Depilazione intima totale: ecco i pro e i contro che (forse) non sapevi

Sono sempre più le donne che, un po’ per moda, un po’ per comodità e igiene, prediligono una ceretta totale nella zona dell’inguine. Le teorie su questo tipo di depilazione sono discordanti, in linea di massima molto ci si basa sulla soglia del dolore che si ha, ci sono però dei pro e dei contro.

luce-pulsata-1

Tra i pro c’è sicuramente la sensazione di pulizia che si prova nell’eliminare tutti i peli, un maggiore piacere sessuale e una sicurezza maggiore tra le lenzuola dove non si teme di essere “in disordine”. Infine la depilazione totale è molto comoda in estate, quando si indossa spesso il costume, perché non si deve temere che i peli superflui spuntino improvvisamente via dali slip.Tra i contro c’è una maggiore attenzione che va dedicata all’area interessata: si deve ripetere ogni mese e si deve idratare di frequente la zona, si abbassano le difese contro i batteri e ci si espone di più a infezioni, inoltre non sempre è gradita. Molti uomini hanno, infatti, dichiarato di prediligere parti intime ben curate ma non prive di peluria.

Donne in cerca di lavoro? Ecco il particolare hot per farsi assumere

Siete donne e state cercando lavoro? Una ricerca francese rivela quale particolare hot aumenta sensibilmente le possibilità di essere assunte. Come riporta il Mirror, mostrare una scollatura generosa che metta in evidenza la separazione tra i due seni farebbe crescere di almeno il 19 per cento la probabilità di accaparrarsi il posto.

1412348412-senoLo rivela uno studio francesce condotto da Sevak Kertechian, che ha indagato per la prima volta il fattore outfit per quanto riguarda il reclutamento.  “A prescindere dal tipo di lavoro ricercato, da commessa a commercialista – afferma lo studioso – la candidata che presenta questo tipo di abbigliamento ha maggiori possibilità di essere scelta. Si tratta di un risultato choc e negativo, ma non sorprendente. Faremo ulteriori ricerche”. Lo studio ha indagato anche l’impatto dell’abbigliamento scelto per le foto del curriculum e delle applicazioni per trovare un’occupazione. E il risultato è lo stesso: un décolleté generoso attirerebbe maggiormente l’attenzione dei reclutatori, facilitando la conquista del lavoro.

C’è vita dopo la morte, almeno per il Dna: la scoperta è rivoluzionaria, ecco perché

Nel Dna la vita prosegue dopo la morte almeno per altri quattro giorni: è stato osservato nei topi e nei pesci, nei quali alcuni geni sembrano continuare a essere attivi per molte ore dopo la morte. Sono le conclusioni dello studio del microbiologo Peter Noble, dell’università di Washington a Seattle, per ora pubblicato sul sito BioRxiv, che non richiede la revisione della comunità scientifica, e citato sul sito della rivista Science.

VITA-6

La scoperta potrebbe migliorare le tecniche per conservare gli organi destinati ai trapianti.  Quando un organismo vivente muore non sempre le funzioni vitali cessano nello stesso momento e alcuni processi interni possono proseguire per molte ore. In passato, analizzando cellule umane di sangue e fegato di esseri umani dopo la morte, alcuni studi avevano indicato che l’attività di alcuni geni proseguiva. Seguendo questa strada, Nobles è andato alla ricerca della possibile attività post mortem di oltre 1.000 geni in topi e pesci zebra, i pesci più studiati nei laboratori di genetica. Ha scoperto così che centinaia di geni continuano a funzionare dopo il decesso, nei pesci anche dopo ben quattro giorni. Molti dei geni attivi svolgono attività necessarie all’organismo in momenti di emergenza, ma sorprendentemente sono risultati ‘accesì anche geni legati allo sviluppo dell’embrione e che restano silenziosi dopo la nascita, oppure altri che facilitano lo sviluppo di tumori. Questi risultati potrebbero aiutare a capire importanti problematiche legate ai trapianti e rivelarsi anche un ottimo strumento per la medicina legale.

“Bere bevande calde può far venire il cancro”, il risultato choc di una ricerca

Cosa c’è di meglio di una bevanda calda quando non ci si sente tanto bene? E invece no. Bere bevande molto calde provoca probabilmente il cancro esofageo, ha detto oggi l’Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro (Iarc) dell’Oms come si legge su ‘Le Figaro’.

solubili-per-bevande-calde-

Assolto quindi il caffè, uscito dalla ‘black list’ degli alimenti cancerogeni. Secondo Christopher Wild, direttore della Iarc, le ricerche effettuate “suggeriscono che il consumo di bevande calde è una probabile causa di cancro dell’esofago e quindi sia la temperatura, piuttosto che le bevande stesse, a essere responsabili”.

Giovane per sempre! Una pelle perfetta con la dieta antiossidante

La dieta mediterranea ha un forte potere antiossidante, mantiene giovane il cuore e salva le arterie. Inoltre, fa bene all’epidermide e al sesso: grazie ai prodotti della natura viviamo infatti meglio e più a lungo. Scopri come coinvolgere il tuo lui e stuzzicare i sensi con la dieta antiossidante per una pelle giovane, sana e bella.

cesto

SEMPLICE E NATURALE – Eletta patrimonio immateriale dell’umanità, la dieta mediterranea non smette di far parlare di sé. I benefici sono tanti e ci avvicinano allo stile di vita semplice e naturale che per lungo tempo ha contraddistinto l’esistenza dei nostri avi. Dai risultati di un’indagine condotta presso l’Università di Napoli emerge che un’alimentazione ricca di antiossidanti migliora la salute del sistema cardiocircolatorio e aiuta la performance sessuale.

CIBI ANTIOSSIDANTI – Portare in tavola frutta, verdura, pesce e cereali integrali allunga la vita e aiuta a contrastare l’azione dei radicali liberi, responsabili della degenerazione dei tessuti. Fra gli antiossidanti naturali troviamo i legumi, spesso ingiustamente dimenticati, la verdura a foglia verde come gli spinaci, l’olio extravergine d’oliva, il pesce e la frutta dal sapore acidulo, per esempio mirtilli, arance, prugne e ananas. Ricorda che la buccia è la parte più ricca di antiossidanti, quando puoi usala dopo aver lavato il frutto.

APERITIVO A DUE – Trasforma la cena in una festa dei sensi in grado di apportare energia e nutrimento all’organismo: quando siamo elastici e in forma, ci sentiamo più sicuri e intraprendenti anche nel sesso. Lui sta per arrivare? Le ricerche mediche hanno sottolineato il potere antiossidante del vino rosso, da bere con moderazione (uno-due bicchieri al giorno). Scegli una bottiglia di qualità e assapora questo momento speciale insieme al partner. Sì a spiedini di frutta e un piatto con tante ciliegie, more e mirtilli, per reintegrare i liquidi, idratare e fare il pieno di vitamine.

DIETA PER LA PELLE – Combattere contro il tempo non è una buona ragione per lasciarsi andare al cibo spazzatura e divorare le prime cose che capitano. Tieni qualche piatto jolly in frigo: l’insalata può trasformarsi in un piatto coloratissimo grazie a noci, pezzi di frutta e tanti semi (lino, girasole, papavero), ricchi di Omega Tre e preziosi contro l’invecchiamento cellulare. Qualche porzione di verdura, da tenere già pronta in freezer e abbinare a una fetta di salmone, salverà la cena e la salute. Il pesce è ricco di antiossidanti e può diventare l’ingrediente giusto per cucinare al tuo lui una ricetta semplice e sfiziosa.

IDRATAZIONE AL TOP – Dopo il sesso è bello mangiare insieme e imboccarsi a vicenda. Invece di lasciare in frigo bibite gassate e succhi, prepara una spremuta o un centrifugato da condividere con lui. In alternativa, inserisci in una bottiglia d’acqua qualche bustina con tisana al mirtillo, frutti rossi, karkadé, o tè verde e menta fresca. Lascia riposare per una notte e otterrai un’acqua aromatizzata dal sapore fresco e intenso, perfetta per dissetarsi.

CURE DI BELLEZZA – Lo zucchero danneggia la pelle e aumenta la dipendenza dai cibi dolci. Se vuoi stuzzicare il partner con uno spuntino benessere prova con mandorle e nocciole, zenzero essiccato, cioccolato nero, ricco di flavonoidi, yogurt, a cui aggiungere pezzi di frutta fresca. È avanzata della frutta? Versa in una ciotola, aggiungi un cucchiaio di miele e… spalma sul viso! Sarà una maschera beauty semplice e purificante, da fare con lui. Per impiatricciarsi, ridere e dolcemente lavarsi insieme.

Dimagrire, l’ultima frontiera è la macchina che estrae il cibo direttamente dallo stomaco

Un nuovo e insolito dispositivo per favorire la perdita di peso estraendo il cibo dallo stomaco prima che questo venga digerito è stato approvato dalla Food and Drug Administration (FDA), l’ente governativo statunitense che si occupa della regolamentazione dei prodotti alimentari e farmaceutici.

AspireAssisteknolotiUntukpompperutantigemuk

Il sistema si chiama AspireAssist ed è in grado di estrarre circa un terzo del cibo all’interno dello stomaco prima che questo venga digerito e possa contribuire all’aumento di peso. Tuttavia, la procedura sarà applicabile solo a pazienti obesi con un BMI compreso tra 35 e 55 e che non sono stati in grado di perdere peso in altri modi. Uno studio negli Stati Uniti ha mostrato che i pazienti sottoposti a tale trattamento hanno perso in media il 12% del loro peso corporeo totale in un anno. Il metodo consiste in un tubo sottile piantato all’interno dello stomaco e collegato ad una porta esterna sul ventre.
Circa 20 minuti dopo aver terminato un pasto, una volta che il cibo ha viaggiato per lo stomaco, gli utenti devono collegare la porta a un dispositivo esterno, che drena il cibo nella toilette e lo sostituisce con acqua.
Il vice direttore della FDA, Dr. William Maisel, ha spiegato: “I pazienti devono essere periodicamente monitorati dal loro fornitore di assistenza sanitaria e dovrebbero seguire uno stile di vita che li aiuti a sviluppare sane abitudini alimentari per ridurre l’apporto calorico”.

L’acqua frizzante fa male alla salute, ecco tutti gli effetti negativi delle bollicine

Spesso d’estate sono in molti a scegliere l’acqua frizzante per dissetarsi. Ad altri piace berla tutto l’anno e in generale sono tante le persone che apprezzano le bollicine. Ma l’acqua frizzante non fa poi così bene alla salute.

acquaPrimo tra tutti i problemi che può causare è legato ai denti. L’anidrite carbonica che origina le bollicine rovina lo smalto dei denti, per questo si consiglia di berla durante i pasti e di assumerla preferibilmente con la cannuccia per evitare che entri direttamente a contatto con i denti.  L’acqua frizzante non fa bene nemmeno alla linea, contenendo più sali minerali, di solito, può aumentare la ritenzione idrica. Le bollicine, inoltre, possono gonfiare, dando origine anche a dolori addominali e flautolenza contrastando l’effetto pancia piatta.  Le bollicine possono anche causare reflusso e problemi allo stomaco, quindi sono assolutamente da sconsigliare a chi soffre di problemi gastrointestinali.

Le adolescenti incinte fumano di proposito in gravidanza: ecco il motivo choc

Le adolescenti che restano incinte non smettono di fumare, nonostante sia proibito per il bene del bambino, perché vogliono avere figli piccoli. E’ quanto emerge da un articolo del Daily Telegraph che a sua volta cita dati relativi al sistema sanitario britannico.

874425

Le teenagers hanno preso alla lettera una delle avvertenze sui pacchetti delle sigarette: “Attenzione, fumare in gravidanza aumenta il rischio che il bambino sia sottopeso”. Questo probabilmente perché non si sentono adatte a partorire un bambino normale e quindi hanno paura di essere troppo piccole. Alcune di loro non smettono di fumare, altre iniziano a farlo proprio perseguendo questo obiettivo. Secondo dati recenti sei adolescenti inglesi incinte su 10 fumano. I medici sostengono che si tratti di ragazze depresse o comunque con disagi psicologici anche perché la gravidanza spesso non è desiderata. Fumare in gravidanza potrebbe avere effetti a lungo termine sul cervello del bambino, anomalie nelle connessioni nervose, disturbi di attenzione e iperattività.

“Punto G”, ce lo hanno anche gli uomini: ecco come trovarlo e stimolarlo

Finora la sessuologia si è largamente concentrata sul punto G e sul piacere femminile, e altrettanto ha fatto l’industria dei sex toys. In realtà, esiste un punto analogo anche nell’uomo, ma solo oggi sta cadendo uno storico tabù.  Il punto G maschile esiste e corrisponde ad una zona della prostata.

fare-l-amore-640x320

Non è un caso che negli ultimi tempi sempre più uomini ricorrano, senza timore o vergogna di dichiararlo, al massaggio prostatico, considerato fino a poco tempo fa un vero e proprio tabù in quanto considerato ‘poco virile’. Il mercato, però, non mente mai e le aziende produttrici di articoli erotici ormai non si limitano esclusivamente ai vibratori per il piacere femminile. Sono sempre di più, e sempre più diversi, i sex toys pensati proprio per il massaggio prostatico. Le chiavi per ottenere il risultato desiderato con questa tecnica sono cinque. In primis, occorre accertarsi che le mani o il sex toy utilizzati per il massaggio prostatico siano perfettamente pulite. Poi, è consigliabile che l’uomo si distenda con tutti i fianchi e assuma una posizione confortevole. Ovviamente, è essenziale anche utilizzare del lubrificante per l’inserimento e compiere l’operazione in maniera graduale, in modo da far abituare il corpo dell’uomo. Per farlo, è necessario compiere piccole spinte avanti e indietro e non spingere con forza e a senso unico.  Come riporta Mashable.com, chi ha provato il massaggio prostatico assicura: «La virilità e il piacere ne giovano profondamente, è una maniera del tutto nuova di vivere il sesso». Secondo alcuni sessuologi, l’orgasmo maschile può aumentare di un terzo grazie a questa tecnica sempre più diffusa.

Troppi caffè e sigarette, poche ore di sonno: la maturità fa male alla salute

Thermos di caffè e sigarette, incubi notturni e quell’ansia che prende alla bocca dello stomaco e non lascia la presa. Non c’è dubbio: sono sintomi da maturità.  Mercoledì si parte con la prima prova scritta di italiano e il giorno dopo ci sarà il secondo scritto, quello di indirizzo: il più temuto.

MATURITA': STAMANI TERZA PROVA SCRITTA, IL 'QUIZZONE'

Lo scorso anno, infatti, fu la prova con i voti medi più bassi tra i maturandi. Secondo un sondaggio di Skuola.net, il 36% degli studenti vive l’esame con ansia, uno su tre teme di dimenticare tutto quello che ha studiato e uno su 4 ha paura di non riuscire a dare il meglio di sé. C’è poi un 13% che il peggio, la bocciatura. Per il 73% dei maturandi peggiorano le abitudini: uno su 4 si mangia le unghie e uno su sei ha iniziato a fumare o sta fumando più del solito. Uno su sei sta bevendo più caffè e, in pari misura, c’è chi sta perdendo ore di sonno. C’è anche chi, quando dorme, non riesce a riposare bene e cade vittima degli incubi notturni: uno su due ha già sognato l’esame. Uno su dieci sogna addirittura la bocciatura. Per correre ai ripari, il 36% si dice pronto a copiare e uno su tre avrà indosso i bigliettini. Non solo studenti, per Skuola.net l’ansia da esame riguarda anche i genitori: uno su 4 sta seguendo il figlio più del solito, uno su 3 provoca ancora più ansia mentre il 55% delle mamme è più agitato dei maturandi stessi. Non si sa a che santo votarsi? I protettori degli studenti sono San Luigi Gonzaga, patrono dei giovani, e San Giuseppe da Copertino per la scienza infusa. Ma la maturità segnerà anche il debutto del Supplemento Europass al Certificato un documento riconosciuto dall’Ue, che riporta le competenze degli studenti e i lavori per cui hanno studiato. Una sorta di patentino per l’Europa che accompagnerà i ragazzi all’estero, per studio o per lavoro.