Virginia Raggi strega Roma col cimelio storico

Virginia Raggi star di Roma, almeno per un giorno. La sindaca di Roma, per l’apertura della stagione al Teatro dell’Opera ha conquistato consenso, catturando sguardi e flash, per via del suo outfit sontuoso e corredato da un particolare dettaglio vintage di grande valore.

C_2_box_49819_upiFoto1F (1)

Per la prima dell’opera La damnation de Faust di Hector Berlioz, Virginia Raggi ha indossato un abito lungo con corpetto senza spalline e ampia gonna. Firmato Gattinoni, l’abito fa parte della collezione “Le bottigliette”, disegnata dal direttore creativo Guillermo Mariotto. Proprio la forma dell’abito e le sue decorazioni con perline e cannette si ispirano alla rottura di una bottiglia in mille pezzi.A corredo del vestito, Virginia Raggi ha sfoggiato un cimelio del cinema proveniente dall’archivio della maison, riconosciuto patrimonio storico nazionale: una cappa in velluto nero, foderata in candido satin, che la fondatrice Fernanda Gattinoni disegnò per Anna Magnani nel 1957, in occasione della premier a Hollywood del film Bellissima, di Luchino Visconti. Un capo importante, simbolo di un’epoca in cui Roma godeva di grande fulgore per via dell’industria del cinema.

Un solo abito per 11 spose: la 30enne che per le nozze ha scelto un cimelio di 120 anni fa

Una tradizione di famiglia lunga 120 anni circonda l’abito da sposa scelto da Abby Kingston per il giorno del suo matrimonio. La sposa 30enne di Bethlehem, in Pennsylvania, ha deciso di indossare quello che prima di lei ha vestito altre dieci donne della famiglia a partire dal 1895, quando la bis-bis-bis nonna Mary Lowry Warrenche lo fece confezionare per le sue nozze.

20150927_107581_abigail-kingston1La tradizione, in verità, non è partita da subito, ma è stato nel 1946 che altre donne della famiglia hanno riportato sulla navata l’abito dalle ampie maniche a sbuffo. negli anni, però, le spose hanno apportato modifiche per renderlo più al passo con le mode del momento, mentre Abby voleva indossarlo nella sua versione originale, così come lo aveva ammirato in una fotografia quando aveva solo cinque anni.

20150927_107581_abigailLa determinata sposina ha così prima dovuto rintracciare l’abito che fu anche di sua madre dall’ultima indossatrice, una zia sposatasi nel 1991, e poi passare alla fase di restauro per adattarlo al suo corpo e riportarlo alla forma delle origini.  Abby celebrerà le sue nozze con il fidanzato Jason il prossimo mese, ma ha specificato che indosserà il cimelio di famiglia solo per qualche ora durante il cocktail, poiché è un abito molto delicato e non vorrebbe danneggiarlo.