Ammorbidire: è il momento del cambio armadio!

E’ capitato a tutte di ritrovare durante il cambio di stagione sorprese spiacevoli nel proprio armadio come un odore sgradevole su abiti, coperte, piumoni e cappotti. Per un cambio armadio a regola d’arte infatti è importante non solo riporre i capi invernali perfettamente puliti e smacchiati, ma anche assicurarsi di ritrovarli morbidi e profumati. Come?
Lavare bene gli abiti prima di riporli con cura è fondamentale per evitare brutte sorprese la prossima stagione, ed aiuta a mantenerli come nuovi più a lungo .

ammorbidire-3-size-3

Occhio ai tessuti
La lana ed altri tessuti tipici della stagione invernale come il velluto sono molto delicati e hanno bisogno di cure particolari. Per prima cosa, controllate sull’etichetta che il tessuto sia lavabile e segui attentamente le istruzioni riportate.

Lana e velluto
Rigirate i capi e procedete con un ciclo delicato in acqua fredda. Scegliete un detersivo specifico per Lana e Delicati che aiuta a mantenere le fibre soffici e a prevenire pelucchi e pallini. Fate asciugare all’ombra, lontano da fonti di calore,

Trapunte e piumoni
Prima di riporre i piumoni, assicuratevi di lavarli per rimuovere la polvere che si è accumulata nelle fibre e gli acari che possono aver nidificato all’interno delle piume. Se avete una lavatrice adatta a grandi carichi, potete farlo comodamente a casa, senza doverlo portare in tintoria con un notevole risparmio. Dividete le imbottiture sintetiche da quelle naturali, assicuratevi che il tessuto sia intatto senza buchi o scuciture. Mettete il capo in lavatrice, scegliete un ciclo di lavaggio normale e un detersivo liquido, più facile da risciacquare, in formula concentrata che agisce anche a basse temperature per un un pulito impeccabile e minor consumo di elettricità .

Il consiglio in più: fate questo tipo di bucato quando il tempo fuori lo consente. Stendete all’aperto e fatei asciugare all’aria evitando fonti di calore dirette.

Cappotti
Se riportato sull’etichetta, potete lavare i cappotti in acqua scegliendo un ciclo di lavaggio specifico ‘lana’ o ‘a mano’. Per essere più sicure del risultato, potete procedere a mano riempiendo una grande bacinella con acqua fredda e detersivo liquido con l’aggiunta di un ammorbidente che donerà freschezza più a lungo ai vostri capi, come Lenor. Lasciate in ammollo per circa 10 minuti. Risciacquate bene e, lasciate asciugare all’aria.

Parola chiave: organizzazione!
Per un cambio armadio perfetto, utilizzate scomparti divisori nei cassetti o in alternativa inserite contenitori in plastica trasparente a cui applicare il sotto vuoto. Dopo aver fatto il bucato, riponete maglioni o piumoni nel sacco e aspirate tutta l’aria contenuta all’interno con un aspirapolvere. In questo modo anche i capi più ingombranti potranno essere disposti nell’armadio senza occupare troppo spazio e si manterranno puliti nel momento in cui andrete a riaprirli!

Incubo zanzare, ecco come difendersi. Tutte le istruzioni

“Conoscili, proteggiti, previeni”. E’ questo il messaggio della campagna contro la zanzara tigre, la zanzara comune e i pappataci promossa dalla regione Emilia Romagna, che per contrastare la proliferazione di questi insetti e ridurre le punture, ha messo a punto una campagna ad hoc indirizzata ai cittadini.

Zanzara

A illustrare, step dopo step, le regole da seguire per proteggersi da questi insetti è un video postato sulla pagina Facebook della regione. “Zanzare e pappataci possono trasmettere malattie anche gravi – si legge nel post – previeni la diffusione di questi insetti, proteggi te e i tuoi familiari con alcune semplici azioni”. Per farlo, la regione suggerisce di “eliminare ristagni e accumuli di acqua nei giardini, orti e balconi, svuotare e pulire regolarmente vasi, cisterne, grondaie, tombini, vasche, ciotole e giochi”. “Quando non è possibile – prosegue il video – trattate l’acqua con prodotti larvicidi e proteggete i tombini con reti e zanzariere. Pulite il cortile o giardini da foglie e sfalci d’erba, dove i pappataci possono riprodursi. All’aperto indossate abiti chiari e coprenti, applicate prodotti repellenti sulle parti scoperte del corpo, evitate profumi, creme e dopobarba. In casa usate zanzariere, condizionatori d’aria, elettro emanatori di insetticidi o spirali, e quando viaggiate prendete tutte le precauzioni prima, durante e dopo il vostro soggiorno”.