Boxer braids: tutte pazze per le trecce doppie

Sono tornate di moda negli ultimi anni e stanno davvero bene a tutte. Di cosa stiamo parlando? Delle trecce, ma non delle solite alla Pippi Calzelunghe. Una delle ultime tendenze, infatti, prescive le boxer braids, le cosiddette trecce doppie, chiamate così proprio perchè era l’acconciatura preferita delle donne pugile. Per chi ha capelli lunghi, sfilati, ma anche di media lunghezza, si tratta di una acconciatura semplice e veloce da realizzare o, per chi proprio non ne è capace, anche da farsi fare.

boxer-braids-trecce-doppie_o_su_horizontal_fixed

Di fatto non si tratta che di trecce alla francese, realizzate la maggior parte delle volte in coppia. Se, invece, desiderate ottenere un effetto più sbarazzino, invece, potete inventare una pettinatura a base di trecce multiple e, perchè no, anche di diverse dimensioni, scegliendo, di volta in volta, ciocche più o meno voluminose da intrecciare.
A lanciare le mode, come sempre sono le sono le celebrities. Attrici, cantanti o modelle che postano una foto et…voilà in pochi secondi l’acconciatura diventa virale. Qualche esempio da sbirciare? In primis ricordiamo Hilary Swank nel film “Million Dollar Baby”, per passare poi dalle sorelle Kardashian, Beyoncé o Chiara Ferragni.
Sono molti gli hair sylist che propongono questa pettinatura; è un modo di acconciare i capelli così versatile da risultare adatta sia ai look più sportivi che a quelli da red carpet. Oltre a essere glam e ricercata è anche semplice da realizzare. L’intreccio parte dalle radici: si parte con il fare una riga in mezzo e dividendo, poi, la chioma in due parti. Si procede facendo due code basse: dopo aver sciolto una di queste code, si inizia ad intrecciare partendo dall’attaccatura della fronte e inserendo una ciocca di capelli mano mano che la treccia prende forma. Una volta finito, se desiderate mantenere un effetto duraturo per una serata o giornata importante, potete usare un gel o una lacca per fissare il tutto.

Capelli lunghi? Ecco come pettinarli

Quando andate dal parrucchiere la sola vista di un paio di forbici vi fa rabbrividire? Non rinuncereste mai alla vostra chioma fluente e lunga? Beh, come darvi torto, in fin dei conti i capelli lunghi sono da sempre sinonimo di grande femminilità e fascino.

4QFjGFKMa come acconciarli soprattutto ora che le temperature si sono alzate e portarli lungo la schiena aumenta sicuramente la sensazione di caldo?
Vogliamo aiutarvi e darvi qualche idea e suggerimento pratico e facile da seguire per non rinunciare alle lunghezze ed essere sempre e comunque trendy. Scoprite in queste pagine le nostre acconciature per  per capelli lunghi.capelli-lunghissimi-con-riflessi-ombre-hairChe tu preferisca tagli scalati o dritti, che sia solita dividerli con una riga laterale o centrale, abbiamo creato un album che raccoglie centinaia look diversi da copiare per i tuoi capelli lunghi!
Se sei tra le amanti de trend dello shatush, sappi che ancora non si decide a scendere dal palco. Sì anche ai capelli mossi, con boccoli sensuali, soffici e definiti, per un look da vera seduttrice.
Che aspetti? Sfoglia le nostre immagini e scegli il tuo nuovo taglio di capelli da sfoggiare per la stagione primaverile e per quella estiva!

indexTagli-di-capelli-jld-2013-600-13

Rimedi per doppie punte e cura capelli lunghi

Le doppie punte sono un problema tipico, ma non esclusivo, dei capelli lunghi. La parte finale del capelli è la più lontana dal cuoio capelluto e quindi la più sottile e povera di nutrimento, per questo è normale che le punte siano deboli, sfibrati e facili a rompersi.doppie-punte.png
Se a questo aggiungiamo le asciugature a phon molto caldo, stirature con spazzola o piastra e spazzolate troppo decise e prolungate ecco che le punte si rompono e sdoppiano creando l’antiestetico fenomeno delle doppie punte.
I capelli che presentano doppie punte hanno bisogno di particolari accorgimenti in ogni fase di trattamento, a partire dal lavaggio.
E’  importante applicare lo shampoo alla radice e fare scivolare la schiuma sulle lunghezze solo all’ultimo minuto, in modo che il contatto con il detergente sia minimo.
Al contrario, con balsami e maschere è sempre bene utilizzarle in dose extra sulle punte.
Non indirizzare il phon caldo direttamente sulle punte, ma fare in modo di asciugare bene il cuoio capelluto, lasciando la parte finale ancora umida.
Se frequentate la piscina prima di indossare la cuffia proteggete sempre le punte con un protettivo specifico o con semplice olio per capelli in quanto il cloro tende a sfibrarle ulteriormente.

Come sempre prevenire è meglio che curare, quindi sarebbe bene fare in modo che le doppie punte non si formino. Per cercare di evitarle è bene utilizzare regolarmente prodotti specifici e delicati per i capelli lunghi. Si tratta di prodotti che agiscono con particolare dolcezza sulla fibra capillare per non impoverirla, di maschere e balsami arricchiti con oli vegetali. I più utilizzati sono olio di mandorle dolci, argan e karité, ma anche estratti naturali come quello di lampone, ceramidi e vitamine in particolare le E e la F.
Se si utilizzano piastre e ferri arricciacapelli è essenziale prima proteggere i capelli con prodotti termoresistenti.
Infine i sieri per le doppie punte che avvolgono le punte in un’invisibile pellicola che aiuta a rinsaldarle e proteggerle da ulteriori aggressioni esterne, in particolare dal calore. Si applicano a piccole dosi dopo il lavaggio sui capelli umidi, ma anche ogni giorno sulla capigliatura asciutta. Vanno usate in dosi minime e massaggiati bene.
Tagliare con regolarità – ogni due mesi circa – di pochi millimetri la parte finale dei capelli aiuta a mantenere l’aspetto della capigliatura sano e luminoso eliminando la parte di capello ormai “finita”.