Estate: l’abbronzatura vien mangiando

Estate uguale sole, mare e soprattutto abbronzatura. Lo sappiamo da tempo: il primo passo per un bel colore ambrato è l’utilizzo di un buon solare, protettivo e adatto al proprio fototipo, ma molto si può fare anche con un’alimentazione ad hoc, soprattutto giocando d’anticipo sul’inizio delle vacanze.

1313675608149

Ma se tutti (o quasi) sappiamo che albicocche e carote sono gli alimenti su cui puntare per aumentare la produzione di melanina e favorire l’abbronzatura, ci sono altri cibi particolarmente utili per migliorare la tintarella e anche… come pronto soccorso se il sonnellino sulla sdraio si prolunga un minuto di troppo e ci si trova con un po’ di arrossamento da lenire. Frutta e verdura si rivelano alleati particolarmente preziosi, come ci ricorda Cortilia.it, il primo mercato agricolo online, sia per chi aspira a una tintarella degna dei tropici, ma anche per ha una pelle particolarmente sensibile e soffre molto il caldo. La tavola può essere dunque un punto di partenza importante per regalarsi una pelle perfettamente liscia e idratata, in supporto al lavoro di creme e cosmetici. Ecco tutti gli alleati.

1- ACQUA – Il primo passo sta in una corretta idratazione, per reintegrare i liquidi persi con il sudore.

2 – CAROTE – Lo sappiamo tutti, questo ortaggio è molto ricco di vitamina A e betacarotene: oltre a favorire l’abbronzatura, protegge la pelle dai segni dell’invecchiamento. Via libera a un consumo abbondante, magari sgranocchiandone qualcuna prima di recarsi in spiaggia o sotto l’ombrellone.

3 – VITAMINA A – Le carote non fanno per voi? Niente paura: in alternativa si possono consumare pesche, angurie e meloni, da soli o in macedonia, anch’essi ricchi di carotenoidi, i precursori della vitamina A, ideali per promuovere la sintesi della melanina e la conseguente colorazione della pelle.

4 – ALBICOCCA – E’ uno dei frutti più tipici dell’estate: oltre a favorire l’abbronzatura, combatte i radicali liberi e contribuisce ad accelerare il metabolismo. E’ utile persino per combattere l’insonnia.

Che fare se la pelle ha invece bisogno di un aiutino perché ci è “scappata la mano” e il bagno di sole è durato un momento di troppo? Anche in questo caso, esistono rimedi in grado di lenire i fastidi dei piccoli arrossamenti, sempre al cento per cento secondo natura.

1 – PATATE O POMODORI – Una fetta di patata, applicata sulla scottatura per 20/30 minuti, è in grado di lenire il fastidio, liberando una piacevole sensazione di freschezza. Lo stesso succede applicando una fettina di pomodoro sulla parte arrossata. .

2 – MELONE E CETRIOLO – Un altro pronto soccorso pelle si ottiene frullando e filtrando la polpa di meloni e cetrioli. Il composto si applica con un batuffolo di cotone ed è adatto anche per i punti più sensibili del corpo, come il viso e il decolté. Questi impacchi hanno proprietà rinfrescanti e alleviano il dolore della scottatura.

3 – ACETO DI MELE – Per dare sollievo alla pelle che pizzica a causa di un po’ di sole di troppo ci si può immergere in una vasca di acqua tiepida in cui è stato disciolto un bicchiere di aceto di mele.

4 – MENTA – Se invece sono i capelli ad avere bisogno di un aiutino per riprendersi dall’attacco si sole, mare e salsedine, ecco una maschera ad hoc, preparata mescolando un trito di foglie di menta, un cucchiaio di aceto di mele e tre bicchieri d’acqua a temperatura ambiente. Il composto, fatto macerare per 30 minuti, va poi applicato sui capelli umidi e lasciato agire per 20 minuti.

5 – ZUCCHINE – A bassissimo contenuto calorico, sono composte per il 95% d’acqua e rappresentano quindi un ottimo alleato contro la disidratazione. Non solo: sono anche un’ottima fonte di minerali (tra cui potassio, ferro, calcio e fosforo).

6 – SEDANO – Se il nemico non è il sole quanto il caldo e l’afa, il sedano può diventare un buon amico. Povero di calorie e ricco d’acqua, contribuisce a regolare la pressione sanguigna, che con il caldo tende a scendere causando debolezza e giramenti di testa. Oltre a sgranocchiarlo o mescolarlo all’insalata, il sedano può essere utilizzato per preparare freschissime acque aromatizzate: basta immergere in un litro d’acqua di due spicchi di mela verde, un gambo di sedano e qualche pezzetto di melone.

Perde 90 chili in 11 mesi, ma i fan non le credono: lei pubblica questa foto

Dimagrire: una cosa che può rappresentare un vero e proprio cambio di vita. Ne sa qualcosa Simone Pretscherer Anderson, una hairstylis neozelandese che, nel giro di pochissimo tempo è riuscita a dimagrire tantissimo, cambiando stile di vita e dimostrando una tenacia rarissima.Simone Pretscherer Anderson è dimagrita la bellezza di 90 kg in soli undici mesi: è passata da 169 kg a 83 kg, un risultato davvero sorprendente.

20150728_103553_schermata_2015_07_28_a_11.42.00

Ma non tutti credevano al suo ‘miracolo’ personale, soprattutto i suoi followers di Instagram: proprio per questo motivo, Simone ha deciso di aggiornare tutti e di dimostrare i suoi progressi, pubblicando immagini che attestavano l’effettivo dimagrimento. Ha voluto colpire tutti, postando un’immagine che metteva in evidenza la sua pelle in eccesso, segno indelebile dei suoi chili passati.  Ma come ha fatto Simone ha perdere peso così velocemente? Una dieta equilibrata, esercizio fisico e molta, molta motivazione. Questo il suo segreto.  Attualmente Simone sta mettendo un piccolo gruzzoletto di denaro da parte perchè vorrebbe affrontare un intervento chirurgico per rimuovere la pelle in eccesso sulla parte del ventre.

Sesso e donne , ecco i 5 segnali per capire che lui non è quello giusto per fare l’amore

Quando fare l’amore si rivela un flop. Il sesso è visto dalla maggior parte delle donne come il momento più romantico e appagante del rapporto a due. Ma in realtà le cose non vanno sempre per il verso giusto. Dopo aver fatto sesso una donna può sentirsi triste e insoddisfatta. E questo capita quando il partner non è quello giusto.   Ecco quindi cinque segnali che fanno capire al gentil sesso che è ora di cambiare “lui”.

pellegimg-8190-778401_650x0-e13335222898311) Dopo aver fatto l’amore non si fa sentire. Sarebbe naturale condividere le emozioni provate in quel momento, ma lui sparisce. Forse è meglio chiedersi perché.

2) Quando fai sesso con lui, non provi piacere e simuli l’orgasmo? Questo è sicuramente il segnale che manca sintonia ed è meglio correre ai ripari.

3) Non andate d’accordo sulla dinamica del rapporto. Tu preferiresti un momento romantico, lui un incontro mordi e fuggi. Ecco un altro campanello di allarme.

4) Vorresti gridare ai quattro venti della vostra notte d’amore e lui non vuole? Ha qualcosa da nascondere, gatta ci cova.

5) Ti spinge a fare sesso anche quando non ti senti bene, facendo leva sul tuo senso di colpa? Vuol dire che desidera solo un rapporto fisico, scappa a gambe levate.

Miley Cyrus, ceretta sui social dedicata a Brad Pit

Se in passato Miley Cyrus si è fatta immortalare con i peli sulle ascelle, adesso la popstar ha cambiato idea e su Instagram ha postato delle immagini, con tanto di viso dolorante e braccio alzato, in cui mostra come si fa la ceretta. Non solo.

C_4_articolo_2124001__ImageGallery__imageGalleryItem_32_image

La bad girl ha inviato al profilo di Brad Pitt la foto della peluria appena strappata. Un messaggio in codice per il divo di Hollywood? Qualche tempo fa, infatti, Pitt aveva dichiarato di non usare deodoranti alle ascelle perché gli irritano la pelle e ha confessato di risolvere il problema depilandosi. Così Miley ha pensato bene di emularlo. Angelina Jolie deve cominciare a preoccuparsi?

Borse in paglia, da mare o da città, ecco i modelli imperdibili

Le borse in paglia sono da sempre sinonimo d’estate e vacanze, ma chi lo dice che alcuni modelli non possono essere usati anche in città? Basta scegliere con criterio, in base al proprio stile e ai propri gusti. Scoprite con noi quali sono i modelli da non lasciarsi fuggire per la bella stagione.

C_4_foto_1351511_image

I look con i quali indossare la borsa in paglia sono molto più variegati di quanto potreste mai credere. Qualche esempio? C’è la versione da hotel che si compone da un abito ampio in lino, delle scarpe basse (le espadrillas andranno benissimo) e una borsa da portare comodamente in spalla, meglio se con una struttura semi-rigida.

C_4_foto_1351515_image

Per chi trascorre l’estate in città, poi, ci sono tanti abbinamenti diversi. Da quelli più giovani e freschi, come sneakers in tela alte, shorts in denim e maglia semplice; a quelli più ricercati come abito dalla struttura netta in colori neutri da accostare a sandali in pelle.
Tra i modelli più richiesti troviamo quelli con i manici tondi, gli inserti colorati e la paglia di nuance diverse, da scegliere a seconda dell’occasione. Infine ci sono loro: le borse in paglia di piccole dimensioni.

C_4_foto_1351517_imageAcquistatele come vero e proprio accessorio estivo, le troverete sia in versione pochette, da sdrammatizzare con un look vivace, ma anche a tracolla, tendenzialmente piatte e, a volte, anche con pattern particolari.

Come avere gambe più leggere riattivando la circolazione

Ritenzione idrica e senso di gonfiore si combattono a casa, ma anche in… piscina! Pomeriggi alle terme e attività come il nuoto costituiscono una ricetta di salute per chi ha problemi di circolazione, perché grazie all’azione dell’acqua è possibile drenare, aiutare il dimagrimento e rassodare favorendo l’eliminazione delle tossine.

gambe-lunghe,-tacchi,-senza-mutandine,-divano-157465

A tavola una buona strategia è usare alternative light ai soliti cibi in grado di sollecitare il gusto senza appesantire e ricordarsi di bere tanto, soprattutto acqua e tisane. Il segreto per gambe sane e belle? Adotta uno stile di vita in grado di aiutare il tuo benessere ogni giorno: usare spesso la bicicletta e camminare sono una ricetta antietà capace di dare una scossa alla circolazione e aiutare il senso di leggerezza.

UN AIUTO DALLA DIETA – Per gambe leggere e scattanti è bene ridurre il consumo di sale a tavola. Non tutti sanno che il gusto si può modificare con pazienza e allenamento: inizia a fare attenzione a quanto sali i cibi e prova a diminuire le quantità che usi per l’acqua della pasta o per condire. Settimana dopo settimana ti abituerai a percepire un sapore più naturale. Via libera a tisane non zuccherate, acqua, tanta frutta e verdura. Soprattutto quando l’afa si fa sentire consumare dei pasti particolarmente ricchi può aumentare la sensazione di gonfiore e pesantezza, ecco perché è importante sostituire le tentazioni più caloriche con alternative light come frutta fresca, yogurt, miele e abbassare il consumo di carne rossa, fritti, salumi e salse.

SÌ AL MOVIMENTO – Praticare il nuoto aiuta la circolazione e favorisce il dimagrimento e il rassodamento muscolare. Inoltre, non sovraccaricando le articolazioni, le attività in acqua come il nuoto sono adatte anche a chi ha molti chili da smaltire. Camminare nell’acqua, sul bagnasciuga o in piscina, dona per esempio sollievo alle gambe e apporta notevoli benefici al corpo con un effetto drenante. In più, per le donne in gravidanza, questa semplice attività può risultare preziosa per tonificare i tessuti e migliorare la circolazione sanguigna, con conseguenze positive su stress e umore.

PICCOLE ACCORTEZZE – Attenzione a indossare sempre tacchi chilometrici, le scarpe giuste in grado di accompagnarti nella giornata sono fondamentali per il benessere delle gambe e della schiena, così come un abbigliamento scelto con gusto senza rinunciare al bisogno di comodità. Per merenda? Una coppetta di mirtilli e frutti di bosco per stimolare il microcircolo. Quando fai la doccia alterna poi getti di acqua calda e fredda, in modo da stimolare la circolazione: è lo stesso principio delle terme, che hanno un effetto terapeutico importante sulla circolazione periferica.

A FINE GIORNATA – Dedicare quindici minuti al proprio benessere non costa nulla, ma è determinante per combattere la stanchezza e ripartire con più slancio. Dopo il lavoro prepara un pediluvio con acqua calda e versavi qualche cucchiaio di sale grosso, utile per drenare, bicarbonato e un rametto di rosmarino, antibatterico e deodorante. Puoi aggiungere nell’acqua anche qualche goccia degli oli essenziali di pompelmo, ginepro e cipresso, che aiutano a decongestionare e favoriscono il microcircolo.

STRATEGIE QUOTIDIANE – Per i piccoli spostamenti usa la bicicletta… e i piedi! Camminare possiede numerosi benefici a livello cardiovascolare: fallo per almeno venti minuti e con il tempo cerca di aumentare il passo. Ti aiuterà a migliorare l’efficienza del cuore, favorendo il benessere di vene e arterie, oltre a mantenere il peso forma e abbassare la pressione arteriosa. Se ami camminare puoi sperimentare nordic walking, corsa e trekking andando alla scoperta delle zone naturali intorno all’area in cui vivi: il training giusto per avere gambe in forma e una qualità della vita più felice.

La dieta a zona per una prova costume perfetta

Il regime alimentare Zona, Zone Diet, è stato ideato nel 1995 dal biochimico statunitense Barry Sears, specializzato nello studio delle risposte ormonali per una corretta gestione del controllo dietetico. I principi della dieta a zona? Il pasto tipo deve essere composto da 40% di carboidrati a basso indice glicemico, 30% di proteine e 30% di grassi, preferibilmente insaturi e di origine vegetale. Frutta, verdura e Omega Tre, contenuti nel pesce e nella frutta secca, se scelti con attenzione, fanno invece bene alla salute senza limitazioni e aiutano la tintarella estiva.

C_4_articolo_2116875__ImageGallery__imageGalleryItem_24_image

LE BUONE ABITUDINI – Secondo l’ideatore del metodo è preferibile che non trascorrano più di cinque ore fra un pasto e l’altro: gli spuntini aiutano a spezzare il digiuno e influiscono sulla produzione d’insulina e glucagone, con effetti positivi per il metabolismo.

FRUTTI PER L’ABBRONZATURA – Ricco di vitamina C, grazie alla bromelina l’ananas ha un effetto antinfiammatorio, oltre a ridurre l’assorbimento dei grassi a livello intestinale con effetti importanti sul drenaggio dei liquidi e sulla cellulite. Per un’abbronzatura perfetta fai il pieno di pomodori, albicocche e pesche, oltre a melone e anguria, cibi dissetanti perfetti per rinfrescare, o ciliegie e frutti rossi, importanti per la circolazione.

IL CONDIMENTO GIUSTO – La dieta a zona ha diversi punti in comune con la dieta mediterranea, tuttavia riduce l’apporto di proteine e grassi al minimo. Il condimento ideale è l’olio extravergine di oliva, che, grazie alla presenza dell’acido grasso monoinsaturo, possiede un vantaggio in termini nutrizionali e ha in più proprietà sebo-ricostitutive oltre ad aiutare il benessere della pelle.

ORGANIZZAZIONE DELLA DIETA – Per comodità la dieta a zona prevede una suddivisione in blocchi, ogni blocco è l’insieme di tre blocchetti o miniblocchi: uno di proteine, uno di carboidrati e, infine, uno di grassi. Ogni blocco è poi costituito alla base dai tre macronutrienti nelle percentuali richieste, che sono pari a 9 grammi di carboidrati, 7 grammi di proteine e 3 grammi di grassi.

IL MENU GIORNALIERO – Colazione: A colazione preferisci i sapori dolci o i salati? In ogni caso puoi abbinare due fette di pane integrale, circa 40 grammi, a 60 grammi di prosciutto e formaggio, oppure 100 grammi di ricotta con la frutta, o una tazza di latte con quattro frollini d’avena. Frutta fresca, ricca di sali minerali, e a scelta, tè o caffé, aiuteranno poi a idratare l’organismo, operazione fondamentale per stare in forma, migliorare l’epidermide e favorire il drenaggio dei liquidi.Per pranzo puoi abbinare un panino integrale a 90 grammi di pesce o una frittata e 250 grammi di spinaci. Gli ortaggi a foglia verde aiutano a contrastare i problemi a livello cardiocircolatorio e sono ricchi di magnesio, potassio, calcio, vitamina A, C e K. Importanti gli spuntini che spezzano la fame. Quelli giusti? Un crostino con mozzarella e prosciutto, utile anche per risollevare il fisico nei casi di abbassamento di pressione e quando l’afa si fa più sentire. In alternativa 25 grammi di bresaola insieme a un frutto, oppure uno yogurt. Meglio evitare merendine e bevande gassate, ricche di zucchero. Sì a frutta e verdura che aiutano a sgonfiare e permettono la giusta idratazione.Per cena, cucina in padella o al vapore le verdure di stagione, come zucchine e pomodori, che aiutano anche a proteggere la pelle dal sole e abbinale a circa 100 grammi di carne bianca, pollo o tacchino. Oppure 120 grammi di tonno in scatola o un hamburger. Infine, aggiungi ai tuoi piatti spezie ed erbe aromatiche che aiutano a ridurre il consumo di sale, un’ottima strategia per dimagrire sfruttando il periodo estivo per ritrovare la forma perfetta, ed in più aiutano l’organismo a tenere lontane le zanzare.