Ornella Muti choc: “Io e Naike saremo due tr*** ma non ci interroghiamo sul pomp*** di Cecilia”

ROMA – Ornella Muti senza peli sulla lingua. In un’intervista a Vanity Fair l’attrice romana si racconta a 360 gradi: “Io e Naike saremo anche due tr**, ma abbiamo messo al mondo due ragazzi puliti. Che non guardano dal buco della serratura, che non si interrogano sul pomp*** di Cecilia nell’armadio del Grande fratello e non si concentrano soltanto sullo schifo, ma sanno guardare anche al bello. Se insegni a cercarlo, il bello alla fine lo trovi”.

WCCOR1_0IWPQY0A-k7CE-U43340338746930n2-1224x916@Corriere-Web-Roma-593x443

E continua: “Sui giornali e in tv si discute solo di caz** e di fi**, di pomp*** negli armadi del Grande Fratello Vip e di ammucchiate. Di gente che tira cocaina e va con il transessuale. Di ciò che più demonizziamo e di cui al tempo stesso non possiamo fare a meno di parlare”.

E il fatto di essere stata descritta per anni come una bomba sexy, secondo l’attrice l’avrebbe penalizzata: “Ha fatto sì che oggi il sesso sia una delle cose che meno desidero al mondo e meno mi appartengono. In fondo, agli uomini non è mai importato nulla di come volessi fare l’amore. Perché se sei una donna, devi fare altro. La concubina, la psicoanalista, la madre, la moglie, l’amante. Gli uomini hanno sempre bisogno di essere i galli più virili del pollaio: Ce l’hai più lungo, ce l’hai più grosso…”.

Gli uomini preferiscono le donne con il lato b “a mandolino”. Ecco perché

ROMA – Secondo voi perché gli uomini a letto preferirebbero le donne con il lato B “importante”? E, al di là delle ovvie risposte, è proprio la scienza a spiegarlo.
Come riporta il sito di Radio105, secondo una ricerca condotta dalla Bilkent University il segreto sarebbe nella curvatura della spina dorsale. La curvatuta a 45 gradi farebbe sembrare il lato B più grande e questo attrarrebbe i maschietti per un motivo ben preciso.

esercizi-glutei-e-fianchi-da-fare-a-casa (1)

L’esperto David Lewis ha spiegato: “Gli uomini spostano l’attenzione sul sedere ottenendo informazioni sulla spina dorsale della donna senza nemmeno rendersene conto”. Il ricercatore sostiene che la curvatura abbia attratto i maschietti fin dall’antichità, perché permetteva alle donne di cercare cibo anche se incinte e di avere figli senza danneggiare la schiena.
Le donne che non hanno il lato b a mandolino sarebbero più limitate nei movimenti durante la gravidanza e avrebbero una pressione sui fianchi dell’800 per cento. Il motivo dell’interesse dell’uomo per questo tipo di fondoschiena sarebbe quindi per fini evoluzionistici. La donna con il lato b a mandolino sarebbe la partner ideale. Senza contare che è anche sexy…

Gli uomini preferiscono le donne senza trucco: “Sono più comprensibili”

Fard, ombretto, mascara, tutto inutile: agli uomini piace la donna acqua e sapone. A dirlo è uno studio pubblicato dalla “Royal Society Open Science”, secondo il quale gli uomini sono attratti dai visi puliti e questa attrazione per la semplicità si spiegherebbe con la tendenza del cervello a decodificare stimoli poco complessi.

Ragazza-si-lava-il-viso_650x447

I visi puliti sono decodificati con pochi neuroni, inoltre solitamente la pelle delle donne che non si truccano spesso appare più liscia e con meno rughe. Lo studio è stato condotto a seguito di un esperimento effettuato su 169 uomini a cui sono stati fatti vedere volti di donne truccate e volti struccate: la maggior parte hanno preferito le bellezze acqua e sapone. I risultati della ricerca mette in discussione le teorie di molti scienziati, secondo i quali l’idea della bellezza così come la tendenza a scegliere un partner piuttosto che un altro, sarebbero dettate dalla selezione naturale. Con questa ricerca si dimostra che entrano in gioco altri fattori, come quello culturale e sociale.

Quello che le donne non dicono: ecco i segreti inconfessabili agli uomini

Quello che le donne non dicono, per riprendere la canzone interpretata da Fiorella Mannoia, è veramente molto. Tra le cose che le rappresentanti del gentil sesso vogliono tenere celate ci sono 5 segreti che, secondo  Buzzexcite, le donne proprio non rivelano mai ai proprio uomini.

d77fb6e51d1fc5e0520b01d61ae61a14Primo tra tutti il fatto che controllino cosa fa il loro ex su Facebook, cercando di scoprire ogni dettaglio della sua nuova vita senza di lei e magari con la nuova compagna. Si informano di ogni dettaglio del passato del proprio uomo, ex, amici, lavoro e di riflesso tutto quello che sanno loro lo saprà anche la sua migliore amica perché tra donne ci si confida molto di più che tra uomini, anche i dettagli più intimi. Nessuna donna dirà mai il numero corretto di partner con cui è stata, o perché il numero sembra troppo elevato, ma anche perché a volte può sembrare troppo ridotto. Amano che il loro uomo sia geloso, infonde loro sicurezza. Ogni donna ha un cassetto, una scatola in cui conserva foto e piccoli cimeli delle sue storie passate, proprio perché per quanto riesca ad andare oltre non dimentica mai chi ha amato.

“Punto G”, ce lo hanno anche gli uomini: ecco come trovarlo e stimolarlo

Finora la sessuologia si è largamente concentrata sul punto G e sul piacere femminile, e altrettanto ha fatto l’industria dei sex toys. In realtà, esiste un punto analogo anche nell’uomo, ma solo oggi sta cadendo uno storico tabù.  Il punto G maschile esiste e corrisponde ad una zona della prostata.

fare-l-amore-640x320

Non è un caso che negli ultimi tempi sempre più uomini ricorrano, senza timore o vergogna di dichiararlo, al massaggio prostatico, considerato fino a poco tempo fa un vero e proprio tabù in quanto considerato ‘poco virile’. Il mercato, però, non mente mai e le aziende produttrici di articoli erotici ormai non si limitano esclusivamente ai vibratori per il piacere femminile. Sono sempre di più, e sempre più diversi, i sex toys pensati proprio per il massaggio prostatico. Le chiavi per ottenere il risultato desiderato con questa tecnica sono cinque. In primis, occorre accertarsi che le mani o il sex toy utilizzati per il massaggio prostatico siano perfettamente pulite. Poi, è consigliabile che l’uomo si distenda con tutti i fianchi e assuma una posizione confortevole. Ovviamente, è essenziale anche utilizzare del lubrificante per l’inserimento e compiere l’operazione in maniera graduale, in modo da far abituare il corpo dell’uomo. Per farlo, è necessario compiere piccole spinte avanti e indietro e non spingere con forza e a senso unico.  Come riporta Mashable.com, chi ha provato il massaggio prostatico assicura: «La virilità e il piacere ne giovano profondamente, è una maniera del tutto nuova di vivere il sesso». Secondo alcuni sessuologi, l’orgasmo maschile può aumentare di un terzo grazie a questa tecnica sempre più diffusa.

Tatuaggi su 7 milioni di italiani, lʼIss avverte: sottostimate le complicanze

Tredici italiani su cento hanno almeno un tatuaggio sulla pelle. In tutto i tatuati nel nostro Paese sono sette milioni, soprattutto donne, pari al 13,8% del totale. A “disegnarsi” la pelle sono invece l’11,7% degli uomini. Ad avere complicanze o reazioni negative risulta che siano il 3,3%, ma il dato appare sottostimato a quello reale.

tatuaggi-di-belen

A fare i calcoli per tratteggiare l’identikit degli amanti del tatto è l’Istituto superiore di sanità. Le complicazioni che si segnalano più frequentemente, secondo lo studio Iss, sono dolori, granulomi, ispessimento della pelle, reazioni allergiche, infezioni, pus. E, se tanti sono quelli che soffrono di qualche malessere collegato alla scelta di tatuarsi, tanti sono anche quelli che si pentono della decisione. Il 17% non lo rifarebbe e oltre il 4% ha già deciso di sottoporsi a trattamenti per cancellare un disegno che non vogliono più.
Il 7,2% dei tatuati ha meno di 18 anni, sempre secondo il rapporto dell’Istituto superiore di sanità. E diversi sono i gusti tra uomini e donne: i primi preferiscono tatuarsi braccia, spalle e gambe, le seconde soprattutto schiena, piedi e caviglie. Il 76,1% si rivolge a un centro specializzato e il 9,1% a un centro estetico, ma il 13,4% del totale va fuori dai centri autorizzati.

Gli uomini intelligenti preferiscono una partner con il seno piccolo: ecco perché

Gli uomini intelligenti preferiscono le donne con un seno piccolo. È la rivincita delle donne non formose quella spiegata dai ricercatori di Psychology Today che affermano come gli uomini mentalmente più sviluppati e colti prediligano una partner con un seno più piccolo.  Il motivo non è solo sociale, e quindi legato all’apparenza e al desiderio di voler “mostrare” una donna più bella ma psicologico.

vantaggi-seno-piccolo-6

Gli uomini a cui piacciono le donne con il seno piccolo hanno un minor fabbisogno materiale, vale a dire che si sentono realizzati e completi, mentre a prediligere le donne più formose sono gli uomini con cultura minore e che ricoprono, lavorativamente parlando, impieghi di minore pregio e responsabilità.  La ricerca ha dimostrato che gli uomini che prediligono donne longilinee e dall’aspetto raffinato sono solitamete più ricchi della media, tutto il contrario si predilige in caso di stipendi più bassi, come se il corpo femminile desse loro il senso di opulenza che materialmente manca.

I soldi possono comprare anche l’amore? Secondo uno studio, sì: ecco perché

Il denaro può influire anche sull’amore? O ci sono aspetti dei sentimenti che sfuggono al freddo calcolo utilitaristico? Una delle domande più frequenti di sempre riguardo ai rapporti umani potrebbe aver trovato la giusta risposta.

perche-donna-attratta-da-uomo-ricco-con-soldi

Come riporta Metro.co.uk, alcuni ricercatori dell’università di Hong Kong hanno effettuato uno studio su alcuni uomini e donne, per cercare di capire come la ricchezza e la povertà possano influire anche sull’amore. L’indizio, ovviamente, è quello che accade in tutto il mondo: imprenditori e vip facoltosi, anche se non bellissimi, per tutta la vita sono circondati da donne molto sexy.  Merito esclusivamente del denaro? Non proprio. Alcuni volontari sono stati sottoposti a diversi test, in cui, a seconda del budget di cui si poteva disporre, avrebbero dovuto delineare le strategie di seduzione. Alla fine, anche tra le stesse persone, è venuto fuori un quadro decisamente insolito: chi doveva conquistare una donna e aveva, in via ipotetica, parecchi soldi a disposizione, si mostrava decisamente più sicuro e intraprendente. Chi, invece, doveva affidarsi a un corteggiamento low-cost, è apparso decisamente più impacciato e in difficoltà.  Darius Chan, che ha diretto la ricerca, ha spiegato i risultati: «Questo è un fenomeno che abbiamo notato molto più tra gli uomini che tra le donne. I più ricchi, poi, tendono a dare più importanza all’attrazione fisica e alle avventure, mentre i più poveri sono più portati per le relazioni a lungo termine».

“I dolori mestruali sono come un infarto”, ecco cosa ha scoperto la scienza…

I dolori mestruali sono come un attacco di cuore. In supporto, almeno psicologico, al gentil sesso arriva una dichiarazione di John Guillebaud, professore alla University College di Londra.  Il professore sostiene che gli uomini non possano minimamente comprendere il dolore e aggiunge che spesso a questo genere di fastidio si dedica spesso troppo poca attenzione.

dolori-mestruali-2-1024x682

Per molto tempo anche negli studi medici si è concentrata poca attenzione sul problema e spesso le donne sono state definite “esagerate” e malate di “isteria” a causa del ciclo mestruale. Secondo la scienza gli uomini riescono a sopportare dolori addominali per 49 minuti prima di chiedere “aiuto”, mentre le donne riescono a sopportare gli stessi per 65 minuti. Ma gli stereotipi hanno creato un modello di donna che tende a drammatizzare ed esagerare, così spesso i problemi legati ai dolori mestruali sono sottovalutati dagli uomini.  Inoltre a lungo le mestruazioni hanno rappresentato e rappresentano un tabù, qualcosa di cui non si deve parlare, qualcosa di disgustoso per gli uomini e quasi vergognoso per le donne.

Seno e lato B, grandi o piccoli? Ecco cosa preferiscono gli uomini intelligenti

Décolleté prosperoso e lato B a mandolino, secondo il sentire comune sarebbero questi i canoni della bellezza. Ma per la scienza non è proprio così.  Il giornalista Michele Monina in un articolo sul Fatto Quotidiano ha fatto il punto della situazione, sostenendo che gli uomini intelligenti preferirebbero un seno piccolo e un sedere grande.

gisele (1)

“Gli uomini più intelligenti – afferma – sono quelli che si concentrano sui culi grossi e le tette piccole. Lo dicono gli scienziati, noi non siamo scienziati, ma giornalisti, quindi ci limitiamo a riportare la cosa, accompagnando il tutto con un segno di compiaciuto assenso. Il seno piccolo è più sensibile e delicato, non è mai volgare. Se vediamo una bella donna con una piccola scollatura, dobbiamo chiederci, sempre che abbia senso porsi certe domande, se è naturale, o se è ricorsa alla chirurgia estetica. Il seno piccolo è più sincero ed elegante e non invecchia mai. I grossi seni invece stanno lì, sotto gli occhi di tutti, si vantano, quasi, distraggono, cercano vanesiamente di attirare l’attenzione. Ricordano il porno e quindi fanno finire tutto nel volgare”.  E infine il giornalista conclude con una considerazione sul lato B. “Il culo grosso è il vero senso delle forme italiane. È sincero e non si deturpa. Quindi gli uomini intelligenti sanno cosa devono cercare e apprezzare in una vera donna”.