Hard, esplosione delle camgirl: studentesse universitarie con la webcam guadagnano 2 mila euro al mese

L’industria del porno vale 150 miliardi di dollari l’anno. L’85% dei contenuti sono prodotti negli Stati Uniti, dove la pornografia online frutta 3 miliardi di dollari (5 miliardi nel mondo). Ogni secondo 28 mila persone consumano porno. Il 61% degli accessi avviene via smartphone. L’indotto della prostituzione si stima, ad esempio, intorno ai 5 miliardi di euro, mentre le escort “top class” possono arrivare a guadagnare dai 6 ai 15mila euro al mese, senza contare tutti gli eventuali extra. La crisi, poi, ha determinato l’esplosione del fenomeno delle “camgirl” per cui circa 18.000 donne, per la maggior parte studentesse universitarie, trascorrono circa 6 ore al giorno davanti a una webcam, per un guadagno che può superare i 2.000 euro al mese. In più, internet ha determinato una rapidissima evoluzione dell’industria del porno, per cui il vecchio playboy ha ceduto il passo ai siti web, che occupano ben il 12% della rete, per un valore di mercato di oltre 100 miliardi di dollari l’anno.

Schermata 5_28105932

Parallelamente continua a crescere l’industria dei sex toys, che vale oltre 20 miliardi di dollari in tutto il mondo e che annovera le donne tra i maggiori acquirenti. Naturalmente, il mercato dei gadget del sesso vive tanto nei sexy shop quanto in rete, dove, tra l’altro, oggi è possibile fare acquisti in forma anonima tramite i Titcoin, criptovaluta peer-to-peer, progettata ed immessa sul mercato dell’intrattenimento a luci rosse nel 2014, allo scopo di proteggere la privacy degli acquirenti. Il Titcoin, peraltro, ha una capitalizzazione di mercato di circa 1 milione e 200 mila euro. In circolazione ci sono 45 milioni di coins, con un valore pari a 0,027 euro per singolo coin, che, nell’ultimo anno, è cresciuto vertiginosamente. Accanto a tutte queste voci di bilancio, non bisogna dimenticare quella costituita dai siti di incontro, che ieri non esistevano ed oggi valgono oltre 2,2 miliardi di dollari di fatturato solo negli Stati Uniti, con una crescita di 100 milioni di dollari l’anno.

Tutte queste cifre verranno commentate da stasera in prima serata, alle ore 21.00, sul canale Pop Economy parte la rubrica Sex & Economy condotta da Laura Avalle. Pop Economy racconta senza tabù i numeri dei business a luci rosse, dai guadagni stellari di prostitute e “camgirl”, ai miliardi della nuova industria del porno, senza tralasciare il mercato dei sex toys, le cripto valute a luci rosse, insomma tutto il denaro che ruota intorno al sesso. Che piaccia o no, l’economia legata alla sessualità produce introiti da capogiro attraverso modalità diverse, che, talvolta toccano l’illegalità. Pop Economy, piattaforma 100% video, è visibile online, in live streaming e on demand, sul sito https: www.popeconomy.tv e sul canale 224 del Digitale Terrestre.

Giulia Salemi: “Vi insegno a prendere la vita con… Filosofia”

Giulia Salemi nei panni della “professoressa di filosofia”. Come racconta in una intervista al settimanale “Spy” che Tgcom24 anticipa in esclusiva, la showgirl spiega Socrate. Nel senso che su Internet stanno dilagando le sue lezioni intitolate “Top Sophia – Sostiene Giulia”, dove, con l’autoironia che la contraddistinge prova a spiegare le teorie dei grandi pensatori. Naturalmente a modo suo.

Giulia-Salemi-15 (1)

“A scuola amavo questa materia – racconta Giulia – Gli altri non la capivano, mentre io trovavo divina la follia dei filosofi. Mi piaceva fare le interrogazioni dove io interpretavo Hegel, un mio compagno Kant e dibattevamo. La mie sono lezioni di filosofia prêt-à-porter, con esempi pratici, e alla gente piacciono perché trovano assurdo associare me ai grandi pensatori. Sono andata a rivedere i capisaldi di ogni filosofo e li ho interpretati a mia immagine e somiglianza, con i miei termini e i miei paragoni”.
La Salemi, che in passato ha avuto un breve flirt con il rapper Marracash, parla poi della sua vita sentimentale: “Sono sola, si vede che per me non è destino. E’ colpa mia, da due anni penso solo alla carriera”.

Senza Cristina Chiabotto, Fabio Fulco ha il cuore a pezzi

“Sto vivendo un momento non sereno. Ma credo che arriverà quel che merito”. Fabio Fulco dopo l’addio da Cristina Chiabotto dopo 12 anni d’amore ha il cuore a pezzi, ma non smette di credere nell’amore. “Se mi innamoro do tutto me stesso. Se litigo, chiudo… Per sempre – racconta al settimanale Novella 2000 – La cosa più bella per me è invecchiare con la stessa persona.

C_2_articolo_3106763_upiImagepp

E’ l’unica cosa per la quale vale la pena sognare”.
“Sono tornato da un viaggio bellissimo in Cina, tra Pechino e Shanghai. Ho scelto di andare in Oriente perché era una tappa che mi mancava. E sono partito da solo. Questo era il momento giusto per staccare da certe situazioni. – racconta Fabio, che quando è uscita la notizia della rottura con la ex Miss Italia, ha fatto le valigie – Per far perdere le mie tracce. Sono stato dieci giorni lontano dal mondo: non funzionava internet, non ho avuto accesso a Whatsapp o Google. E forse è stato un bene”.
Tornato dal viaggio in solitaria si è chiarito le idee e ora Fulco è più convinto che mai: “Non sono mai stato dell’idea che chiodo scaccia chiodo. O che chiusa una porta si apra un portone. C’è un tempo per tutto e questo per me non è quello in cui sono alla ricerca di un nuovo amore. Devo rispettare i miei tempi, per dare rispetto anche alla persona che verrà. Ma continuo a credere nell’amore. Sono un sognatore e vorrei vivere una storia bella e lunga come quella dei miei nonni o dei miei genitori”.

Benedetta Parodi a Domenica In sbaglia ricetta. E Antonella Clerici…

Per Benedetta Parodi non è un periodo facile. Auditel certifica il il quarto flop consecutivo di Domenica in e il nervosismo si nota proprio nel suo regno, ovvero la cucina. A Domenica in, la Parodi sbaglia la ricetta della maionese e il giorno dopo Antonella Clerici mette il dito nella piaga, facendo una battuta infuocata per la sorella di Cristina Parodi.

maionese-benedetta-parodi-antonella-clerici-00-@-RaiPlay (1)

Domenica In, il programma condotto dalle Parodi, tocca il fondo nel momento in cui Benedetta, in cucina, sbaglia clamorosamente la maionese.
Tutta fiera di aver trovato una nuova ricetta su internet, si è ritrovata delusa ad osservare il disastroso risultato. La sua maionese è rimasta liquida, senza prendere l’aspetto cremoso di una ricetta realizzata a regola d’arte.
“E’ impossibile che non mi venga – ha dichiarato la presentatrice – mi viene sempre! È impossibile, porca miseria!”
Ma a mettere il dito nella piaga della povera Benedetta è una sua “collega” dei fornelli televisivi: Antonella Clerici, che lancia un’infuocata zeppatina all’ex conduttrice di Studio Aperto.
Durante la sfida iniziale della puntata de La Prova del Cuoco di ieri, lunedì 6 ottobre, un concorrente ha sbagliato un ingrediente. La Clerici allora, con un malizioso riferimento alla maionese impazzita della Parodi, ha chiosato: “Non mi far dire di più… sono tutti fenomeni! I cuochi e i conduttori, se sanno fare il proprio lavoro, vanno sempre visti in diretta e in piedi. Diffidate sempre di quello che vedete registrato, perché poi quando li vediamo in diretta è spesso un’altra storia, capito?”.