Mara Venier fa la tigre in tv: “Per difendermi”

E’ sempre bello vedere Mara Venier in tv. La zia Mara, spumeggiante e gettonatissima opinionista, ha saputo conquistare tutti col suo accento veneto, gli spoiler nei reality, le gaffes e la risata contagiosa. Amicona e gioviale? In questo autunno ha spesso e volentieri mostrato “la tigre”.

C_2_box_49048_upiFoto1F (1)

La prima volta che Mara Venier ha parlato del feeling con il felino è stata in occasione di una intervista concessa a Silvia Toffanin durante Verissimo. Qui la Venier, visibilmente commossa, ha ricordato come in passato abbia subito delle aggressioni psicologiche e fisiche. “Da quel momento” ha sottolineato, “ho iniziato a difendermi come una tigre”. Non a caso la maglietta scelta, nera, semplice e sportiva, aveva come disegno principale una grossa tigre.
L’animale è ricomparso anche durante l’incursione di Mara Venier all’interno della Casa del Grande Fratello Vip. Per fare una sorpresa al suo caro amico Cristiano Malgioglio, che raccontava di averla sognata, la bionda conduttrice ha optato per una t-shirt bianca classica raffigurante sempre una grossa tigre al centro.
Ma siccome non c’è due senza tre, l’animale è apparso anche in un terzo outfit televisivo di Mara Venier: l’ultima puntata del Maurizio Costanzo Show. Questa volta la t-shirt era di seta nera, decorata con paillettes su motivo floreale e, ovviamente, l’immancabile tigre al centro.
In tutti e tre i casi, complice dell’outfit “bestiale” è stato il marchio Parosh.

Avete il secondo dito del piede più lungo dell’alluce? Ecco cosa vuol dire…

ROMA – Avete mai guardato con attenzione i vostri piedi? In tanti avranno notato di avere il secondo dito più lungo dell’alluce. Difetto o virtù? Ecco cosa vuol dire.

piedi-acqua-660x330 (1)

Uno dei piedi più famosi della storia dell’arte è quello della Venere di Botticelli. La dea, simbolo di bellezza, è ritratta dal celeberrimo artista proprio con il secondo dito più lungo dell’alluce, un trend tipico dell’arte greca classica. Secondo i canoni estetici dell’epoca, infatti, il secondo dito più lungo rendeva più armoniosa tutta la figura. Era un simbolo di perfezione. Lo riporta il sito Curiosauro.it.
Date dunque un’occhiata alle vostre dita. Se il secondo dito è più lungo, nessuna stranezza, siete perfetti…