La donna che allatta il compagno ogni due ore: “Fa bene a lui e alla coppia”

Una pratica decisamente inusuale e fortemente criticata sul web, quella di Jennifer Mulford, una donna di Atlanta (Georgia) che ha annunciato pubblicamente di essere intenta ad allattare il suo compagno, il 36enne Brad Leeson, un appassionato di body-building.

1783847_titolom

«Lo allatto ogni due ore, e per favorire la formazione di latte materno sto seguendo una dieta speciale, fatta soprattutto di semi di lino e di erbe in pillole» – racconta Jennifer in un’intervista riportata anche dal Daily Mail – «Questo fa bene a lui e alla coppia in generale: lui riceve tutto l’apporto proteico per allenarsi e tra di noi si è venuto a formare un legame particolare». I due hanno dichiarato di praticare l’allattamento ‘di coppia’ ogni due ore, ma rigorosamente in privato: «È un nostro momento molto intimo». La loro decisione di rendere il fatto pubblico, però, non ha riscosso il gradimento del web. Un utente ha sottolineato come «il latte materno non ha alcun beneficio sugli adulti», una donna invece li ha attaccati così: «È proprio grazie alla sessualizzazione dell’allattamento di gente come loro se molte mamme oggi vengono costrette a non nutrire i loro figli in pubblico». Jennifer, dopo aver avuto una figlia ad appena 16 anni, aveva rotto con il padre della bimba e frequentato saltuariamente altri uomini. Poi, qualche anno dopo, ha ritrovato Brad, il primo amore ai tempi del liceo, e tra i due si è riaccesa la scintilla.

Gravidanza indesiderata? Ecco i mille modi per restare incinta tra realtà e falsi miti

La gravidanza a sorpresa. Evitare una gravidanza indesiderata è tutta questione di educazione sessuale. Ma quando in casa o a scuola le informazione sulle conseguenze dell’amore sono carenti, se non addirittura inesistenti, ci si affida alla sorte e, soprattutto, ci si appiglia a credenze sul sesso tramandate ormai di generazione in generazione, spesso più fondate sul ‘sentito dire’ che su reali basi scientifiche.

sesto-mese-di-gravidanza

Ma è sempre tutto vero? Non proprio, anzi. Il più delle volte si tratta non solo di falsi miti, ma anche di consigli del tutto controproducenti. A tentare di fare il punto sull’argomento è FEMAIL, il ‘braccio rosa’ della redazione del Mail Online che ha girato dubbi e domande sul concepimento agli esperti del servizio sanitario australiano. Una cosa di cui non tutti sono coscienti – spiega il quotidiano – è che non è sempre necessaria la penetrazione per concepire. Una eventualità potenzialmente molto pericolosa soprattutto per gli adolescenti dediti al ‘petting’: le donne possono infatti rimanere incinte attraverso il cosiddetto ‘accoppiamento asciutto’, cioè quando un uomo e una donna si strusciano l’uno contro l’altra senza penetrazione. Non si tratta certo di un’eventualità molto comune, ma è comunque possibile: “Se lo sperma entra in contatto con la vagina allora c’è il rischio di una gravidanza”, spiegano gli esperti del ‘Family Plannining’ australiano. Che sottolineano anche come gli indumenti intimi non possano essere considerati una barriera sicura, dal momento che il seme potrebbe facilmente bagnare boxer e mutandine. Un evento raro, ma comunque non privo di rischi. Se la credenza secondo cui è possibile rimanere incinte nuotando in una piscina dove un uomo ha eiaculato rientra fra le leggende metropolitane, anche l’adagio secondo il quale l’allattamento impedirebbe la fecondazione agendo come contraccettivo naturale non è certo da meno. Anche se l’allattamento al seno fino a sei mesi dopo la nascita può in effetti ridurre le probabilità di concepire, non si tratta di un metodo efficace al 100% e non esiste alcuna prova scientifica a supporto di questa tesi. Tra le paure espresse agli esperti, la possibilità di una gravidanza derivata da rapporti esclusivamente orali o anali. Paure evidentemente infondate, così come infondato risulta il timore di concepire durante la menopausa, fase ormai non più fertile nella vita di una donna.  Un ‘evergreen’ delle cose da non fare se si vuole evitare una gravidanza indesiderata è praticare il coito interrotto. Ma sono ancora in molti a credere che si tratti di un valido metodo contraccettivo, sbagliando di grosso: “Una gravidanza può capitare anche se il pene viene estratto dalla vagina prima dell’eiaculazione – spiegano gli esperti – dal momento che anche una piccola quantità di seme contenuto nei fluidi espulsi prima dell’eiaculazione possono entrare in contatto con la vagina”.  Pericoloso, infine, anche tentare la via del conteggio dei giorni fertili. Astenersi dal sesso nel periodo fertile di una donna, e fare sesso non protetto per tutto il resto del mese, non previene alcun rischio di gravidanza. Le donne, infatti, possono rimanere incinte durante ogni fase del ciclo mensile, inclusa quella del flusso mestruale.

Tisana al finocchio: le proprietà benefiche

tisana-1-650x487La tisana al finocchio ha molte proprietà benefiche. Riesce ad essere depurativa e drenante, i suoi effetti sono soprattutto antinfiammatori, facendo in modo che l’organismo elimini le tossine accumulate. Può essere consumata anche con l’aggiunta di altre erbe, come la camomilla e la malva. In questa maniera possiamo favorire anche gli effetti calmanti ed emollienti. La tisana al finocchio è la scelta migliore che possiamo fare, per aiutare il nostro benessere generale, senza contare che essa ci aiuta in presenza di problemi digestivi e gastrointestinali. E’ un vero e proprio alleato della nostra bellezza, in quanto, agendo contro la ritenzione idrica, permette di combattere la cellulite.

Le proprietà benefiche

Prendendo in considerazione le proprietà benefiche della tisana al finocchio, abbiamo la possibilità di constatare la sua azione contro i liquidi in eccesso accumulati nel corpo. Si tratta di qualcosa di rilevante, per riuscire a contrastare i disturbi digestivi, in quanto questo infuso possiede un effetto antispastico. Per questo motivo ci può aiutare in caso di digestione lenta. In questo senso può essere davvero importante per chi soffre della sindrome del colon irritabile. La tisana al finocchio può riuscire a rompere anche i calcoli renali e può essere d’aiuto per ridurre i disturbi respiratori, come, ad esempio, la bronchite e l’asma. Non dobbiamo dimenticare, infatti, che il finocchio, da annoverare fra gli alimenti ideali per perdere peso, riesce a fluidificare le secrezioni catarrali.

Nel caso di dolori legati al periodo premestruale, compresi i crampi, questo tipo di infuso si rivela benefico. D’altronde non dobbiamo sottovalutare il fatto che ha un effetto stimolante nella produzione di estrogeni. La tisana al finocchio si può usare anche come collutorio, per combattere la congiuntivite e le infezioni oculari in generali, oltre che le infiammazioni della bocca. Il finocchio è utile anche per contrastare l’alitosi. A questo scopo bisognerebbe effettuare dei gargarismi, dopo averlo fatto bollire nell’acqua e aver permesso all’infuso di diventare tiepido.

Le controindicazioni

La tisana al finocchio fa male? In effetti non si può parlare di vere e proprie controindicazioni per questo rimedio naturale. Tuttavia è bene ricordare che, come vale per tutti i benefici basati sulla natura, non bisogna esagerare, ma bisogna procedere con prudenza. Non si deve portare avanti un uso prolungato in dosi massicce della tisana al finocchio, specialmente in caso di gravidanza e nel periodo dell’ allattamento. In questi casi è sempre meglio chiedere il parere del proprio medico di fiducia.