Brufoli sulla fonte o sul mento? Ecco quali sono le cause

Mangi troppa cioccolata? Sei stressata? Hai problemi ormonali? In base alle parti del corpo in cui compaiono i brufoli puoi avere una risposta a queste domande. I brufoli che nascono sulla fronte ad esempio, sono sintomo di stress o di mal funzionamento di fegato e intestino.

fft99_mf4288262

Anche l’alimentazione ricca di zuccheri può provocare la comparsa di brufoli sulla fronte, però.I brufoli sulle guance sono provocati da disturbi dell’apparato respiratorio come mal di gola e raffreddore, oppure sono causati dal fumo e da cibi ricchi di grassi.  Se invece l’acne si presenta sul mento potrebbe essere dovuta a cause ormonali, come ad esempio, nella maggior parte delle donne, a varie fasi del ciclo mestruale. Quando i brufoletti si presentano sulle sopracciglia bisogna limitare l’uso di fumo e alcolici, se si trovano sulle labbra, invece, quello di cibi grassi e zuccheri. Nel caso in cui compaiano sulle tempie, invece, potrebbe significare che si ha un calo delle difese immunitarie.

“Guardate qui, sono uguale a mia mamma”: la foto di madre e figlia conquista il web

Tale madre, tale figlia. Una giovane utente di Reddit, Shaylybri, ha pubblicato sul suo profilo social una foto che sta raccogliendo migliaia di commenti.

1572971_madrefiglia

Si tratta di una combo, tra una vecchia foto di sua mamma da giovane, e un suo scatto recente. Tra gli occhiali simili e dello stesso colore e lo stesso abbigliamento, le due sembrano la stessa persona, una somiglianza davvero notevole.

Heidi ed Ellen si scambiano le mutande

Confidenze intime all’Ellen DeGeneres show tra la padrona di casa Ellen DeGeneres e Heidi Klum. La bionda modella e presentatrice tedesca ora fa anche la designer. La star ha infatti lanciato in questi giorni la sua linea di lingerie, Heidi Klum Intimates.

Heidi-Klum-The-Ellen-Show-abito-Haney-intimo-Heidi-Klum-Intimates-7 (1)

E quale occasione più giusta di San Valentino per un siparietto sexy e qualche chiacchiera in tv?
Reggiseni sensuali, pizzi bollenti e trasparenze hot sono le chiavi della prima collezione disegnata da Heidi Klum. Ma lei ha stupito tutti e sotto il cortissimo abito asimmetrico Karolina di Haney ha deciso di indossare un paio di divertenti boxer a righe, che appartengono al merchandising dello show.
Una trovata divertente che ha intrattenuto il pubblico, prima di concentrarsi sulle proposte di Heidi Klum Intimates. Dopo aver mostrato un completo rosso fuoco, Ellen DeGeneres scherza indossando sopra la giacca un delicato reggiseno scuro con fiori applicati e conclude con una serie di quesiti piccanti.
Alla domanda su come trascorrerà il suo San Valentino, Heidi risponde: “A letto tutto il giorno”. Ellen chiede se indosserà i suoi capi provocanti per il fidanzato Vito Schnabel e la Klum ironizza affermando che potrebbe optare per i boxer a righe. Certo, se sei Heidi Klum ti basta poco per essere sexy, anche con un paio di mutandoni informi.

Pancia piatta in meno di 30 secondi? Una ​fitness blogger ci fa vedere come si fa…

Ciò che si vede su Instagram e, in generale su tutti i social network può essere artefatto: foto e video molto spesso non rispecchiano la realtà, in particolar modo per tutto ciò che si riferisce al fisico.

Pancia-piatta-fianchi

Ne sa qualcosa una fitness blogger, Jess, che sul suo account Instagram si diverte a svelare un piccolo trucchetto: come avere la pancia piatta in meno di 30 secondi.  Come fa? Ha pubblicato una foto doppia e nella didascalia dell’immagine ci spiega tutto: nella prima immagine appare molto meno tonica e con le maniglie dell’amore bene in vista. Nella seconda foto sembra più tirata e allenata. Peccato che sono state scattate a 30 secondi di distanza l’una dall’altra. Per nascondere la sua ciccia ha usato una particolare postura: ha allargato leggermente le gambe e ha spinto con il lato-b in fuori, in modo da ‘tirare’ il suo ventre e risultare più tonica.

Quei figli comprati a rate, utero in affitto: si sceglie anche il colore degli occhi

Per la maternità surrogata, ovvero l’utero in affitto, la clinica BioTexCom di Kiev, un edificio che sembra uscito da una fiaba di Andersen, offre tre pacchetti «tutto compreso». Economy, standard e vip: come se il parto fosse un viaggio in aereo. Nel primo caso, 29mila euro, il prezzo prevede un’assistenza standard in camere non più grandi di 20 metri quadrati. Nel secondo, 40mila euro, si sale a 50-70 metri quadrati, e arrivano la governante, 24 ore su 24, e l’autista personale.

neonati-cuore-di-bimbi

Con la formula vip, 50mila euro, i metri quadrati per il ricovero salgono a 150, e perfino il menu è personalizzato. Una clausola, poi, prevede una sorta di assicurazione in caso di aborto: la ricerca di un nuovo utero per un nuovo parto, sarà a carico della clinica. Senza costi aggiuntivi. Il mercato globale della maternità surrogata è molto variegato. E come qualsiasi materia prima, l’utero diventa così una qualsiasi commodity, risente della legge della domanda e dell’offerta. Nei Paesi anglosassoni, dagli Stati Uniti alla Gran Bretagna passando per il Canada, la legge (con relativo business) è molto generosa e le tecniche collaudate sono alla luce del sole, visto che parliamo di norme approvate alla fine degli anni Ottanta. In Inghilterra, per esempio, si stipula un vero e proprio contratto, con la madre gestante che incassa, la formula è di un ipocrita pudore, un «rimborso» di non meno di 15mila sterline. Altre 70mila, almeno, servono per il ricovero, il parto e le pratiche burocratiche. In America le cliniche per la maternità surrogata sono oltre 400, con prezzi alti, non meno di 100mila dollari, che si gonfiano grazie al bacino di 6 milioni di donne statunitensi con problemi di fecondità. E come al solito gli americani, quando trasformano l’assistenza sanitaria in un’industria, puntano all’alta qualità dei servizi. Non ci sono problemi per la nazionalità del bambino, con migliaia di mamme felici di avere un figlio con cittadinanza statunitense, e volendo il cliente può fare richieste specifiche, di natura genetica: il sesso, un alto livello del quoziente intellettivo, gli occhi verdi. Questo è il racconto di Michaela Serra, che per tre mesi ha studiato le foto e l’identikit di potenziali donatrici prima di scegliere quella giusta: «Mio marito voleva gli occhi verdi come i miei, io avrei preferito puntare sull’intelligenza e su una lettrice della Bibbia. Alla fine la scelta è caduta su una donna del Minnesota, di origine tedesco-portoghese. Leggeva i libro di Coelho, ma aveva gli occhi verdi».Tutto ha una tariffa, e si può pagare con il solito finanziamento bancario, a rate e sulla carta di credito. Gli alti costi della maternità surrogata nei paesi anglosassoni, hanno aperto le porte a una concorrenza di secondo livello in altre nazioni. Ricchi da un lato, e poveri dall’altro, con l’utero in affitto che diventa a sconto. Innanzitutto in Ucraina, dove però il rischio è di rimanere impigliati in un giro di avvocati, tribunali, consolati, con una coda giudiziaria che può arrivare fino alle procure in Italia, dove l’utero in affitto è vietato per legge.

“Beauty Haute Couture 2.0”, la sposa è di lusso

Beauty Haute Couture si conferma un successo anche nella versione “2.0”. La giornata dedicata alle spose in particolare e alle innamorate in generale, anche in vista del San Valentino, ha salutato la sua seconda edizione presso Accademia L’Oréal, a piazza di Spagna, Roma. L’evento, strutturato come un percorso di bellezza, ha visto presenti tutte le realtà dedicate al lusso e alla sposa, ed è stato occasione per l’Accademia L’Oréal di presentare Matrix Oil Wonders Rose.

wolford-fnm-Beauty-Haute-Couture-LOreal-3

Si tratta di 4 prodotti, Shampoo, Conditioner, spuma, hairspray, più un pre shampoo tecnico che serve a preparare il capello sensibilizzato rafforzandolo dalla radice alle punte. Le partecipanti hanno avuto modo di provarli tutti, per poi passare dalle nail artist Essie che hanno proposto tutti i rosa di San Valentino per una manicure al bacio. Tra gli ospiti Es!by Cristys ha proposto il bouquet gioiello in filo di alluminio per le spose del terzo millennio. Casa Chic ha offerto una panoramica sui complementi d’arredo più attuali. Wolford, marchio austriaco e leader a livello mondiale lingerie esclusiva e bodywear di alta qualità ha esposto la Collezione 2016 con il suo stile moderno e minimalista.
La Wedding Planer Maria Rosa Borsetti, fondatrice di Decò Eventi, ha dato consigli pratici sull’organizzazione del matrimonio, ricevimenti, cene di gala, dove regneranno sovrane eleganza, raffinatezza, originalità e creatività, elementi che rendono unico un evento.
La Cake Maker Kelly Evans ha accolto gli ospiti con un dolce profumo di cup cake decorati in esclusiva per Beauty Haute Couture 2.0.
Ospiti d’eccezione la scrittrice Iolanda Pomposelli, con il suo libro dedicato all’amore “D’altronde sono uomini” e la poetessa Antonella Pagano. L’evento è stato realizzato da FNM Events, da un’idea della pr Barbara Molinario con la collaborazione dell’Accademia L’Oreal di Roma.

Sesso, ecco cosa consigliano di fare gli esperti entro 45 minuti dalla fine del rapporto

Una buona pratica, sconosciuta ai più, ma che può portare notevoli benefici soprattuto alle donne: urinare dopo un rapporto sessuale è molto importante perché diminuisce dell’80% il rischio di contrarre infezioni lievi.

calcoli-renali-fare-sesso-620x413

Fermo restando che il metodo più efficace per proteggersi dalle infezioni e malattie veneree resta il preservativo, questo accorgimento potrebbe giovare a chi utilizza metodi contraccettivi differenti. Il consiglio degli esperti è di urinare entro i 45 minuti dalla fine del rapporto, poiché durante il coito microbi e batteri possono accumularsi nell’uretra e per le donne quello della minzione è l’unico modo per liberarsene.

Angela, perde la linea dopo il suo matrimonio: ora è dimagrita e pesa 50 chili

Lei si chiama Angela Crickmore e, come spesso accade, dopo il matrimonio è ingrassata a dismisura fino a perdere la sua linea. E’ arrivata a pesare ben 88 chili a causa di abitudini alimentari sbagliate e una vita sedentaria: non piaceva più a se stessa e neanche a suo marito.

1529869_0160204_114930_schermata_2016_02_04_a_18_25_14

La voglia di dimagrire, però, stava crescendo dentro di lei e ha deciso di sottoporsi ad un bypass gastrico pur di perdere peso. Ma non cambiava niente e il suo peso non scendeva: una sua amica le ha fatto capire che il problema era la sua vita sedentaria.  Così Angela ha iniziato a praticare una vita sana e ha mangiare in maniera corretta: è riuscita a raggiungere i 50 chili grazie alla sua forza di volontà.

Il virus Zika diventa emergenza internazionale. L’Oms lancia l’allarme: “Serve grande sforzo”

​Il virus Zika è un’emergenza internazionale di salute pubblica. Lo ha deciso il comitato di esperti convocato dall’Oms, che ha dato l’annuncio durante una conferenza stampa a Ginevra.

122758284-6a88fd5c-6423-491a-87ea-510dfbcabd8d

«Serve uno sforzo internazionale contro il virus», ha affermato il direttore generale Margaret Chan. «Gli esperti – ha spiegato Chan – sono stati d’accordo nell’affermare che la relazione causale tra l’infezione da virus Zika in gravidanza e la microcefalia è ‘fortemente sospetta’, anche se non è ancora scientificamente provata».  Il comitato, ha aggiunto Chan, non ritiene al momento che ci siano le condizioni per chiedere restrizioni nei viaggi o nei commerci per prevenire la diffusione del virus.