Tintarella, l’allarme degli esperti: “Le creme solari non proteggono dal rischio di cancro”

costumi-calzedonia-estate-2013-21Le creme solarti non mettono al riparo dal cancro alla pelle. In questi giorni di prime fughe al mare e tintarelle gli esperti mettono in guardia i patiti dell’abbronzatura.
Un nuova ricerca ha mostrato che le protezioni solari non sono sufficienti a combattere gli effetti negativi dei raggi ultravioletti del sole.
Per limitare i rischi bisogna indossare cappelli, vestirsi e ovviamente non esporsi durante le ore più calde.  Bisogna poi evitare categoricamente le scottature, anche con una sola, avvertono gli scienziati, può alterarsi il DNA della pelle e dare origine nel tempo a forme di melanoma.

Avocado, noci, banane: l’abbronzatura nel piatto

pelle abbronzata,creme solari,tintarella omogenea, capelli e unghie più forti,verdura,epidermide, noci,salmone,sali minerali e vitamine,salute,bellezza,news,notizie cereali integrali,mandorle,Per una pelle abbronzata e protetta le creme solari sono fondamentali. Ma c’è un aspetto che contribuisce ad avere una tintarella omogenea, il corpo idratato e capelli e unghie più forti per resistere ai raggi del sole: l’alimentazione. Per un colorito invidiabile e allo stesso tempo una pelle protetta, è importante portare a tavola un mix di verdura, cereali integrali, semi e frutta secca e fresca. Andiamo per ordine: la frutta e la verdura migliori per il sole sono di colore arancio e rosso come le fragole, ricche di vitamina C dall’azione antiossidante, e i pomodori, che contrastano i radicali liberi con il licopene. Ottimi i mirtilli per proteggere i capillari, l’avocado, che previene la comparsa di macchie cutanee, e le mandorle, che migliorano la compattezza della pelle.Il corpo va idratato con la giusta quantità di liquidi, soprattutto quando rischia la disidratazione a causa dell’esposizione solare: il minimo di acqua da bere ogni giorno è un litro e mezzo, poi ci sono i cibi giusti. Lo yogurt probiotico contiene l’80% di liquidi, le albicocche e il mango con il betacarotene sostengono la rigenerazione dell’epidermide, le noci e il salmone, ricchi di omega 3, riducono le perdite d’acqua e rafforzano la membrana cellulare. Per capelli resistenti e brillanti sono fondamentali vitamine e calcio, di cui si può fare il pieno grazie alla bresaola (vitamina B5), al parmigiano (calcio), alle banane (B6), ai gamberetti e al mais (B3). Anche per le unghie, soggette a indebolimento a causa del sole e dell’uso degli smalti, sono importanti sali minerali e vitamine: con pane e riso integrali si reintegrano le vitamine del gruppo B, il tuorlo dell’uovo contiene la H, la rucola e il latte sono un’abbondante fonte di calcio.