Seno e lato B, grandi o piccoli? Ecco cosa preferiscono gli uomini intelligenti

Décolleté prosperoso e lato B a mandolino, secondo il sentire comune sarebbero questi i canoni della bellezza. Ma per la scienza non è proprio così.  Il giornalista Michele Monina in un articolo sul Fatto Quotidiano ha fatto il punto della situazione, sostenendo che gli uomini intelligenti preferirebbero un seno piccolo e un sedere grande.

gisele (1)

“Gli uomini più intelligenti – afferma – sono quelli che si concentrano sui culi grossi e le tette piccole. Lo dicono gli scienziati, noi non siamo scienziati, ma giornalisti, quindi ci limitiamo a riportare la cosa, accompagnando il tutto con un segno di compiaciuto assenso. Il seno piccolo è più sensibile e delicato, non è mai volgare. Se vediamo una bella donna con una piccola scollatura, dobbiamo chiederci, sempre che abbia senso porsi certe domande, se è naturale, o se è ricorsa alla chirurgia estetica. Il seno piccolo è più sincero ed elegante e non invecchia mai. I grossi seni invece stanno lì, sotto gli occhi di tutti, si vantano, quasi, distraggono, cercano vanesiamente di attirare l’attenzione. Ricordano il porno e quindi fanno finire tutto nel volgare”.  E infine il giornalista conclude con una considerazione sul lato B. “Il culo grosso è il vero senso delle forme italiane. È sincero e non si deturpa. Quindi gli uomini intelligenti sanno cosa devono cercare e apprezzare in una vera donna”.

Chirurgia estetica, in Usa il ritocchino più richiesto è quello al lato b

Grazie, Kim Kardashian. Sarà sicuramente per l’influenza della regina del di dietro importante che le donne degli Stati Uniti ormai preferiscono la plastica (riempitiva) al sedere rispetto al lifting o al ritocchino al seno.

1450280_c2

Nel 2014, gli impianti al posteriore sono cresciuti del 98%, il “lifting” al lato B, del 44%, e i dati del 2015 confermano questa tendenza.

1450280_c8

Non solo Kim, comunque: anche Nicki Minaj e la sempre popolare Jennifer Lopez vengono prese a modello dalle donne che sognano un di dietro “esplosivo”.

1450280_c5

Molto richiesto, il “butt lift”, che riposizione sul sedere il grasso preso da altre parti del corpo e costa sui 13mila dollari. La procedura è abbastanza complessa e dura da 3 ore in su. Il che non ostacola le signore dal chiedere lati B sempre più importanti. E dire che c’è chi ha passato anni e anni a tentare di dimagrire.

Le donne con il lato B grosso sono più intelligenti

Avete il lato b più pronunciato? Niente paura, gli scienziati di Oxford dicono che siete delle privilegiate. Si, avete capito bene.

il lato b di alessandra sorcinelliInfatti, in uno studio condotto dagli scienziati della University of Oxford e del Churchill Hospital, sono stati messi in relazione intelligenza femminile e il fondoschiena pronunciato.Secondo gli studiosi, il sedere ‘grosso’ deriva da un eccesso di grassi Omega 3, i quali favoriscono lo sviluppo del cervello.  Oltre a questo, c’è da mettere in evidenza un altro aspetto: il sedere ‘abbondante’ è legato, molto spesso, a livelli di colesterolo più bassi e aiuta il corpo a produrre ormoni che metabolizzano lo zucchero, andando a creare una difesa davvero imponente contro il diabete.

Chirurgia “fai da te”, Apryl perde mani e gambe: “Non voleva un sedere piatto”

20140707_73639_apryl7Apryl Brown, canadese di 47 anni, ha imparato a sue spese che la ricerca disperata della bellezza non sempre porta i risultati sperati. La donna, infatti, ha perso le braccia, le gambe e la carne intorno alle natiche in seguito a un’iniezione di silicone nel suo posteriore. Un piccolo intervento fatto nel tentativo di sbarazzarsi del suo sedere piatto.   Brown era una parrucchiera stimata e madre felice di due figli. Un’unica fissazione: non era soddisfatta del suo lato B e lo vedeva come un difetto. Così, quando un cliente un giorno le ha offerto una iniezione di silicone a buon mercato, ha colto l’occasione. Era il 2004.”Dopo due trattamenti i miei glutei hanno cominciato a indurirsi e poi a scolorirsi – ha spiegato al Daily Mail. – Nel 2006 è iniziato il prurito e poi il dolore. Non riuscivo a dormire, non riuscivo a mangiare, non riuscivo nemmeno a concentrarmi”.
Più in là si è scoperto che alla Brown era stato iniettato un silicone di tipo industriale più comunemente usato nei bagni.Nel 2010 il ricovero in ospedale con un’infezione da stafilococco. Agli arti i segni inconfondibili della necrosi. I medici, tuttavia, sono stati in grado di salvare la vita di Apryl amputandole le mani, le gambe e la carne intorno a fianchi e ai glutei.  Apryl ha imparato la lezione e sta cercando con la sua storia di mettere in guardia le persone attratte dalla chirugia estetica ‘facile’ e a buon prezzo. Non si sa mai cosa può accadere se ci si affida alle persone sbagliate.

Real lati B: Carla Bruni e Letizia di Spagna, Mathilde Del Belgio contro Maxima D’Olanda

      lato b, reali, Carla, Bruni, Sarkozy, Letizia, di Spagna, Mathilde, Del Belgio, Maxima, DOlanda,bellezza,gossip,vip,diva,news,notizie

Una carrellata di bellezze reali (o first lady) viste da dietro. Un curioso confronto fra real lati b di quattro bellezze: Carla Bruni in Sarkozy e Letizia di Spagna nel 2009 e Mathilde Del Belgio contro Maxima D’Olanda in una recente immagine.

Claudia Romani, sotto la gonna… niente!

4024209893.jpg

A passeggio per le strade di Miami, Claudia Romani delizia ancora una volta i suoi fan. Mini a balze decisamente troppo corta e lato B che fa capolino. Nessuna novità ma le curve della modella abruzzese restano sempre un bel vedere. Maliziosa sorride ai fotografi, che non la perdono mai di vista e, da vera diva porge loro il suo lato… migliore. Senza biancheria intima, ovviamente!

BRIGITTA BOCCOLI CONTROCORRENTE: “ORGOGLIOSA DI ESSERMI RIFATTA”

Brigitta, Boccoli, chirurgia, estetica, ritocco,bellezza,news,notizie,vip,Alba Parietti,gossip,tv,lato b,lavoro,fiction“Quando gli anni passano, il cedimento fisico lo senti, lo tocchi con mano: superati i quaranta devi decidere se fare qualcosa o ho scelto di intervenire”. A parlare della chirurgia estetica, argomento che piace poco agli appartenenti allo show business, Brigitta Boccoli. La cognata di Moira Orfei sembra avere opinioni diverse dalle colleghe: “Quando senti che la tua pelle sta per cadere – ha dichiarato a “Chi” – quando ti guardi allo specchio e non ti piaci più come prima, puoi decidere di cambiare. Mi fanno ridere le mie colleghe, come Alba Parietti, che oggi non ammettono l’utilizzo della chirurgia. Io lo dico: uso acido ialuronico e presto mi darò una bella “stiratina” alla pelle. Ma “lato b” e zigomi non li toccherò”.Adeso ha voglia di tornare al lavoro:”Ho voglia di rimettermi in gioco, di tornare a teatro, magari di recitare in una fiction. Avere abbracciato la vita circense non significa avere chiuso con il mio lavoro: vorrei riaccendere la curiosità nei miei confronti e non mi vergogno a dirlo”.