Idratare e massaggiare il viso

pelle,pelle tendenzialmente secca, palpebra,attaccatura dei capelli,guance,zigomi,fredo,freddo, vento, sole, zigomi,principi attivi,crema specifica,idratanti, rivitalizzanti,elementi nutritivi, vitamine,  vegetali, pelle fresca e tonica, pelle sensibile, Per una pelle più bella e per ottenere dei buoni risultati, (che con un po’ di costanza si apprezzano giorno dopo giorno!) è indispensabile prima di tutto scegliere con cura il tipo di crema giusto!
Ricorda infatti di usare al mattino un tipo di crema idratante, mentre alla sera scegli prodotti nutrienti, che possano donare sollievo e morbidezza alla tua pelle!

La scelta dell’idratante giusto
1) Se hai la pelle normale e non particolarmente sensibile
scegli idratanti a base di principi umettanti (ad esempio: estratto di latte di cocco e glicerina), di grassi e principi che aiutano la pelle a trattenere l’acqua, indispensabile per mantenere la pelle fresca e tonica.

2) Se hai la pelle tendenzialmente secca
puoi usare idratanti dalla formula arricchita con principi nutrienti (ad esempio: oli vegetali, karité, latte di riso e ceramidi) per aumentare l’idratazione della pelle e tenerla sempre tonica ed elastica.

3) Se la tua pelle è molto stressata e secca
e subisce gli effetti degli agenti atmosferici (freddo, vento, sole …) ti consigliamo trattamenti più energizzanti dei normali idratanti.
In questo caso esistono creme idratanti a base di elementi nutritivi come vitamine, oligoelementi (ad esempio: ferro, rame, zinco, magnesio) efficacissime come tonici e rivitalizzanti.

L’importanza del massaggio del viso
Massaggiare la pelle del viso nel modo giusto aiuta il perfetto assorbimento della crema idratante o nutriente in modo che i principi attivi contenuti riescano ad agire al meglio!
La crema va applicata con un delicato massaggio, da effettuare con i polpastrelli, che vada a seguire la direzione dei muscoli: dall’interno verso l’esterno e dal basso verso l’alto.

Segui i nostri consigli!
• fronte: stendi la crema tra le sopracciglia e massaggia in direzione dell’attaccatura dei capelli.
• contorno occhi: massaggia molto delicatamente, utilizzando una crema specifica, sulla palpebra inferiore dall’angolo interno dell’occhio verso l’esterno, continuando il movimento sulla palpebra superiore verso l’angolo interno.
• guance: applica la crema sugli angoli della bocca e del labbro superiore, eseguendo il massaggio con movimenti circolari verso gli zigomi.
• mento: distendi la crema dal centro in direzione delle orecchie.
• collo: massaggia con movimenti circolari dall’alto verso il basso e dall’interno verso l’esterno.

I segreti per un viso rilassato

Gli studi recentiNuove scoperte in campo dermatologico chiariscono meglio le dinamiche legate all’invecchiamento della pelle del viso. A partire dai 40 anni la cute appare meno tonica, più spenta e le rughe che prima sembrano quasi accennate cominciano ad imporsi sul volto in modo permanente.

bellezza-i-segreti-per-un-viso-rilassato-gli-studi-recenti.jpg

Il motivo principale di questo decadimento, secondo gli studi prodotti dalla University of Texas Southwestern Medical Center, non sarebbe tanto la forza di gravità bensì l’assottigliarsi del grasso sottocutaneo e l’eccessiva esposizione ai raggi ultravioletti. Per evitare quindi che il viso resti segnato dallo scorrere del tempo servono una buona crema con una alto fattore di protezione e delle giuste iniezioni di acido ialuronico che fungono da sostegno interno del derma. Buytop.it - i profumi delle migliori marche online!Il segreto delle starEsistono però altre metodologie più semplici e naturali per appianare le rughe e dargli un aspetto più liftato. Per Anastasia Achilleos che gestisce a Londra una spa denominata ‘Home House’ frequentata dal jet set internazionale del mondo del cinema, della musica e della televisione, sono sufficienti tre semplici gesti quotidiani.La Achilleos propone alle sue importanti clienti, come Kate Moss, Jude Low e Gwyneth Paltrow, speciali massaggi facciali che garantiscono effetti miracolosi regalando un viso dall’aspetto più riposato e meno cadente. L’applicazione correttaSecondo l’esperta in ‘facialist’ ogni donna è in grado di arginare lo scorrere del tempo con tre semplici azioni che accompagnano l’applicazione della crema idratante da giorno e da notte su viso e décolleté.Se il cosmetico viene steso nel modo corretto viene incrementata la sua efficacia e quella dei principi in essa contenuti. Ripetendo in modo costante, per almeno un mese, questi movimenti la cute apparirà più tonificata in quanto viene aumentata la sua ossigenazione e vengono stimolate le fibre di collagene.Tre semplici azioni: la pressioneEcco le tre mosse quotidiane da ripetere mattino e sera sulla pelle pulita del viso:bellezza-i-segreti-per-un-viso-rilassato-tre-semplici-azioni.jpg1 – dopo aver prelevato una piccola quantità di crema, siero o del cosmetico che si utilizza abitualmente per il viso, lo si distribuisce sulla punta delle dita. A questo punto bisogna fare una pressione delicata sulla zona centrale della fronte e massaggiare la crema con la punta delle dita dal centro fino al lato esterno dell’occhio ripetendo il movimento per almeno tre o quattro volte per parte. L’effetto drenante e il massaggio2 – Senza aggiungere ulteriore crema bisogna fare delle leggere pressioni sulle palpebre inferiori per compiere un effetto drenante.3 – Prelevare un’altra piccolissima dose di crema e posizionare la punta delle dita ai lati del naso e massaggiare verso l’orecchio facendo dei leggeri sfioramenti dal basso verso l’alto per dare tono alla cute. Per completare il massaggio posizionare le dita al centro del décolleté e fare dei movimenti verso l’alto con la mano destra verso la parte sinistra del collo e viceversa sempre per ossigenare il tessuto cutaneo.

L’olio naturale giusto per la tua pelle

Gli oli di origine vegetale sono da sempre un punto fermo nel benessere e della cura personale, ma negli ultimi anni stanno vivendo un vero e proprio boom. Ci aiutano a rendere la pelle più elastica a idratare i punti più critici come mani, piedi, décolleté che possono essere inariditi da sole, vento, freddo.L’olio_naturale_giusto_per_la-2b22eb10f1802da689f4d37a6543afca.jpgGli oli naturali, ricavati da piante e fiori, offrono il vantaggio di garantire una protezione dolce, adatta anche alle pelle più sensibile poiché non contengono conservanti o elementi chimici.image-articolo-a-ogni-pelle-il-suo-olio.jpgConoscere gli oli vegetaliIl componente principale, quello che determina i benefici di questi prodotti cosmetici, è la ‘frazione insaponabile’ cioè quella parte dell’olio che a contatto con la soda non si trasforma in sapone. Questo componente è foto protettivo e ricco di fitosteroli, vitamine lipofile come il betacarotene ma anche lo squalene che stimola la formazione di nuovo collegane e favorisce la rigenerazione cellulare. Vitamina E ed acidi grassi essenziali sono gli altri ingredienti che contribuiscono a rendere gli oli cosmetici dei potenti anti–age.Gli oli sono quindi fondamentali per riportare benessere nelle pelli troppo secche oppure opache grazie alla loro azione emolliente e restituiva. Sono gli acidi grassi a fare da collante nello strato più profondo della pelle, rinforzano anche le cellule dello strato più superficiale e diminuiscono le perdite d’acqua. Questi prodotti sono anche molto utili per eseguire un massaggio tonificante o drenante ma donano lucentezza anche ai capelli secchi ed alle chiome dai colori spenti.I vari tipi di oli e i loro beneficiOlio di macadamia – è un rinforzante della pellicola idrolipidicaOlio di borragine – cementa il tessuto intracellulareOlio di argan – difende dalle aggressioni ambientali e dalla secchezza cutaneaOlio di enotera – indicato per lenire i rossori dopo la depilazioneOlio di mandorle dolci – ottimo per calmare il prurito e prevenire le smagliatureOlio di kigelia africana – contrasta il rilassamento della cute delicata del senoOlio di crusca – agisce come filtro UVAOlio di palma – è ricco di betacarotene.Trucchi e consigli utiliL’olio può anche venire aggiunto allo stato puro alla crema idratante quotidiana per il viso nella dose di 2/3 gocce. Molto indicati sono gli oli di argan o jojoba che hanno un effetto rigenerante mentre nel caso la pelle tenda ad essere grassa bisogna preferire le formulazioni che contengono essenze aromatiche come il limone che ha un’azione sebo-normalizzante. Le pelli più mature troveranno beneficio nell’olio di elicriso che agisce come elasticizzante.Sui capelli sono indicati impacchi di oli specifici come quello di lino, alle mandorle dolci e monoi, una miscela di olio di cocco e fiori polinesiani: bastano alcune gocce sui capelli asciutti da avvolgere poi in un asciugamano per 15 minuti, al termine si procede allo shampoo abituale.Perché non perda la sua efficacia l’olio cosmetico va conservato al buio e lontano da fonti di calore.

Prodotti curativi per la pelle: dubbi e certezze

Prodotti curativi fra certezze e legittimi dubbi. Per scegliere il vostro prodotto vi lascerete tentare, come dicono le malelingue (e lo sottintendono i pubblicitari), dalle sole apparenze adulatorie del condizionamento? E come potrete avere la possibilità di un’altra scelta? Molte etichette offrono soltanto, alla vostra sete d’informazione, la menzione laconica della natura della pelle alla quale e il prodotto è destinato! Ciò spiega la diffidenza di chi ha uno spirito contestatore verso il valore stesso delle creme curative.Applicare correttamente la crema sul viso, Avere una pelle perfetta, Avere una pelle sana e luminosa, Come applicare la crema sul viso, Consigli per la cura della pelle, Consigli trattamenti naturali pelle, Cura della pelle, Cure e rimedi naturali per la pelle, I segreti di una pelle sana, Pelle del viso perfetta, Pelle sana consigli, Pelle sana e bella, Pelle sana e luminosa, Pulizia del viso, Rimedi naturali pelle, Rimedi per la cura della pelle

L’autore di un’opera, apparsa poco tempo fa, non è forse arrivato al punto di affermare che certe creme conterrebbero “dei veleni… che vanno dall’acido nitrico all’arsenico, passando dal mercurio e dal bario”? Questa enumerazione fa  rabbrividire.

Basta visitare i laboratori delle più grandi case di cosmetici per rendersi conto della qualità della ricerca e dei seri controlli effettuati, a base di test, sulle diverse sostanze che entrano nella composizione dei prodotti. Sapete, ad esempio, che un avocado, che è  l’ingrediente principale per una crema all’olio di avocado, deve sottoporsi a 18 test relativi alla sua qualità intrinseca prima di essere giudicato buono per l’uso? Che una nuova crema viene studiata per più di un anno prima di essere lanciata sul mercato? Cerchiamo di essere obiettivi. Tutti i prodotti cosmetici commercializzati attualmente non sono però tutti elaborati con la stessa meticolosità. Ciò non deve rappresentare, tuttavia, un motivo per diffidare pregiudizialmente della bontà dei prodotti estetici-cosmetici.

Le maschere per il viso fai da te, naturali e di antica tradizione

Cure per il viso – Le maschere naturali all’antica potete farle voi stesse con verdura e frutta di stagione. Non costano care, ma richiedono una certa preparazione ed un po’ di tempo.Avere una pelle perfetta, Avere una pelle sana e luminosa, Consigli per la cura della pelle, Consigli trattamenti naturali pelle, Cura della pelle, Cure e rimedi naturali per la pelle, Cure per il viso, I segreti di una pelle sana, Maschere di bellezza, Maschere naturali per il viso, Maschere per il viso, Maschere per il viso fai da te naturali, Pelle del viso perfetta, Pelle sana consigli, Pelle sana e bella, Pelle sana e luminosa, Pulizia del viso, Rimedi naturali pelle, Rimedi per la cura della pelle, Trattamenti naturali viso

Una delle maschere per il viso più classiche, nota per ridare splendore ad una pelle spenta e secca, è la seguente: è composta da un giallo d’uovo e da un cucchiaio da minestra di miele liquido mescolati e che terrete venti minuti. Risciacquate  poi con acqua tiepida.

In inverno, servitevi delle virtù delle albicocche secche. Mettete a bagno una manciata di albicocche in acqua bollente e quando sono gonfie e molli, mettetele sul viso, mantenendole fisse con delle compresse di garza. Il lievito di birra fresco (1 cucchiaio da minestra) diluito in 4 cucchiai da minestra d’acqua tiepida e resa più spessa da un cucchiaio di caolino per formare una pasta; è una vecchia  ricetta speciale per schiarire il colorito, questa “maschera depuratrice della pelle” come viene chiamata, deve i suoi spettacolari effetti ad un’importante proporzione di enzimi.” Tuttavia, è meglio essere prudenti e non lasciarla più di due o tre minuti a contatto con l’epidermide, per la prima applicazione

Cure del viso agli estratti di placenta per pelli grasse e pori dilatati

Cure del viso agli estratti di placenta: preparati in creme e fiale. Provengono dalla placenta umana o  bovina refrigerata. Ricordiamo che un tessuto separato dal  suo organismo e mantenuto al freddo si difende contro questa aggressione producendo degli “stimolanti biologici” di cui ignoriamo la formula ma di cui dobbiamo per forza constatare la straordinaria efficacia.

Le loro proprietà sono utilizzate in estetica per curare le pelli grasse e con pori dilatati, le pelli sciupate e per attenuare le rughe.: Avere una pelle perfetta, Avere una pelle sana e luminosa, Consigli per la cura della pelle, Consigli trattamenti naturali pelle, Cura della pelle, Cure e rimedi naturali per la pelle, Cure per il viso, I segreti di una pelle sana, Maschere di bellezza, Maschere naturali per il viso, Maschere per il viso, Maschere per il viso fai da te naturali, Pelle del viso perfetta, Pelle sana consigli, Pelle sana e bella, Pelle sana e luminosa, Pulizia del viso, Rimedi naturali pelle, Rimedi per la cura della pelle, Trattamenti naturali viso

Sono preparati in fiale e in creme e possono essere utilizzati, nello stesso tempo, in maniera complementare, durante tutto un mese, con un ritmo crescente, variando secondo i casi.

Cure del viso mediante estratti embrionali, benefici e modalità di applicazione

Fondamentali per le cure della pelle del viso sono gli estratti embrionali, che provengono dal1’embrione di un pollo al nono giorno di incubazione. Ricordiamo che in quel periodo l’attività cellulare dell’embrione è al suo massimo.

E’ particolarmente ricco di trifone, quelle misteriose sostanze contenute nei succhi embrionali e che hanno il ruolo di stimolazione nutritiva. Sono queste sostanze che danno all’embrione la sua irresistibile “voglia di vivere”, che è a sua  volta trasmessa, grazie alle fiale o alle creme a base di estratti embrionali, alle cellule germinative delle pelli stanche e sciupate.  Stessa applicazione che per i precedenti estratti placentari.

Come scegliere le creme per pelli sensibili, intolleranti e allergiche

La pelle sensibile è un problema che riguarda moltissime donne. C’è chi semplicemente ha una cute particolarmente delicata e chi invece soffre di allergie e intolleranze localizzate.Pelle sensibile, creme viso, cura della pelle
In ogni caso è un problema sempre più diffuso e sentito che richiede di essere trattato con particolare attenzione.
Innanzitutto occorre fare una distinzione fra pelle intollerante e pelle allergica.
La pelle intollerante è quella che reagisci in maniera abnorme a uno stimolo esterno, chimico o fisico, senza però determinare una risposta di tipo immunologico da parte dell’organismo. Lo stimolo irritante provoca un’infiammazione della cute.
La pelle allergica è una cute che reagisce con rossore, prurito e irritazione se entra a contatto con una determinata sostanza.
Fra questi due tipi di pelle esistono delle somiglianze. Entrambe presentano una barriera cutanea più fragile rispetto alla norma, un’elevata eccitabilità delle tensioni nervose e un abbassamento della soglia di tollerabilità. Si tratta, quindi, di pelli che soffrono di più per l’esposizione alle aggressioni esterne e vanno trattate con particolare cura.

I trattamenti destinati alle pelli sensibili, intolleranti e allergiche, devono rispondere a caratteristiche ben precise. Infatti in teoria qualsiasi ingrediente cosmetico che viene a contatto con la cute può causare una reazione allergica o irritativa. Ecco perché le formule dei trattamenti per le pelli sensibili vengono ridotte all’essenziale: minore è il numero delle sostanze attive, più contenuto è il rischio di irritazioni.
E’ fondamentale poi l’esclusione di composti irritanti o potenzialmente allergizzanti, come il profumo, i coloranti, i conservanti, l’alcol, i parabeni e i derivati della lanolina. Le formule devono inoltre essere testate sul contenuto dei principali metalli pesanti (nichel, cobalto, palladio, cromo e mercurio).

468x60

L’esposizione all’aria oppure il contatto con le dita che prelevano il prodotto determinano alterazioni nella formula che possono essere responsabili di reazioni cutanee. Ecco perché è importante che i trattamenti per la cute sensibile si presentino in confezioni ermetiche, protettive e anti-contaminazioni per evitare qualsiasi contatto con l’aria e con l’esterno.

Acne tardiva: come trattarla

l problema dell’acne tardiva ovvero l’acne che colpisce dai 30 anni in su, è in costante aumento.  Pori dilatati, guance spente, punti neri e naso-fronte lucidi non sono solo un problema adolescenziale.ossido di zinco,Acne tardiva,Pori dilatati, guance spente,rimuovere sebo, impurità e batteri, pulizia del viso,crema idratante ,acido glicolico,rughe,punti neri ,luminosità cutanea,invecchiamento della pelle,
Il guaio è che quando i brufoli esplodono a 30-40 anni si vanno a sommare ai problemi legati all’invecchiamento della pelle come ispessimento dello strato epidermico, perdita di morbidezza, macchie della pelle e rilassamento cutaneo.
Le cause dell’acne tardiva sono da ricercare soprattutto nei cambiamenti ormonali, nello stress e nell’utilizzo di prodotti non adeguati o troppo aggressivi; la cute si ispessisce ancora di più, diventa rugosa e priva di elasticità, il turn over cellulare si allunga e il viso si riempie di brufoletti rossi. Se siete soggetti a questo tipo di acne in forma non particolarmete acuta, procedere alla pulizia del viso con prodotti non oleosi e non aggressivi, per evitare di irritare ulteriormente la pelle. Sono perfetti i gel a risciacquo che lavano via l’eccesso di sebo e diminuiscono la carica batterica che infiamma la pelle.

I principi attivi più efficaci nel rimuovere sebo, impurità e batteri, sono l’acido salicilico,che esfolia dolcemente la pelle e stimola il ricambio cellulare e l’acido glicolico che ha un’azione levigante, attenua le rughe superficiali e aumenta la luminosità cutanea.
Subito dopo la pulizia del viso applicare una crema idratante specifica per pelli impure e anti imperfezioni con ossido di zinco e gluconolattone, sostanze che hanno  un’azione levigante, sebo regolatrice e antinfiammatoria.
Molte formulazioni hanno un effetto opacizzante e sono di conseguenza ottime basi per il trucco che deve essere anch’esso oil free.