Miti da sfatare sui capelli

– Lo shampoo non indebolisce i capelli e non ne causa la caduta
Il tempo di contatto dello shampoo con il cuoio capelluto è molto breve, il prodotto è, infatti, diluito con l’acqua e risciacquato dopo pochi minuti: non esistono quindi shampoo che causano un’aumentata caduta dei capelli.

– Tagliare i capelli non li rende più forti (ma può migliorarne l’estetica)
La parte del capello che fuoriesce dal cuoio capelluto è morta, di conseguenza il capello non trae alcun beneficio dal taglio. Tuttavia, la capigliatura appare più gradevole esteticamente e più corposa perchè le punte dei capelli, eliminate con il taglio, sono la parte più rovinata ed assottigliata.

 Lavare spesso i capelli non li danneggia– Lavare spesso i capelli non li danneggia
Lavare i capelli frequentemente non solo non è dannoso,
ma previene malattie del cuoio capelluto come la dermatite seborroica, che possono provocare un’aumentata caduta
dei capelli.
I capelli si possono lavare anche quotidianamente: il motivo
per cui i capelli cadono durante il lavaggio è che il trauma meccanico facilita il distacco delle radici in telogen, ovvero
di quei capelli in fase di riposo già destinati a cadere.
L’importante è che lo shampoo utilizzato sia delicato e
l’acqua non sia troppo calcarea. In caso di capelli secchi
e rovinati, però, è consigliabile utilizzare il balsamo per proteggere durante la pettinatura e l’asciugatura. È inoltre importante non asciugare i capelli con aria troppo calda
o con il phon a distanza troppo ravvicinata.

– Lacca e gel non sono dannosi
Questi prodotti non penetrano attraverso il cuoio capelluto,
ma si depositano sul fusto, di conseguenza non hanno effetti sul follicolo e quindi sul capello che cresce.
Bisogna stare attenti però alla qualità dei prodotti. I prodotti di buona qualità formano intorno al capello una pellicola invisibile che permette la tenuta della piega e ha una funzione protettiva.

– L’origine delle doppie punte: pettinatura, phon caldo, tinture, permanenti
È importante non aggredire i capelli ma essere il più possibile delicati nel trattarli.
Trattamenti troppo intensi danneggiano la cuticola e poi la corteccia, causando le doppie punte. Per questo bisogna proteggere quotidianamente i capelli: l’unico altro rimedio per le doppie punte è il taglio.

– Il sebo e i capelli
Il rivestimento di sebo che abbiamo sui capelli protegge il fusto dall’ambiente. Il sebo, presente nella parte superiore del follicolo, non interferisce con l’attività della matrice. Quando fuoriesce dal follicolo, invece, il sebo si deposita sulla cute e si diffonde sul capello ad una velocità crescente quanto più il sebo è fluido ed i capelli sono sottili.
Visto che il calore tende a fluidificare il sebo, i soggetti con aumentata seborrea e capelli grassi dovrebbero evitare l’uso del phon caldo.
Anche toccare e pettinare frequentemente i capelli favorisce la diffusione del sebo e peggiora il problema dei capelli grassi.
Contrariamente a quanto molti pensano, invece, la secrezione sebacea non è influenzata dal lavaggio.

– Il casco protettivo per i motoveicoli e i cappelli non sono causa di caduta
Contrariamente a quanto si crede, l’uso di cappelli o del casco non genera un aumento della caduta dei capelli. Anzi, permette di proteggere il cuoio capelluto dal sole.
La falsa credenza che lega caduta dei capelli e casco è forse dovuta al fatto che chi perde molti capelli può facilmente rinvenirli sul cappello o nel casco.

– Tagliare i capelli non è di alcuna utilità in caso di caduta o di diradamento
È, infatti, utile solo se sono presenti doppie punte o altre alterazioni esterne del fusto, o per un fatto puramente estetico.

– La rasatura non rende i capelli più forti o grossi
I capelli appaiono più grossi solo perché asportiamo l’estremità, che è naturalmente più sottile. In realtà, però, la rasatura non modifica lo spessore o la densità dei capelli.

Miti da sfatare sui capelliultima modifica: 2011-10-14T09:14:20+02:00da acristina30
Reposta per primo quest’articolo