Grande Fratello Vip, incidente imbarazzante per Simona Izzo

ROMA – Al Grande Fratello Vip ne succedono di tutti i colori e questa volta a far parlare di sé è stata l’effervescente Simona Izzo.
Come riporta il sito ilGiornale, per ingannare il tempo gli abitanti di Tristopoli “girano scene di film” proprio sotto la regia di Simona. Sul set “gli attori” arruolati erano Jeremias e Cecilia Rodriguez, Lorenzo Flaherty e Veronica Angeloni.

Foto Mario Cartelli/LaPresse11-09-2017 Roma (Italia)spettacoloEntrate dei concorrenti del Gf Vip 2017 nella casa del grande fratello agli studi di Cinecittà.Nella foto: Simona Izzo

La sceneggiatrice romana chiede al fratello di Belen di imitare il rumore di una moto, ma Jeremias invece di far uscire il suono dalla bocca imita un motociclista. Di fronte alla scena esilarante, Simona scoppia a ridere e forse si lascia andare un po’ troppo…
Terminate “le riprese”, la sceneggiatrice scappa in bagno e al ritorno si confida con Carmen Di Pietro: “Che figura che ho fatto prima. Ma mi capita spesso quando rido di gusto, mi faccio la pipì addosso”. E Lorenzo Flaherty che ascolta la rivelazione la conforta: “Ma questo è il tuo bello Simo, tu sei così. Spontanea”.

Sale sul treno e tutti la fissano, quando scopre il motivo la sua reazione diventa virale

Macchiarsi i pantaloni durante il periodo delle mestruazioni. Un “incidente” che succede spesso a molte donne e che solitamente causa un grande imbarazzo.

1427797367_rupi1-600x335

La stessa cosa è accaduta ad Anushka Dasgupta che al ritorno dal lavoro ha iniziato a notare sul treno che molti la fissavano e che le donne le suggerivano di abbassarsi la maglia, fino a quando una non le ha dato un assorbente, Anushka è andata in bagno a cambiarsi e ha scattato una foto che in breve tempo ha fatto il giro del web.
«Ho il ciclo ogni 28-35 giorni, è doloroso, a volte mi sento lunatica, ma tutto passa con dei biscotti al cioccolato. A tutti quegli uomini che mi hanno fissato oggi mentre avevo una macchia sui pantaloni volevo dire che non mi vergogno, perché non ho nulla di cui vergognarmi. Voglio dire a tutti, soprattutto ai bambini, di non vergognarsi di quella macchia rossa, né a dire la parola “mestruazioni”. Io non voglio vergognarmi di avere il ciclo mestruale».