signora Barbara D’Urso con estrema semplicità, dimostrando tra l’altro affetto e stima per la Polizia di Stato, ha postato su tutti i social un video amatoriale attraverso il quale si compiace per l’accoglienza istituzionale ricevuta».
«Senza entrare nel merito di quanto riportato da alcune testate giornalistiche prendiamo nettamente le distanze dalla volgare strumentalizzazione anche da parte di alcune sigle sindacali, rispetto a come sia stato enfatizzato ad arte un episodio occasionale e non programmato che ha visto protagonista una nota presentatrice televisiva e alcuni colleghi, durante la sua visita in Questura a Milano». Lo afferma, in una nota, il Segretario generale nazionale del Siap, Giuseppe Tiani, in merito alle notizia su uno schieramento di agenti nel cortile di via Fatebenefratelli durante la visita della presentatrice, che poi ha fatto girare un video. «Riteniamo assurdo che si possa far passare l’idea che venga disposto un picchetto d’onore per una personalità del mondo dello spettacolo – prosegue Tiani – quando risulta sino a prova contraria, che tale servizio non sia stato disposto con la necessaria ordinanza del Questore di Milano né tanto meno dai soggetti istituzionali preposti a farla eseguire, essendo la stessa disciplinata da regole scritte e protocolli ben precisi».