Marcella: chiamarsi Bella, che fatica!

È Bella di nome e di fatto. Per temperamento sanguigno e potenza vocale è una delle donne più amate della musica italiana. Nel 1972, giovanissima, ha commosso il pubblico di Sanremo con le sue “Montagne verdi” e con il celebre amico coniglio dal muso nero. Ha interpretato successi come “Io domani”, “Nessuno mai”, “Senza un briciolo di testa” e “Uomo bastardo”, e ora sta per tornare con un nuovo album firmato dallo straordinario fratello Gianni. Come avrete indubbiamente capito già dai primissimi indizi, stiamo parlando della sempre splendida Marcella.

marcella-bella-47-680007

Poche sanno che negli anni ’70 è stata soprannominata “cespuglio” per la sua capigliatura. E che Mina, durante i primi anni della loro amicizia, l’ha ribattezzata “negro”. Insomma, oltre la voce incredibile e l’inconfondibile accento, i capelli di Marcella sono da sempre uno dei suoi elementi più contraddistintivi. Ecco allora i consigli della nostra redazione per tutte le donne che vogliono domare le loro chiome ribelli e ispirarsi allo stile mediterraneo ed elegante di Marcella. Con il Plopping sei bella come Marcella – Ideale per definire il riccio e combattere l’effetto crespo, è tornato in voga un metodo di asciugatura naturalissimo. Si chiama plopping e vi permetterà di avere una chioma definita e voluminosa. Tutto questo con un semplicissimo asciugamano, senza usare phon o ferro caldo. Ecco come fare.

1) Effettuate un normale lavaggio, evitando di appesantire i capelli con il balsamo. Poche lo sanno, ma il
balsano è assolutamente sconsigliato per chi vuole ottenere ricci voluminosi e sfrontati.
2) Applicate sui capelli ancora bagnati una mousse o una crema che aiuti a definire i ricci. Massaggiate energicamente.
3) A questo punto procedete avvolgendo la chioma con un asciugamano. Arrotolate i lati a destra e a sinistra richiudendoli con un nodo dietro la nuca.
4) Lasciate in posa per circa 3 ore, sino ad ottenere un’asciugatura naturale e completa.
5) Assicuratevi che tutte le ciocche siano completamente asciutte.
6) Srotolate l’asciugamano e terminate la piega con un diffusore.
A cura della redazione “Bella più di prima”
Guarda la mini intervista di Gabriele Lazzaro a Marcella, dietro le quinte del programma di Rete4 “Una serata Bella, per te Mogol” .

Marcella: chiamarsi Bella, che fatica!ultima modifica: 2015-12-08T12:50:47+01:00da acristina30
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento